5 Ago [12:48]

Blancpain Asia a Yeongam
Tutto rimandato all'ultimo atto

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Michele Montesano

Il penultimo atto del Blancpain GT Asia, andato in scena sul circuito coreano di Yeongam, non ha chiuso i giochi di campionao, anzi, ha visto uscire i principali protagonisti con una classifica molto corta in vista dell’ultima gara di Shanghai. Discorso diverso in classe GT4 dove l’equipaggio del team BMW Studie Sunako Jukuchou e Takayuki Kinoshita si sono laureati campioni con una gara in anticipo. Ma andiamo a vedere cos’è successo nelle due manche.
In gara 1 a trionfare sono stati Bruins (MG Choi) e Manuel Metzeger con la Mercedes del Solite Indigo Racing. A seguire la Ferrari di Yuya Sakamoto e Marcos Gomes; terzi Philip Hamprecht e Tanart Sathienthirakul che hanno regalato il titolo costruttori al team Absolute Racing.

Allo spegnimento dei semafori Choi ha cercato di prendere subito il largo ma un errore l’ha subito relegato in terza posizione. A prendere il comando della gara la Porsche di Sathienthirakul seguito dalla Ferrari di Sakamoto. Il terzetto ha proseguito compatto per il resto dello stint fino all’apertura della finestra del pitstop obbligatorio. Terminato il cambio piloti ad uscire in prima posizione è stata ancora la Porsche del team Absolute Racing con Hamprecht che ha preso le redini del gioco, seguito dal connazionale Metzeger. Chi ha avuto da recriminare è stato Gomes che, a causa di una sosta lenta, si è ritrovato in quarta posizione dietro a Rahel Frey. Il brasiliano di casa Ferrari ha subito trovato il ritmo giusto e, dopo una breve sequenza di giri veloci, ha infilato l’Audi dello svizzero.

Metzeger, sfruttando il doppiaggio di una vettura GT4, ha prontamente sorpreso e superato Hamprecht conquistando la leadership. Il tedesco del team bsolute ha iniziato a perdere terreno e, a dieci minuti dallo scadere del tempo, ha perso anche la seconda posizione in favore di uno scatenato Gomes che ha portato la Ferrari di HubAuto Corsa sul secondo gradino del podio. In class Pro/Am vittoria per la Mercedes del Triple Eight di Shane Van Gisbergen e Abdul Rhaman Ibrahim favorita dal drive-through comminato alla Lamborghini del Vincenzo Sospiri Racing per eccesso di velocità ai box.

In classe GT4 tripletta in casa Mercedes: sul primo gradino del podio sono saliti Frank Yu e Richard Wee del Craft-Bamboo. Nelle prime fasi di gara è stata in testa la BMW di Jukuchou prima che una penalizzazione lo facesse scivolare nelle retrovie. A prendere le redini della gara la Mercedes di Yu seguito da Brian Lee con quest’ultimo che poi ha man mano perso terreno. Vittoria facile per Yu seguito dalle Mercedes di Setiawan Santoso e Keo Chang.

In gara 2 tripletta Porsche con la seconda vittoria stagionale per Alex Imperatori e Vutthikorn Inthraphuvasak, con quest’ultimo che resta ancora in lizza per il campionato. Il podio è stato completato da Anthony Liu e Chris Van der Drift, del JRM, e Yuan Bo e Leo Ye Hongli. Ottimo lo spunto iniziale del poleman Van Gisbergen che ha dominato la gara per tutto il suo stint prima di lasciare il volante a Ibrahim con più di 14” si vantaggio su Imperatori. Ma la scarsa esperienza ha fatto sì che il principe malese dilapidasse tutto il vantaggio costruito dal suo coequiper. Il pilota Mercedes ha dapprima perso la leadership per mano di Inthraphuvasak, poi è stato sopravanzato dalla Porsche di Liu. Infine è toccato a Bo strappargli l’ultimo gradino del podio a meno di cinque minuti dalla bandiera a scacchi. Tuttavia il pilota del Triple Eight è riuscito a tenersi dietro Sakamoto e Choi.

In GT4 vittoria e campionato per l’equipaggio del team BMW Studie composto da Jukuchou e Kinoshita. A partire dalla pole la Mercedes di Ringo Chong e Santoso che sono presto sprofondati nelle retrovie. Così, dopo il cambio pilota obbligatorio, ad emergere è stata la BMW, seguita dalla Mercedes di Keo Chang e Joe Chi e la gemella del team GTO Racing di Lee e Tony Fong.

Sabato 3 agosto 2019, gara 1

1 - Bruins/Metzeger (Mercedes-AMG GT3) - Solite Indigo - 27 giri
2 - Sakamoto/Gomes (Ferrari 488 GT3) - HubAuto Corsa - 4"809
3 - Sathienthirakul/Hamprecht (Porsche 911 GT3 R) - Absolute - 8"371
4 - Chen/Frey (Audi R8 LMS GT3 Evo) - Audi Sport Asia Team TSRT - 13"321
5 - Bo/Hongli (Porsche 911 GT3 R) - Absolute - 14"538
6 - Tan/Rump (Audi R8 LMS GT3 Evo) - Audi Sport Asia Team Absolute - 15"996
7 - Ibrahim/Gisbergen (Mercedes-AMG GT3) - Triple Eight Australia - 26"857
8 - Inthraphuvasak/Imperatori (Porsche 911 GT3 R) - Panther/AAS - 27"740
9 - Au/Schandorff (Lamborghini Huracan GT3 Evo) - Vincenzo Sospiri - 52"848
10 - Liu/Van der Drift (Porsche 911 GT3 R) - JRM - 53"269
11 - Bhirombhakdi/Sawa (McLaren 720S GT3) - ABSSA - 1'10"386
12 - O'Young/Nielsen (Mercedes-AMG GT3) - Craft-Bamboo - 1'17"939
13 - Jingzu/Congfu (Audi R8 LMS GT3 Evo) - Audi Sport Asia Team Absolute - 1'19"189
14 - Macpherson/Porter (Lamborghini Huracan GT3 Evo) - AMAC - 2'08"028
15 - Asavahame/Asai (Lamborghini Huracan GT3 Evo) - Vattana - 1 giro
16 - Au/Moh (Mercedes-AMG GT3) - Craft-Bamboo - 1 giro
17 - Yu/Wee (Mercedes-AMG GT4) - Craft-Bamboo - 2 giri
18 - Santoso/Chong (Mercedes-AMG GT4) - Team iRace.Win - 2 giri
19 - Chang/Chi (Mercedes-AMG GT4) - Team iRace.Win - 3 giri
20 - Jukuchou/Kinoshita (BMW M4 GT4) - BMW Team Studie - 3 giri
21 - Lee/Fong (Mercedes-AMG GT4) - GTO Racing with TTR - 3 giri

Ritirati
Tjiptobiantoro/Haryanto
Lee/Goetz

Domenica 4 agosto 2019, gara 2

1 - Inthraphuvasak/Imperatori (Porsche 911 GT3 R) - Panther/AAS - 27 giri
2 - Liu/Van der Drift (Porsche 911 GT3 R) - JRM - 1"218
3 - Bo/Hongli (Porsche 911 GT3 R) - Absolute - 6"027
4 - Bruins/Metzeger (Mercedes-AMG GT3) - Solite Indigo - 8"896
5 - Ibrahim/Gisbergen (Mercedes-AMG GT3) - Triple Eight Australia - 13"498
6 - Sakamoto/Gomes (Ferrari 488 GT3) - HubAuto Corsa - 13"758
7 - Chen/Frey (Audi R8 LMS GT3 Evo) - Audi Sport Asia Team TSRT - 17"226
8 - Sathienthirakul/Hamprecht (Porsche 911 GT3 R) - Absolute - 18"847
9 - Tan/Rump (Audi R8 LMS GT3 Evo) - Audi Sport Asia Team Absolute - 19"186
10 - Bhirombhakdi/Sawa (McLaren 720S GT3) - ABSSA - 28"358
11 - O'Young/Nielsen (Mercedes-AMG GT3) - Craft-Bamboo - 38"919
12 - Lee/Goetz (Mercedes-AMG GT3) - Craft-Bamboo - 1'22"800
13 - Tjiptobiantoro/Haryanto (Ferrari 488 GT3) - T2 Motorsports - 1'24"800
14 - Jingzu/Congfu (Audi R8 LMS GT3 Evo) - Audi Sport Asia Team Absolute - 1'26"000
15 - Macpherson/Porter (Lamborghini Huracan GT3 Evo) - AMAC - 1'54"700
16 - Asavahame/Asai (Lamborghini Huracan GT3 Evo) - Vattana - 1 giro
17 - Au/Moh (Mercedes-AMG GT3) - Craft-Bamboo - 1 giro
18 - Jukuchou/Kinoshita (BMW M4 GT4) - BMW Team Studie - 2 giri
19 - Chang/Chi (Mercedes-AMG GT4) - Team iRace.Win - 2 giri
20 - Lee/Fong (Mercedes-AMG GT4) - GTO Racing with TTR - 3 giri
21 - Yu/Wee (Mercedes-AMG GT4) - Craft-Bamboo - 3 giri
22 - Santoso/Chong (Mercedes-AMG GT4) - Team iRace.Win - 3 giri

Ritirati
Au/Schandorff

Il campionato
1.Bruins 137; 2.Sathienthirakul/Hamprecht 125; 3.Sakamoto 118; 3.Inthraphuvasak 118; 4.Metzeger 101; 5.Imperatori 92; 6.Tan/Rump 90; 7.Bo 74; 8.Chen 61; 9.Hongli 55; 10.Heimgartner 54.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone