11 Apr [15:46]

Bottas e i sospetti della Mercedes:
«A Sakhir, vantaggio strano per la Ferrari»

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Stefano Semeraro

Pre-tattica o realismo? «Non so se saremo più vicini alle Ferrari stavolta», dice Lewis Hamilton. «sono le prima gare della stagione, giudicare è difficile, del resto non ci aspettavamo le prestazioni dell’Australia e neppure quelle della seconda gara. Il secondo rettilineo può avvantaggiare le Ferrari, spero non ci tocchi puntare ancora sull’affidabilità. In Bahrain le qualifiche sono andate bene ma in gara il distacco con le rosse era notevole».

Il fattore 1000 (Gp) non lo emoziona più di tanto. «Sono qui per vincere se è il numero 1000 o il 2000 conta poco, è una cifra che non conta. Vettel e Leclerc come me e Alonso ai tempi della McLaren. Boh, forse un po’ sì, Alonso aveva già vinto due mondiali, Vettel quattro, e io ero un esordiente come Charles. Per me significa solo che devo battermi contro due piloti molto veloci. La cosa chiare è che la lotta per il titolo al momento riguarda almeno quattro piloti, ma non trascurerei neppure la Red Bull».

Bottas, da leader mondiale, si è invece interrogato sul divario di prestazioni visto fra Melbourne e il Bahrain. «Il miglioramento del passo gara delle Ferrari a Shakir era strano, non so se sia stato dovuto alla pista o se il loro vantaggio si confermerà, di sicuro a Melbourne qualcosa per loro è andato storto. Qui comunque la potenza conta tanto, quindi i rettilinei potrebbero aiutarli, sicuramente è un settore su cui dobbiamo lavorare molto».

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone