7 Lug [15:21]

Budapest - Gara 2
Quarta vittoria consecutiva di Sato

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Budapest - Mattia Tremolada

P‍rosegue la cavalcata trionfale di Marino Sato nell'Euroformula Open 2019, con il pilota giapponese che ha ottenuto la quarta vittoria consecutiva, centrando un'altra doppietta dopo quella ottenuta a Spa Francorchamps. Un successo importantissimo per l'alfiere del team Motopark, che ora può vantare 81 punti di vantaggio nei confronti di Lukas Dunner, protagonista di un bellissimo weekend a Budapest, in quella che l'austriaco considera la propria gara di casa.

Sato e Dunner hanno approfittato della confusione al via per portarsi rispettivamente in prima e terza posizione, mentre Liam Lawson e Yuki Tsunoda sono rimasti fermi sulla griglia, scivolando fuori dalla zona punti. I due alfieri dello Junior Team Red Bull hanno faticato a risalire il gruppo, fermandosi rispettivamente in decima e undicesima posizione, cedendo a Dunner la seconda piazza in classifica generale e il ruolo di principale avversario di Sato.

Secondo posto per Nobuharu Matsushita, che dopo aver perso la prima posizione ai danni del connazionale, non è più riuscito ad avvicinarsi per tentare un attacco. Q‍uarto posto per il suo compagno di squadra Christian Hahn, che ha ben difeso la medaglia di legno dagli attacchi di Linus Lundqvist e Teppei Natori, leader della classifica riservata ai rookie dopo l'uscita di scena di Javier Gonzalez, che è andato largo in curva quattro danneggiando la propria ala anteriore. Il team RP Motorsport ha così perso la possibilità di conquistare la prima vittoria stagionale, seppur di categoria. La squadra veneta era scesa in pista con una sola vettura, dopo il forfait di Pierre Louis Chovet, che ha sofferto i postumi di una brutta caduta in bicicletta nella giornata di giovedì.

J‍ack Doohan si è riscattato dall'errore di ieri salendo sul podio dei rookie, davanti a Calan Williams, Nicolai Kjaergaard e Lawson. Billy Monger, partito dall'ultima posizione è risalito decimo, ma ha poi ceduto agli attacchi dei due piloti Red Bull in rimonta. Julian Hanses è uscito di pista in curva quattro, richiamando la safety car e ponendo fine ad un weekend difficile. Tredicesimo Aldo Festante, autore anche di una falsa partenza.

Domenica 7 luglio 2019, gara 2

1 - Marino Sato (Dallara-Spiess) - Motopark - 32'41"540
2 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Spiess) - Carlin - 0"653
3 - Lukas Dunner (Dallara-HWA) - Teo Martin - 1"047
4 - Christian Hahn (Dallara-Spiess) - Carlin - 4"732
5 - Linus Lundqvist (Dallara-HWA) - Double R - 6"118
6 - Teppei Natori (Dallara-Spiess) - Carlin - 7"515
7 - Jack Doohan (Dallara-HWA) - Double R - 9"463
8 - Calan Williams (Dallara-HWA) - Fortec - 10"929
9 - Nicolai Kjaergaard (Dallara-Spiess) - Carlin - 11"581
10 - Liam Lawson (Dallara-Spiess) - Motopark - 12"387
11 - Yuki Tsunoda (Dallara-Spiess) - Motopark - 13"035
12 - Billy Monger (Dallara-Spiess) - Carlin - 14"023
13 - Aldo Festante (Dallara-HWA) - Teo Martin - 17"286
14 - Cameron Das (Dallara-HWA) - Fortec - 18"330
15 - Rui Andrade (Dallara-HWA) - Drivex - 18"885
16 - Javier Gonzalez (Dallara-Spiess) - RP Motorsport - 22"139

Ritirati
Julian Hanses

Non partito
Pierre Louis Chovet

Giro più veloce: Lukas Dunner 1'37"126

Il campionato
1.Sato 208 punti; 2.Dunner 127; 3.Lawson 120; 4.Tsunoda 110; 5.Hanses 74; 6.Lundqvist 71; 7.Doohan 58; 8.Hahn 56; 9.Natori 50; 10.Kjaergaard 30; 11.Monger 29; 12.Samaia 26; 13.Matsushita 20.‍14.Williams 16; 15.Das 15; 16.Gonzalez 8; 17.Festante 6; 18.Chovet 2;

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone