6 Lug [12:29]

Budapest - Qualifica 1
Dunner torna in pole

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Budapest - Mattia Tremolada

Lukas Dunner ha conquistato la pole position in quella che considera la sua gara di casa. Nonostante il pilota del team Teo Martin sia nato in Austria, il circuito dell'Hungaroring, situato alle porte di Budapest, è il più vicino al suo luogo di residenza. L'aria familiare deve avergli fatto bene, tanto che Dunner si è preso la seconda partenza al palo della stagione dopo quella conquistata nel primo appuntamento di Le Castellet.

M‍arino Sato ci ha provato in tutti i modi a mettersi davanti, ma si è dovuto accontentare della seconda piazza. Il pilota giapponese può comunque sorridere: Liam Lawson, secondo in campionato con 54 punti di ritardo, ha ottenuto il terzo tempo, ma scatterà solamente sesto a causa della penalità di 3 posizioni rimediata nella seconda corsa di Spa, quando il pilota neozelandese ha colpito il compagno di squadra Yuki Tsunoda, che erediterà la terza casella dello schieramento avendo ottenuto il quarto tempo.

O‍ttima prestazione per Teppei Natori, autore del quinto tempo con la monoposto del team Carlin. L'unico pilota giapponese in difficoltà è Nobuharu Matsushita, relegato in sedicesima piazza dopo la cancellazione del suo miglior tempo per track limits. Fresco della prima vittoria in Formula 2 conquistata a Spielberg una settimana fa, Matsushita debutta in Euroformula Open per scoprire i segreti del circuito di Budapest. In realtà il pilota giapponese aveva già preso parte alla Winter Series sul circuito di Le Castellet, vincendo gara uno.

Buona la prova delle monoposto del team Double R: Linus Lundqvist è sesto, mentre Jack Doohan ha ottenuto l'ottavo tempo nonostante sia rimasto fermo ai box per oltre metà sessione per conservare un set di gomme. Tra di loro si è inserito Christian Hahn. Chiudono la top ten Calan Williams e Cameron Das, che ha abbandonato il team Fortec per passare in Motopark. Curioso però che il suo ex compagno di squadra lo abbia battuto nelle prove ufficiali. Tredicesima piazza per Aldo Festante del team Teo Martin, rimasto orfano di Guilherme Samaia alla vigilia di questa corsa.

Sabato 6 luglio 2019, qualifica 1

1 - Lukas Dunner (Dallara-HWA) - Teo Martin - 1'35"058
2 - Marino Sato (Dallara-Spiess) - Motopark - 1'35"324
3 - Yuki Tsunoda (Dallara-Spiess) - Motopark - 1'35"530
4 - Teppei Natori (Dallara-Spiess) - Carlin - 1'35"815
5 - Linus Lundqvist (Dallara-HWA) - Double R - 1'35"836
6 - Liam Lawson (Dallara-Spiess) - Motopark - 1'35"509*
7 - Christian Hahn (Dallara-Spiess) - Carlin - 1'35"904
8 - Jack Doohan (Dallara-HWA) - Double R - 1'35"974
9 - Calan Williams (Dallara-HWA) - Fortec - 1'36"101
10 - Cameron Das (Dallara-HWA) - Fortec - 1'36"191
11 - Javier Gonzalez (Dallara-Spiess) - RP Motorsport - 1'36"250
12 - Julian Hanses (Dallara-Spiess) - Motopark - 1'36"266
13 - Aldo Festante (Dallara-HWA) - Teo Martin - 1'36"278
14 - Nicolai Kjaergaard (Dallara-Spiess) - Carlin - 1'36"354
15 - Billy Monger (Dallara-Spiess) - Carlin - 1'36"415
16 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Spiess) - Carlin - 1'36"609
17 - Rui Andrade (Dallara-HWA) - Drivex - 1'36"864
18 - Pierre Louis Chovet (Dallara-Spiess) - RP Motorsport - 1'37"566

*penalizzato di tre posizioni


Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone