2 Mag [9:36]

Dalla stagione 2020 il WTCR
al Motorland Aragon per tre anni

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Nel 2020 il Mondiale Turismo tornerà a correre in Spagna: lo farà al Motorland Aragon, i cui organizzatori hanno annunciato in prima persona l'accordo triennale raggiunto con Eurosport Events. La serie iridata non fa tappa in terra ispanica dal 2012, con l'ultima apparizione a Valencia del vecchio WTCC, quando i modelli protagonisti erano ancora quelli della classe Super 2000.

Il tracciato situato ad Alcaniz, progettato da Hermann Tilke e inaugurato nel 2009, oggi e conosciuto soprattutto per ospitati un Gran Premio del Motomondiale e della Superbike. Per quanto riguarda le quattro ruote, negli ultimi questi anni gli eventi accolti sono stati soprattutto di livello nazionale. "Si è lavorato intensamente e con passione per portare una competizione automobilistica di livello internazionale dopo la chiusura della World Series by Renault", si legge nel comunicato diffuso dai promotori. Da parte di Eurosport notizie ufficiali arriveranno però soltanto dopo il Consiglio Mondiale della FIA.

Nella griglia del WTCR non manca attualmente una buona componente spagnola: in primis grazie al marchio Cupra (che trae le proprie origini da Seat), con le vetture schierate dai team Comtoyou e PWR. Una di queste è affidata al giovane Mikel Azcona, arrivato da campione in carica del TCR Europe, al momento sesto in classifica e capace di salire sul podio in gara 3 a Marrakech.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone