9 Lug [19:00]

I ferraristi sperano
"In gara si può recuperare"

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino - Photo4

Anche a Silverstone, per la Ferrari non è andata in scena una qualifica in linea con le aspettative: quinto Kimi Raikkonen, sesto Sebastian Vettel, che sarà però costretto a partire dall'undicesima posizione in griglia vista la sostituzione del cambio. E davanti alle Rosse, oltre alla solita Mercedes, si sono messe anche le due Red Bull.

"Non siamo soddisfatti, ma è il massimo che siamo riusciti ad ottenere. Conosciamo bene i nostri limiti su questa pista e sappiamo dove abbiamo più difficoltà, il tracciato e le condizioni non rendono le cose semplici e ci sono alcune cose che ci hanno un po' bloccato", ha sottolineato Raikkonen. "Questo pomeriggio la macchina è migliorata molto rispetto a ieri, ma ovviamente non era ancora veloce a sufficienza. In Q2 mi sono complicato la vita da solo, andando in testacoda con il primo set di gomme nuove, e con quello successivo ho bloccato la gomma anteriore. Al mio ultimo tentativo sono riuscito a passare in Q3, ma queste cose non dovrebbero accadere".

Il finlandese spera di poter recuperare: "In gara le condizioni sono sempre diverse e qui possono cambiare molto. Di solito la domenica siamo più forti e speriamo che domani sia lo stesso. Cercheremo di fare una buona partenza, di far lavorare bene le gomme e prendere le decisioni giuste".

Vettel è concorde: "Su questa pista sembriamo un poco indietro, penso che in passato abbiamo fatto dei passi avanti, ma probabilmente non abbastanza, anche rispetto ad altri, quindi credo ci sia molto da recuperare. Dobbiamo rendere la macchina più veloce, avere più carico aerodinamico, al tempo stesso renderla più efficiente e aggiungere un po' di potenza". Il tedesco non è soddisfatto neppure della propria prestazione: "Stavo facendo un buon giro, ma ho spinto un pò troppo alla Stowe e ho perso la macchina, poi nel secondo tentativo sono andato largo alla prima curva e da lì in avanti non c’è stato niente da fare". Senza dimenticare la penalità: "La dobbiamo accettare, cosa che abbiamo fatto preparandoci normalmente alla sessione. Ma non è a questo che si pensa di solito prima di una gara".

Non manca però l'ottimismo: "Mi aspetto di fare una buona corsa, il ritmo c’è e la posizione di partenza non rispecchia il nostro valore. Per questo motivo sono sicuro che possiamo fare progressi. Spero in una buona partenza, un buon primo giro e poi si vedrà. Forse ci sarà un po' di pioggia, non possiamo saperlo, adesso dobbiamo solamente tenere la testa bassa, mantenere la calma e cercare di divertirci".

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone