29 Giu [0:31]

Il caso - La FIA non molla
Vettel rischia di venire punito?

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

"... Lunedì 3 luglio la FIA esaminerà ulteriormente le cause dell'incidente per valutare se saranno necessari altre azioni. Un comunicato sulle decisioni di questo processo sarà disponibile prima del Gran Premio d'Austria". Con questo comunicato la FIA ha dunque riaperto il caso Vettel-Hamilton che pareva ormai chiuso con la sanzione comminata in pista a Baku al tedesco, 10" scontati ai box con uno stop-and-go. Evidentemente, al presidente FIA Jean Todt non è bastato e dunque la reazione di Vettel e il rallentamento di Hamilton saranno ulteriormente esaminati.

Perché? Al tedesco della Ferrari si contesta il comportamento, l'azione, la ruotata avvenuta a 30 o 40 km/h. Dunque non la pericolosità della manovra, ma il gesto. Quale decisione potrebbe essere presa? Impossibile fare congetture, ma la riapertura del caso non lascia intravvedere nulla di buono per Vettel. Le ultime notizie sull'episodio raccontano che a Sebastian, alzando le mani per gesticolare contro l'inglese della Mercedes mentre lo affiancava, sia scappato il volante ed abbia così urtato Hamilton. Forse anche per questo la FIA vuole capire meglio come è andata.

Si dice anche che a Parigi potrebbero essere convocati sia Vettel sia Hamilton. Una ramanzina, per entrambi, per cercare di tenere bassi i toni della grande sfida che ci stanno regalando in questo splendido inizio di mondiale. Di certo, se maturasse la sentenza di sospendere per un Gran Premio Vettel, si creerebbe un pesante precedente oltre che il sospetto che il campionato del mondo 2017 possa venire manipolato in sedi ben lontane dalle piste. Un tunnel che porterebbe a una serie infinite di contestazioni, sospetti, turbamenti, ripicche, polemiche continue, e chissà cos'altro ancora.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone