25 Mag [15:42]

Monte-Carlo - Libere 2
Vettel strepitoso, poi Ricciardo

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa - Photo 4

Sebastian Vettel straripante nel secondo turno di prove libere a Monte-Carlo. Il tedesco, con le gomme ultra soft, ha stracciato la concorrenza con il tempo di 1'12"720, mezzo secondo più veloce di Daniel Ricciardo che con la Red Bull-Renault si è preso la seconda posizione. La Ferrari sembra volare nel Principato di Monaco e lo conferma anche il terzo posto di Kimi Raikkonen. Vettel implacabile dunque, ha poi ammesso che deve ancora migliorare l'assetto della sua SF70H, e Mercedes stranamente in difficoltà nonostante l'impiego degli pneumatici ultra soft. Lewis Hamilton è risultato ottavo, Valtteri Bottas decimo, con tempi più alti anche rispetto alla prima sessione. È dunque lecito pensare che in casa Mercedes non si sia cercata la prestazione.

Ricciardo vuole intromettersi nella sfida Ferrari-Mercedes. Ha tutte le qualità per farlo e già lo scorso anno perse il GP di Monaco per colpa di un errore del box Red Bull. Il secondo tempo odierno conferma la sua volontà. Buon terzo Raikkonen nonostante non abbia mai digerito troppo il circuito monegasco. La grande sorpresa arriva dalla Toro Rosso-Renault. Montate le ultra soft, Daniil Kvyat ha conquistato il quarto tempo davanti al compagno di squadra Carlos Sainz. Soltanto sesto Max Verstappen con la seconda Red Bull-Renault che non ha sfruttato in pieno le gomme nel momento giusto anche per la bandiera rossa uscita per l'incidente di Lance Stroll al Casinò.

Sempre consistente Sergio Perez, settimo con la Force India-Mercedes, mentre Kevin Magnussen ha portato la Haas-Ferrari in una ottima nona posizione. Cresce la McLaren-Honda che è undicesima con Stoffel Vandoorne e dodicesima con l'incredibile Jenson Button, che sembra aver guidato fin dall'inverno questa monoposto. Nico Hulkenberg con la Renault è soltanto diciassettesimo per via del problema alle batterie sofferto nel primo turno dove non ha girato. Nella seconda sessione a fermarsi dopo appena 8 giri è stato il suo compagno Jolyon Palmer con una nuvola di fumo sprigionatasi dal posteriore della sua RS17. Male le Sauber-Ferrari che chiudono la classifica: Se per Marcus Ericsson vi è la giustificazione di non aver completato neanche un giro cronometrato nel primo turno, appare strana la difficoltà di Pascal Wehrlein di occupare posizioni più dignitose dopo il gran GP di Spagna disputato.

Giovedì 25 maggio 2017, libere 2

1 - Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'12"720 - 38 giri
2 - Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) - 1'13"207 - 35
3 - Kimi Raikkonen (Ferrari) - 1'13"283 - 46
4 - Daniil Kvyat (Toro Rosso-Renault) - 1'13"331 - 41
5 - Carlos Sainz (Toro Rosso-Renault) - 1'13"400 - 43
6 - Max Verstappen (Red Bull-Renault) - 1'13"486 - 36
7 - Sergio Perez (Force India-Mercedes) - 1'13"799 - 45
8 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'13"873 - 31
9 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'13"890 - 46
10 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'13"902 - 39
11 - Stoffel Vandoorne (McLaren-Honda) - 1'13"946 - 42
12 - Jenson Button (McLaren-Honda) - 1'13"981 - 37
13 - Felipe Massa (Williams-Mercedes) - 1'14"003 - 46
14 - Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 1'14"022 - 44
15 - Esteban Ocon (Force India-Mercedes) - 1'14"093 - 47
16 - Lance Stroll (Williams-Mercedes) - 1'14"474 - 27
17 - Nico Hulkenberg (Renault) - 1'14"870 - 41
18 - Jolyon Palmer (Renault) - 1'15"616 - 8
19 - Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) - 1'15"691 - 32
20 - Pascal Wehrlein (Sauber-Ferrari) - 1'15"695 - 37

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone