1 Nov [18:27]

Lorenzo ci riprova a Sepang:
"Adesso penso solo alla Ducati"

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
I medici gli hanno dato il via libera, Jorge Lorenzo sarà di nuovo in sella per la FP1 del Gran Premio di Malesia della MotoGP. Sarà il suo penultimo weekend in Ducati, prima del passaggio in Honda, e lo spagnolo desidera tornare in gara per concludere degnamente la sua avventura in rosso.

Anche perché dalla vittoria in Austria ad agosto, "Porfuera" non ha più ottenuto punti: ritirato a Misano e Alcaniz, poi infortunato al polso nella caduta durante le prove libere in Thailandia che lo ha costretto a dare forfait anche in Giappone e Australia.

"Cercherò di esserci, di trovare un po' di ritmo, di guidare di nuovo. Se fosse possibile essere competitivo, ancora meglio. Non si può mai sapere, potrebbe piovere e per me sarebbe più facile. In base alle sensazioni, vedremo cosa saremo in grado di fare", ha raccontato Lorenzo durante la conferenza stampa del giovedì a Sepang.

A chi gli ha chiesto se c'è l'idea di "conservarsi" in vista del primo test sulla Honda, subito dopo l'ultimo round di Valencia, il maiorchino ha risposto: "No, conta di più poter girare nelle libere. Si tratta sempre del presente, e del prossimo obiettivo. Sono uno che vive il momento. Oggi sono un pilota Ducati e penso alla Ducati, a stagione conclusa mi concentrerò sulla mia sfida futura".

Altro intervento per Crutchlow
Per un Lorenzo che tenta di tornare in pista, come noto mancherà all'appello Cal Crutchlow: il britannico si intanto sottoposto ad un secondo intervento chirurgico per stabilizzare la tibia fratturata nel violento crash della FP2 a Phillip Island. In Malesia il portacolori del team LCR sarà sostituito da Stefan Bradl, collaudatore ufficiale HRC che già al Sachsenring era stato chiamato a rimpiazzare il nostro Franco Morbidelli. Considerata l'entità della lesione riportata da Crutchlow, il tedesco potrebbe correre anche a Valencia.