29 Ago [15:48]

Spa - Gara
Grande vittoria di Hamilton

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Terza vittoria stagionale per Lewis Hamilton con la McLaren-Mercedes dopo quelle ottenute a Istanbul e Montreal. Un successo ampiamente meritato, nato fin dai primi metri di gara quando il poleman Mark Webber ha tentennato in partenza scivolando al sesto posto. Hamilton ha gestito bene la prima spruzzata di pioggia, arrivata già nel corso del primo giro, tenendo a bada il compagno di squadra Jenson Button. Ha poi segnato una serie incredibile di giri veloci finché a poche tornate dal traguardo è nuovamente tornata la pioggia. Questa volta più intensa. Hamilton ha rischiato finendo nella ghiaia, ma è riuscito a cavarsela bene tornando rapidamente in pista e andando infine a vincere.

Dietro a Hamilton ha concluso Webber. Risalito al terzo posto, il pilota della Red Bull ha guadagnato la seconda piazza quando Robert Kubica è arrivato un poco lungo nella piazzola del proprio box perdendo attimi preziosi. Webber ha perso la leadership del mondiale, ma rimane in piena corsa per il titolo. Anche perché Sebastian Vettel e Jenson Button non hanno preso punti. Tutta colpa del tedesco che nel tentativo di superare il campione del mondo, mentre erano in bagarre per la seconda posizione, ha commesso un imperdonabile errore finendo addosso alla McLaren. Button si è subito ritirato, Vettel ha proseguito concludendo (dopo un drive through e una foratura rimediata in un altro contatto con Vitantonio Liuzzi) quindicesimo.

Kubica aveva la faccia arrabbiata a fine GP. Il secondo posto era il suo senza quella distrazione in corsia box. Bravo comunque e brava la Renault che ha subito fatto andare al meglio lo F-Duct utilizzato in gara. Bella prestazione di Felipe Massa, quarto sul traguardo nonostante non ami le condizioni di pioggia. Fernando Alonso ha pagato caro l'errore strategico in qualifica. Partito dalla quinta fila, alla variante è stato violentemente tamponato da Rubens Barrichello. La sua F10 ha resistito all'urto, ma si è dovuto fermare ai box. Alonso ha recuperato fino alla ottava posizione, ma a pochi km dal traguardo si è girato colpendo le protezioni.

Bene Adrian Sutil, quinto con la Force India-Mercedes, poi le due Mercedes di Nico Rosberg e Michael Schumacher, autori di un bel recupero dalle retrovie nelle quali si trovavano in griglia di partenza. Un punto importante lo ha conquistato per la Toro Rosso lo spagnolo Jaime Alguersuari. Il baby della F.1 ha saputo gestire brillantemente un GP estremamente difficile mettendosi sempre dietro il compagno Sebastien Buemi.

La cronaca
Webber ha una esitazione al via e Hamilton si tuffa verso la prima curva da leader seguito da Kubica, Button che tenta di infilare il polacco, Vettel, Massa, Webber e Sutil. Piove nella parte finale della pista e tutti, o quasi, arrivano lunghi alla variante finale. Barrichello però vi giunge più veloce degli altri e va a sbattere contro la Ferrari di Alonso. Safety-car. Subito entrano ai box per il cambio gomme De La Rosa, Alguersauri, Kovalainen, Glock, Buemi e lo stesso Alonso. KO Barrichello. Al restart, Vettel infila di astuzia Kubica alla Source, Sutil si libera di Hulkenberg. Tornano ai box Alonso, De La Rosa, Buemi, Alguersuari e Kovalainen per rimontare le slick. Lo spagnolo della Ferrari ha le dure. Si gira Senna che si ferma ai box.

Al 7° giro, Hamilton ha 4"8 su Button, 5"5 su Vettel poi Kubica, Webber, Massa, Sutil, Hulkenberg, Liuzzi, Rosberg, Petrov, Schumacher, Kobayashi, Trulli, Di Grassi. Al 10° giro, sosta ai box di Liuzzi. Hamilton è implacabile e segna giri veloci a raffica. Petrov attacca Rosberg a Les Combes e lo supera, il tedesco va oltre il cordolo e viene passato anche da Schumacher. Le due Mercedes si urtano leggermente e Rosberg ci rimette la parte sinistra dell'ala. Al 12° giro, Vettel prende Button e lo attacca. Il campione del mondo non ha una buona velocità e dietro di lui si raggruppano Vettel, Kubica, Webber, Massa.

Bel duello tra Alonso e Liuzzi. Al 14° giro, alla variante, il ferrarista supera l'italiano che viene accompagnato oltre il cordolo. Al 15° passaggio, nello stesso punto, Vettel prende la scia di Button, l'inglese tiene la traiettoria interna, il tedesco si sposta, ma perde il controlla della sua Red Bull che fa il pendolo e centra la fiancata della McLaren. Button si ritira, Vettel va ai box e riparte. Kubica ringrazia e si ritrova secondo davanti a Webber, Massa, Sutil, Schumacher, Rosberg, Kobayashi, Petrov. Hulkenberg cambia le gomme. Vettel è 12° e tenta di superare Liuzzi. Il pilota della Force India non molla e con grinta passa Vettel sul rettifilo del Kemmel.

Vettel viene penalizzato con un drive through per l'incidente con Button. Pit stop per Webber al giro 22, poi tocca a Kubica. Il polacco rientra davanti a Webber e respinge l'assalto dell'australiano. Hamilton va al pit al giro 24. La Force India è la macchina più veloce in rettilineo e Sutil si prende il quinto posto ai danni di Schumacher realizzando anche il gpv in 1'50"800. De La Rosa (12°) commette un errore e ne approfittano Vettel e Alguersuari. Al giro 25, Hamilton comanda con 9"3 su Kubica (che segna il gpv in 1'50"403), poi Webber, Massa, Sutil, Schumacher, Rosberg, Kobayashi, Alonso e Petrov. Vettel si rituffa su Liuzzi che supera alla variante.

Ma la Red Bull del tedesco viene urtata dalla Force India dell'italiano. Liuzzi entra subito ai box per cambiare l'ala, Vettel prosegue ma si accorge dopo poco di avere una gomma posteriore forata e dovrà percorrere un intero giro per fermarsi a cambiarla. Il gpv è di Massa che al giro 26 realizza 1'50"111. Ma è Hamilton a fare meglio di tutti con 1'49"591 che poi ritocca con 1'49"422, 1'49"218 e 1'49"069. Alonso (9°) raggiunge Kobayashi, ma il giapponese è ostico. Duello tra De La Rosa (12°) e Hulkenberg col tedesco che nel Kemmel cerca di intimidire in maniera non proprio pulita lo spagnolo. A 10 giri dal termine cadono le prime gocce di pioggia nella zona di arrivo e Glock monta subito le rain.

Hamilton prosegue come Kubica, Webber e Massa. Hamilton fa una passeggiata nella ghiaia alla Frere, ma per sua fortuna riesce a non piantarsi e ritorna in pista sempre in prima posizione, ma con Kubica più vicino. I primi quattro ai box per il cambio gomme al giro 35. Kubica arriva lungo nella sua postazione e Webber lo supera. Hulkenberg rimane con le slick e va in testacoda, ma prosegue. Piove e Hamilton ha 4"2 su Webber al giro 37, poi Kubica, Massa, Sutil, Schumacher, Kobayashi, Alonso, Rosberg, Petrov. Alonso si gira dopo la chicane Les Combes e sbatte. La sua Ferrari rimane ferma in mezzo alla pista ed entra la safety-car. Vettel (17°) si riferma ai box per montare gomme heavy rain.

Si riparte al giro 41, le posizioni di testa non variano, dietro invece Rosberg è duro su Schumacher a Les Combes e lo passa per la sesta posizione. A Pouhon si gira Trulli che viene evitato per un pelo da chi lo segue. De La Rosa scavalca Alguersuari per la decima posizione. Lo spagnolo è attaccato da Liuzzi. De La Rosa va in ghiaia, ma senza danni, però perde due posti.

Massimo Costa

Nella foto, Hamilton in testa dopo il via (Photo Pellegrini)

Domenica 29 agosto 2010, gara

1 - Lewis Hamilton (McLaren MP4/25-Mercedes) - 44 giri 1.29'04"268
2 - Mark Webber (Red Bull RB6-Renault) - 1"571
3 - Robert Kubica (Renault R30) - 3"493
4 - Felipe Massa (Ferrari F10) - 8"264
5 - Adrian Sutil (Force India VJM03-Mercedes) - 9"094
6 - Nico Rosberg (Mercedes MGP W01) - 12"359
7 - Michael Schumacher (Mercedes MGP W01) - 15"548
8 - Kamui Kobayashi (Sauber C29-Ferrari) - 16"678.
9 - Vitaly Petrov (Renault R30) - 23"851
10 - Vitantonio Liuzzi (Force India VJM03-Mercedes) - 34"831
11 - Pedro De La Rosa (Sauber C29-Ferrari) - 36"019
12 - Sebastien Buemi (Toro Rosso STR5-Ferrari) - 39"895
13 - Jaime Alguersuari (Toro Rosso STR5-Ferrari) - 49"457
14 - Nico Hulkenberg (Williams FW32-Cosworth) - 1 giro
15 - Sebastian Vettel (Red Bull RB6-Renault) - 1 giro
16 - Heikki Kovalainen (Lotus T127-Cosworth) - 1 giro.
17 - Lucas Di Grassi (Virgin VR01-Cosworth) - 1 giro
18 - Timo Glock (Virgin VR01-Cosworth) - 1 giro
19 - Jarno Trulli (Lotus T127-Cosworth) - 1 giro
20 - Sakon Yamamoto (Hispania F110-Cosworth) - 2 giri

Giro più veloce: Lewis Hamilton 1'49"069

Ritirati
0 giri - Rubens Barrichello.
5° giro - Bruno Senna
15° giro - Jenson Button
37° giro - Fernando Alonso

Il campionato piloti
1.Hamilton 182; 2.Webber 179; 3.Vettel 151; 4.Button 147; 5.Alonso 141; 6.Massa 109; 7.Kubica 104; 8.Rosberg 102; 9.Sutil 45; 10.Schumacher 44; 11.Barrichello 30; 12.Kobayashi 21; 13.Petrov 19; 14.Liuzzi 13; 15.Hulkenberg 10; 16.Buemi 7; 17.De La Rosa 6; 18.Alguersuari 3.

Il campionato costruttori
1.Red Bull-Renault 330; 2.McLaren-Mercedes 329; 3.Ferrari 250; 4.Mercedes 146; 5.Renault 123; 6.Force India-Mercedes 58; 7.Williams-Cosworth 40; 8.Sauber-Ferrari 27; 9.Toro Rosso-Ferrari 10.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone