28 Dic [9:33]

Maturità al 4° anno per la Honda NSX?

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

La nuova NSX porterà in pista molte speranze per la Honda. La vettura giapponese, che sarà cambiata quest’anno per tentare finalmente di raggiungere il livello prestazionale delle rivali Nissan GT-R e Lexus LC500, rifletterà il lancio della controparte stradale, che ha anch’essa avuto una travagliata gestazione, venendo riprogettata quando era già vicina alla produzione. Dopo la decisione di quest’anno di abbandonare il sistema ibrido, il via era stato devastante ad Okayama con tutte le vetture agli ultimi posti della classifica nonostante il peso ridotto.

Il problema sarà nuovamente l’utilizzo del motore centrale sulla piattaforma telaistica condivisa col DTM e che per concezione prevede invece un utilizzo esclusivo con motore anteriore. Sarà il quarto tentativo per la casa di Hamamatsu. “Non ottenere risultati dopo tre anni è stato frustrante - ha spiegato il Project Leader Masahiko Matsumoto - ma continueremo a sviluppare il modello tecnico attuale, migliorando il telaio e andando ad ottimizzare ulteriormente le caratteristiche del motore.”

In più ci saranno un’aerodinamica rinnovata, sia nei complessi splitter/ali/estrattore sia nel corpo vettura e - ultimo ma non meno importante - l’innesto del team ufficiale Mugen. Anche se in quest’ultimo caso si è forse trattato quasi di una mossa d’emergenza dopo l’addio del Drago Corse di Ryo Michigami.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone