13 Feb [7:13]

Hildebrand al top nei test di Phoenix

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

JR Hildebrand ha chiuso al comando i test dell’IndyCar a Phoenix. Anche senza una scia, il pilota di Ed Carpenter ha mantenuto il comando anche nelle fasi finali quando diversi contatti hanno caratterizzato le operazioni. Hildebrand è poi finito nelle barriere con 30 minuti alla conclusione, senza riportare guai fisici. Anche Carpenter è stato veloce, chiudendo secondo davanti a Will Power, Mikhail Aleshin e Tony Kanaan

Incidenti anche da parte di Alexander Rossi e Takuma Sato così come per Graham Rahal: diversi piloti hanno spinto al limite (o oltre il limite) nella prima occasione di tornare tutti insieme in pista nel 2017. Nessuna conseguenza, oltre ai danni alle vetture, è però da registrare. Inoltre, le scuderie hanno giocato sui livelli di deportanza per deliberare il pacchetto definitivo per la gara del 19 aprile in Arizona, passando da set-up con poca downforce a un maggior carico ma col rischio di “spanciare” sull’asfalto.

Indietro Josef Newgarden che, alla prima uscita ufficiale con il Team Penske, aveva comandato la prima sessione ma è stato a sua volta protagonista di un “incontro ravvicinato” con Sebastien Bourdais, mentre Marco Andretti aveva comandato il secondo turno davanti a Graham Rahal. Ultimo turno (Hildebrand ha dominato la terza sessione) per Ryan Hunter-Reay davanti a Sebastien Bourdais.

In particolare per quanto riguarda gli ultimi turni, si sono tenuti le spalle coperte in Penske, con tutti i piloti più o meno “nascosti” a centro gruppo, e lo stesso vale per il team Ganassi che, tuttavia, ha spesso evidenziato partenze difficili ed è alle prese con l’adattamento a motori e aerokit Chevy.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone