21 Apr [12:34]

Brawn: «Non avrei mai
lavorato con Ecclestone»

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Stefano Semeraro

«Non avrei mai potuto lavorare con Ecclestone». Ross Brawn conferma quello che il Supremo detronizzato della F.1 aveva detto tempo fa in una intervista, ma tiene a precisare che non ha posto il siluramento dell'ultraottantenne manager inglese come condizione del suo impegno nella nuova struttura direttiva voluta da Liberty Media. «Lavorare con lui sarebbe potuto essere divertente», ha chiarito Brawn. «E forse non sarebbe stato impossibile, ma Bernie ha fatto le cose sempre a modo suo nel corso degli anni, e in maniera molto efficace. E non l'ho mai visto considerare seriamente di avere dei partner, specie nel gestire i suoi affari".

"Ha avuto persone che l'hanno aiutato a sviluppare alcuni aspetti, ma non sono sicuro che quello che io penso sia necessario per andare avanti coincidesse con quello che pensa lui. Ha sempre detto: “mai fare piani a lungo termine, perché non sai come andranno le cose quando ci arriverai”. Era un fan di un approccio tattico, reattivo, io la vedo al contrario, voglio un approccio che consideri il lungo termine».

L'ex ferrarista ha anche chiarito quali saranno i rapporti in futuro fra FIA e FOM: «Vogliamo avere un ruolo e batterci di più rispetto a quanto ha fatto la dirigenza della FOM in passato. Non che non fossero interessati, intendiamoci, ma erano più distaccati. Noi siamo arrivati in un momento di crisi, vogliamo contribuire a decidere quali saranno i regolamenti, ma l'ultima parola spetterà comunque alla FIA perché sono l'oro l'ente che regola la F.1».

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone