21 Apr [13:49]

Jakarta impazzisce per
Gelael e Toro Rosso

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Jakarta – Antonio Caruccio - Photo Pellegrini

Sembrava che a Jakarta ci fosse un concerto dei Coldpaly, invece il pubblico per le grandi occasioni era quello della presentazione della stagione agonistica di Sean Gelael. Poco importa che il campionato sia già iniziato, e che Sean abbia anche già provato la Toro Rosso Formula 1 in Bahrain, anzi questo ha fatto in modo che ci fosse ancora più affetto e partecipazione.

Un evento degno di una rock-star, con le più importanti personalità televisive indonesiane a condurre ed ospiti di grande valore, su tutti Franz Tost, Team Principal della Toro Rosso. L’austriaco ha speso parole incoraggianti riguardo il test di Sean, annunciando che Gelael tornerà alla guida della Toro Rosso nei test di Budapest ed Abu Dhabi. Esclusivo anche il grafico della telemetria che ha messo a confronto il lavoro di Gelael con quello di Kvyat, che ha invece girato il giorno dopo in Bahrain.

“Ci sono piccoli punti in cui migliorare, nel secondo giorno sono andato con Sean a bordo pista e sa dove mettersi a posto. È presto per parlare del futuro, ma Sean sa che dipende da come andrà la sua stagione in Formula 2 e da come procederà il lavoro con noi nei prossimi test, ma sono fiducioso” dice Tost ad una folta platea di giornalisti e di ospiti che sono andati al Paddock Party.

Quella tra Sean e la Toro Rosso sembra essere una storia con un finale aperto che potrebbe consentire all’indonesiano di fare il grande salto in futuro. Gelael, da sempre parte del Team Jagonya Ayam sin dalla sua fondazione, quest’anno corre in GP2 con Arden, e non sono mancati alla festa anche il compagno di squadra Normam Nato ed il General Manager Julian Rouse.

Ricardo Gelael, papà di Sean, dalla fondazione del Team Jagonya Ayam ha fatto tanto per il motorsport, e tanto sta ancora facendo. Ha avvicinato la popolazione indonesiana a questo sport, quanto mai vicina alla carriera del figlio, ed un po’ anche in Italia lo abbiamo adottato. Ricardo ha infatti creduto in Antonio Giovinazzi quando ancora nessuno lo conosceva, e se per il pugliese i Gelael sono una famiglia adottiva, anche per il nostro paese un po’ i Gelael sono di casa.

L’apertura a Gelael offre anche un interessante spunto di riflessione sul novo mercato della Formula 1, perché dopo il fallimento del progetto Haryanto, l’Indonesia ha un punto di riferimento importante a cui in questi ultimi anni, oltre a sponsor storici di Jagonya Ayam ha aderito anche Pertamina, e punta sulla diffusione globale ad un mercato di oltre 255 milioni, il quarto più grande al mondo dopo Cina, India e Stati Uniti.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone