18 Giu [23:12]

Darwin, gare
McLaughlin nel dominio Penske

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Silvano Taormina

Non si arresta la striscia positiva del DJR Team Penske che, a conclusione del weekend di Darwin, trova ancora una volta i suoi alfieri sul gradino più alto del podio. Un risultato equamente conseguito da Fabian Coulthard e Scott McLaughlin, i quali si sono divisi i successi. Un uno-due che adesso riflette anche le posizioni di vertice in campionato, con il più giovane dei due neozelandesi subentrato alle spalle del compagno di squadra. Le uniche spine nel loro fianco sono stati ancora una volta Jamie Whincup e Shane Van Gisbergen del Triple Eight, sul tracciato del Northern Territory incapaci di pungere come a Perth.

Coulthard si è aggiudicato agilmente la gara del sabato dopo aver ereditato la leadership da Rick Kelly, in pole con la Nissan in Q1 ma finito a muro dopo sedici giri con l'accelleratore in tilt. Più travagliata la gara di McLaughlin, risalito in seconda posizione dopo un escursione iniziale sulla ghiaia. A facilitargli la vita diverse situazioni di caution, l'ultima delle quali ha chiuso i giochi a quattro tornate dalla fine. Il podio lo ha completato il sorprendente Nick Percat, a sua volta abile a trarre vantaggio dalle varie interruzioni. Whincup non ha potuto fare altro che accontentarsi della quarta piazza, seguito da un buon Chaz Mostert che ha chiuso la top-five.

Non è andata bene a Van Gisbergen, centrato da Tander nel finale mentre navigava a ridosso del podio. Più sofferta la vittoria in gara 2 di McLaughlin, in continuo pressing da parte di Whincup che le ha provate tutte. Il pentacampione ha condotto il primo stint dopo aver avuto la meglio al via sul giovane kiwi che scattava dalla pole. La differenza nelle strategie ha prodotto una girandola di avvicendamenti al vertice. Coulthard, fino a quel momento terzo e primo tra i piloti di vertice ad imboccare la pit-lane, si è portato in testa dopo il primo valzer dei pit-stop.

Al termine di quello successivo, invece, McLaughlin ha ritrovato la testa della corsa insidiato da un Whincup con coperture più fresche. Quest'ultimo le ha provate tutte ma alla fine non è riuscito a sopravanzare la Ford Falcon del giovane rivale. Sul podio si è rivisto Van Gisbergen, nel finale in grado di sopravanzare Coulthard in sofferenza con gli pneumatici. Ottima la quinta piazza di Tim Slade, con alle spalle un opaco Lowndes. Completamente sprofondate le Falcon di casa Prodrive di Winterbottom e Mostert, entrambi oltre la quindicesima posizione. La classifica piloti vede sempre Coulthard leader, con McLaughlin e Whincup ad una manciata di lunghezze e Van Gisbergen leggermente più distaccato.

Sabato 17 giugno, gara 1

1 - Fabian Coulthard (Ford Falcon) - DJR Penske - 42 giri 52'28''282
2 - Scott McLaughlin (Ford Falcon) - DJR Penske - 0''378
3 - Nick Percat (Holden Commodore) - BJR - 1''345
4 - Jamie Whincup (Holden Commodore) - Triple Eight - 1''769
5 - Chaz Mostert (Ford Falcon) - Nash - 2''319
6 - Cameron Waters (Ford Falcon) - Prodrive - 4''193
7 - Craig Lowndes (Holden Commodore) - Triple Eight - 8''777
8 - David Reynolds (Holden Commodore) - Erebus - 9''349
9 - James Moffat (Holden Commodore) - GRM - 9''918
10 - Lee Holdsworth (Holden Commodore) - Schwerkolt - 10''644
11 - Tim Slade (Holden Commodore) - BJR - 11''041
12 - Tim Blanchard (Holden Commodore) - BJR - 11''408
13 - Will Davison (Holden Commodore) - Tekno - 11''728
14 - Mark Winterbottom (Ford Falcon) - Prodrive - 15''351
15 - Jason Bright (Ford Falcon) - Britek - 16''488
16 - Michael Caruso (Nissan Altima) - Kelly Racing - 16''915
17 - Cameron McConville (Holden Commodore) - Dumbrell - 17''814
18 - Todd Kelly (Nissan Altima) - Kelly Racing - 18''421
19 - Jack LeBroq (Nissan Altima) - MW - 25''132
20 - Simona De Silvestro (Nissan Altima) - Kelly Racing - 29''588
21 - Alex Rullo (Holden Commodore) - Dumbrell - 33''482
22 - James Courtney (Holden Commodore) - Walkinshaw - 48''711
23 - Scott Pye (Holden Commodore) - Walkinshaw - 58''531
24 - Macauley Jones (Holden Commodore) - BJR - 1 giro
25 - Dale Wood (Holden Commodore) - Erebus - 1 giro
26 - Garth Tander (Holden Commodore) - GRM - 1 giro
27 - Shane Van Gisbergen (Holden Commodore) - Triple Eight - 4 giri

Giro più veloce: James Moffat 1'06''982

Ritirati
16° giro - Rick Kelly

Domenica 18 giugno, gara 2

1 - Scott McLaughlin (Ford Falcon) - DJR Penske - 70 giri 1.21'04''273
2 - Jamie Whincup (Holden Commodore) - Triple Eight - 2''282
3 - Shane Van Gisbergen (Holden Commodore) - Triple Eight - 23''844
4 - Fabian Coulthard (Ford Falcon) - DJR Penske - 24''988
5 - Tim Slade (Holden Commodore) - BJR - 25''238
6 - Craig Lowndes (Holden Commodore) - Triple Eight - 25''813
7 - David Reynolds (Holden Commodore) - Erebus - 27''247
8 - Scott Pye (Holden Commodore) - Walkinshaw - 28''321
9 - Cameron Waters (Ford Falcon) - Prodrive - 31''769
10 - Rick Kelly (Nissan Altima) - Kelly Racing - 33''924
11 - Will Davison (Holden Commodore) - Tekno - 35''211
12 - Lee Holdsworth (Holden Commodore) - Schwerkolt - 36''574
13 - Jason Bright (Ford Falcon) - Britek - 39''061
14 - Mark Winterbottom (Ford Falcon) - Prodrive - 39''656
15 - Nick Percat (Holden Commodore) - BJR - 40''119
16 - Garth Tander (Holden Commodore) - GRM - 46''366
17 - Chaz Mostert (Ford Falcon) - Nash - 47''759
18 - James Courtney (Holden Commodore) - Walkinshaw - 51''819
19 - Michael Caruso (Nissan Altima) - Kelly Racing - 53''831
20 - Todd Kelly (Nissan Altima) - Kelly Racing - 54''277
21 - Tim Blanchard (Holden Commodore) - BJR - 54''622
22 - Jack LeBroq (Nissan Altima) - MW - 58''116
23 - Alex Rullo (Holden Commodore) - Dumbrell - 1'06''533
24 - Macauley Jones (Holden Commodore) - BJR - 1 giro
25 - James Moffat (Holden Commodore) - GRM - 1 giro
26 - Cameron McConville (Holden Commodore) - Dumbrell - 1 giro
27 - Dale Wood (Holden Commodore) - Erebus - 1 giro
28 - Simona De Silvestro (Nissan Altima) - Kelly Racing - 1 giro

Giro più veloce: Scott McLaughlin 1'06''674

Il campionato
1.Coulthard 1330; 2.Mclaughlin 1320; 3.Whincup 1314; 4.Van Gisbergen 1152; 5.Mostert 1026; 6.Lowndes, Winterbottom 924; 8.Reynolds 903; 9.Waters 889; 10.Tander 888.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone