7 Apr [16:08]

Sprint a Zolder, qualifica
Bortolotti e Lamborghini in pole

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Alessandro Bucci - Photo4

Torna a Zolder il Blancpain GT Sprint Series, per inaugurare la stagione 2018. Il campionato, ideato da Stefan Ratel, vede confermato il tradizionale format della serie sprint con due gare per week-end, con la prima denominata "di qualifica" al sabato ed una "main race" alla domenica, entrambe della durata di 60 minuti l'una con cambio di pilota obbligatorio nei dieci minuti centrali della corsa. Rispetto alle 36 vetture presenti a Misano lo scorso anno, il Blancpain Gt Sprint Series registra una netta diminuzione delle macchine in pista, con tredici di essere schierate nella classe PRO.

Sono sette i marchi rappresentati dai dodici team iscritti, per un totale di ventuno macchine e quarantadue piloti presenti nella serie. Quest'ultima si divide in quattro categorie, rispettivamente Overall, Pro-Am, Am Cup e Silver Cup. Audi è il Brand più rappresentato con otto vetture, metà delle quali schierate con il team WRT.

Come accaduto nelle qualifiche dello scorso anno sul tracciato belga, a siglare il miglior tempo è stato l'olandese Robin Frijns, in seguito penalizzato per violazione del regolamento sportivo retrocedendo alla dodicesima posizione in griglia di gara 2. Frijns, bravo a bloccare il cronometro in 1'28''363, ha centrato un cono fuori dai limiti del tracciato alla curva 8, incappando così nella suddetta penalità.

L'episodio ha causato bandiera rossa interrompendo il Q2, costringendo molti piloti a saltare l'assalto alla pole e vedendo, di fatto, il miglior tempo di Frijns cancellato. A trarre vantaggio da questo episodio è stato il campione in carica dell'Endurance Cup Mirko Bortolotti, bravo a realizzare con la sua Lamborgini il tempo di 1'28''574 consentendo al team Grasser di iniziare nel migliore dei modi il 2018. In gara 2, ad affiancare il pilota trentino in prima fila, ci penserà Will Stevens su Audi del team WRT.

Da segnalare, oltre allo stradominio Audi nell'arco delle due sessioni di qualifica, intaccato solamente a sprazzi da Lamborghini, l'uscita di pista di Félix Serralles in Q2, con il portoricano finito in testacoda andando ad impattare contro le barriere (causando l'uscita della prima bandiera rossa di giornata) e il fuoripista di Feligioni al termine del Q2, andato in testacoda alla chicane.

La griglia di partenza di gara 1

1. fila
Stevens/Vanthoor (Audi R8 LMS) - Belgian Audi Club WRT – 1’28’’560 - Q1
Bortolotti/Engelhart (Lamborghini Huracan GT3) – GRT Grasser – 1’28’’730 - Q1
2. fila
Riberas/Mies (Audi R8 LMS) - Belgian Audi Club WRT – 1’28’’867 – Q1
Magnus/Picariello (Audi R8 LMS) – WRT – 1’29’’271 – Q1
3. fila
Schothorst/van der Linde (Audi R8 LMS) – Attemtpo – 1’28’’831 – Q2
Atoev / Korneev (Mercedes-AMG GT3) – Akka ASP – 1’29’’528 – Q1
4. fila
Manchester/Bastian (Mercedes-AMG GT3) – Akka ASP – 1’29’’640 – Q1
Perez Companc/Caldarelli (Lamborghini Huracan) – GRT – 1’29’’370 – Q2
5. fila
Leonard/Frijns (Audi R8) – WRT – 1’28’’363 – Q2
Jamin/Serralles (Mercedes-AMG GT3) – Akka ASP – 1’29’’738 – Q1
6. fila
Costa/Klien (Lexus RC F GT3) - Emil Frey Lexus – 1’29’’782 – Q1
Gachet/Haase (Audi R8) – Sainteloc – 1’29’’155 – Q2
7. fila
Hezemans/Perera (Lamborghini Huracan GT3) – GRT Grasser – 1’29’’070 – Q2
Schothorst/Kaffer (Audi R8 LMS) – Attemtpo – 1’29’’831 – Q2
8. fila
Watson/Moraes (BMW M6 GT3) – 3Y Technology – 1’30’’016 Q1
Ortelli/Siedler (Lexus RC F GT3) - Emil Frey Lexus -1’30’’255 – Q1
9. fila
Meadows/Marciello (Mercedes-AMG GT3) – Akka ASP – 1’28’’916 – Q2
Bhirombhakdi/Van Dam (Ferrari 488 GT3) – TP12 Kessel – 1’28’’840 – Q2
10. fila
Broniszewsky/Piccini (Ferrari 488 GT3) – TP12 Kessel – 1’29’’165 – Q2
Stievenart/Winkelhock (Audi R8) – Sainteloc – 1’29’’791 – Q2
11. fila
Caygill/Taylor Smith (Bentley Continental GT3) – Parker – 1’30’’159 – Q2
Gosselin/Feligioni (Lamborghini Gallardo R-EX) - Boutsen Ginion – 1’33’’749 – Q2

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone