11 Mag [18:13]

Montmelò - Qualifica
Per Albon un'altra pole

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Alex Albon ci ha preso gusto: a Barcellona l'anglo-thailandese festeggia la sua seconda pole-position consecutiva in Formula 2, dopo quella di Baku, questa volta in una qualifica in cui ha dimostrato senza dubbio di essere il più competitivo in pista. E confermando i segnali lanciati nelle prove libere del mattino, quando aveva subito chiuso da leader. Già al comando provvisorio in 1'28"500, il portacolori della DAMS ha giocato d'anticipo siglando il definitivo 1'28"142, che lo ha messo al riparo da qualsiasi tentativo di attacco degli avversari.

Alle sue spalle, staccato di 227 millesimi, ha terminato alla fine Nyck De Vries: l'olandese della Prema ha preceduto di poco il nostro Luca Ghiotto, terzo in volata per regalare una gioia al team Campos, qui di casa. Quarto e quinto posto per la coppia della ART, formata da George Russell e Jack Aitken, davanti a un redivivo Nicholas Latifi e all'ottimo Tadasuke Makino.

Risultato deludente, invece, per il capoclassifica Lando Norris: il britannico non è andato oltre l'ottavo crono, e vede peraltro scendere da 14 a 10 lunghezze il vantaggio sullo stesso Albon, visti i 4 punti bonus che assegna la pole. Ma è andata pure peggio a Sergio Sette Camara, con l'altra macchina targata Carlin: a causa di un problema al motore Mecachrome il brasiliano si è trovato a procedere lentamente, e dopo una lunga sosta ai box è riuscito a ripartire per chiudere 14esimo.

È stato un venerdì da incubo per Santino Ferrucci: già andato ad insabbiarsi nelle free practice, l'americano della Trident ha sbattuto in uscita dalla curva Campsa, provocando anche la bandiera rossa per consentire l'intervento della gru. Nello stesso punto aveva rischiato anche Roberto Merhi, poi decimo alle spalle di Ralph Boschung, suo compagno in MP Motorsport. Lo spagnolo ex F1 ha comunque negato la top 10 ad Antonio Fuoco, undicesimo sotto le insegne Charouz.

Fanno sensazione anche le difficoltà del vicecampione in carica Artem Markelov, addirittura penultimo: dietro al russo, che non è stato in grado di mettere assieme un giro pulito, c'è il solo Ferrucci. E domani in gara 1 sarà chiamato a un'altra delle sue rimonte per raddrizzare il weekend.

Venerdì 11 maggio 2018, qualifica

1 - Alex Albon - DAMS - 1'28"142
2 - Nyck De Vries - Prema - 1'28"369
3 - Luca Ghiotto - Campos - 1'28"400
4 - George Russell - ART - 1'28"524
5 - Jack Aitken - ART - 1'28"579
6 - Nicholas Latifi - DAMS - 1'28"605
7 - Tadasuke Makino - Russian Time - 1'28"620
8 - Lando Norris - Carlin - 1'28"923
9 - Ralph Boschung - MP Motorsport - 1'28"970
10 - Roberto Merhi - MP Motorsport - 1'29"081
11 - Antonio Fuoco - Charouz - 1'29"130
12 - Louis Deletraz - Charouz - 1'29"136
13 - Maximilian Gunther - Arden - 1'29"143
14 - Sergio Sette Camara - Carlin - 1'29"256
15 - Roy Nissany - Campos - 1'29"284
16 - Sean Gelael - Prema - 1'29"307
17 - Nirei Fukuzumi - Arden - 1'29"376
18 - Arjun Maini - Trident - 1'29"407
19 - Artem Markelov - Russian Time - 1'29"585
20 - Santino Ferrucci - Trident - 1'30"440

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone