6 Nov [18:20]

San Paolo - Qualifica
Hulkenberg straccia tutti

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Prima pole in carriera nel mondiale F.1 per Nico Hulkenberg. Il tedesco, rookie e campione 2009 della GP2, è risultato imprendibile nei minuti finale della qualifica, affrontata con le slick da tutti i piloti mentre l'asfalto andava asciugandosi dopo che aveva piovuto fino al momento della disputa del Q2. Hulkenberg è stato abile e grazie ad un set-up e a un bilanciamento pefetto ha riportato in cima alla classifica due marchi gloriosi nella F.1: la Williams e il motore Cosworth. Hulkenberg ha inflitto un distacco enorme al secondo classificato, Sebastian Vettel con la Red Bull-Renault, staccato di oltre un secondo: 1'14"470 contro 1'15"519.

Due tedeschi in prima fila dunque, a conferma della scuola sempre in fermento che vi è in Germania, la nazione che conta il maggior numero di piloti in F.1. Frank Williams nei giorni scorsi aveva dichiarato che Hulkenberg è un campione di grande razza, cercando di gettare acqua sul fuoco acceso da loro stessi, con le voci di un possibible ingaggio di Pastor Maldonado proprio al posto di Nico. Questa pole potrebbe ora cambiare gli orizzonti del team inglese. Dunque, Vettel è secondo e si è messo dietro il compagno-rivale Mark Webber che dividerà la seconda fila con Lewis Hamilton, che di certo non concederà sconti.

Il leader del campionato mondiale, Fernando Alonso, è quinto. Una posizione non eccezionale per lo spagnolo della Ferrari, ma avrà modo di controllare tutti i suoi inseguitori nella temibile prima staccata. Al fianco di Alonso ci sarà Rubens Barrichello con la seconda Williams. Quarta fila per la Renault di Robert Kubica: inutile dire che ci si aspettava di più dalla R30 e dal polacco. Con Kubica, Michael Schumacher, primo tra i piloti Mercedes in quanto Nico Rosberg ha deluso, piazzandosi solo tredicesimo. Male anche Felipe Massa, nono e con i consueti problemi di grip, decimo Vitaly Petrov. Fuori dal Q3 Jenson Button, undicesimo.

Q1
Volata finale per la pole per i top ten. Se la giocano la McLaren di Hamilton, la Mercedes di Schumacher, le Red Bull di Vettel e Webber, le Ferrari di Massa e Alonso, le Williams di Barrichello e Hulkenberg, le Renault di Kubica e Petrov. Intanto non piove più e la pista sarà sicuramente più rapida. Alonso traccia la via con 1'17"794, ma lo spagnolo si ritrova quarto dopo pochi secondi sopravanzato da Hamilton, Vettel e Webber. Schumacher appare particolarmente in forma ed è secondo, Alonso si migliora e si mette alle spalle Webber.

A 5 minuti dal termine, Hamilton e Kubica osano le slick imitati da tutti gli altri. Hamilton e Vettel siglano subito ottimi primi intertempi, non Kubica che fa anche un dritto. Rischia grosso Webber, che però tiene la sua Red Bull in pista. Hulkenberg si porta in pole provvisoria con 1'16"373, Hamilton gli porta via il momento di gloria con 1'16"274, poi ci pensa Alonso con 1'15"969 a buttarsi al primo posto. Hulkenberg non ci sta e nel suo giro è di nuovo al comando. Dietro di lui si portano Vettel e Webber, mentre Hulkenberg straccia tutti con 1'14"470. Hamilton è quarto, Alonso quinto con un errore nel secondo settore, Massa è solo nono.

Q2
Continua a piovere a San Paolo, anche se non intensamente. I piloti usano le intermedie. Webber e Schumacher realizzano lo stesso crono, 1'19"694, e occupano assieme la prima posizione. Ma Kubica li scavalca con 1'19"677. Dopo 5 minuti, è invece Barrichello a portarsi in testa con 1'19"384 finché non arriva Vettel che mette tutti in fila con 1'19"218. Il primo a scendere sotto l'1'19" è Webber con 1'18"851. Vettel però fa meglio con 1'18"839, secondo rimane Webber, poi Kubica, Barrichello e Hamilton. Intanto ha smesso di piovere e la pista sembra potersi asciugare rapidamente.

A 5 minuti dalla bandiera a scacchi, sono fuori dalla Q3 finale Petrov, Buemi, Massa, Kobayashi, Liuzzi, Alguersuari, Heidfeld. Alonso da decimo si mette al sicuro col terzo tempo, Alguersuari sale al decimo. Webber ritorna primo con 1'18"516, Massa è ottavo, ma rischia grosso. Button crolla dodicesimo, Petrov da un colpo di reni ed è sesto. Dietro di lui scala la classifica Button, settimo. Massa scivola così undicesimo. La classifica cambia rapidamente, Rosberg commette un errore e rimane fuori dalla top ten. Ultimi secondi, Massa riesce a segnare il decimo tempo e butta fuori dal Q3 Button. Rimane escluso anche Rosberg.

Q1
Pista bagnatissima quando inizia la qualifica. I 24 piloti non perdono tempo e tutti si presentano subito in pit-lane. Si cerca di prendere confidenza con l'asfalto. Liuzzi compie un mezzo testacoda, ma prosegue. Dopo 8 dei 20 minuti del primo segmento, Vettel comanda con 1'19"855 poi Webber, Rosberg, Hulkenberg e Schumacher. Chiude la classifica Klien. Alonso è il più veloce al minuto 9 con 1'19"842. Vettel dopo tre minuti si riprende la prima piazza con 1'19"160 davanti ad Alonso, Hamilton, Webber, Buemi. Divagazioni fuori pista di Glock e Rosberg.

A 5' dal termine, il primo degli esclusi è Sutil (18°) che dovrà anche scontare cinque posizioni in griglia per l'incidente causato con Kobayashi in Corea. Webber passa al primo posto con 1'19"025. Sutil si migliora leggermente e inguaia Liuzzi. Testacoda di Senna, che riparte. Liuzzi si riporta davanti a Sutil, Kubica si issa al terzo posto, dietro alle due Red Bull e davanti a Kobayashi e Massa mentre Alonso è settimo. Ultimo giro, Sutil non riesce a entrare nel Q2 e rimane escluso assieme a Glock, Trulli, Kovalainen, Di Grassi, Klien e Senna.

Massimo Costa

Lo schieramento di partenza

1. fila
Nico Hulkenberg (Williams FW32-Cosworth) - 1'14"470 - Q3
Sebastian Vettel (Red Bull RB6-Renault) - 1'15"519 - Q3
2. fila
Mark Webber (Red Bull RB6-Renault) - 1'15"637 - Q3
Lewis Hamilton (McLaren MP4/25-Mercedes) - 1'15"747 - Q3
3. fila
Fernando Alonso (Ferrari F10) - 1'15"989 - Q3
Rubens Barrichello (Williams FW32-Cosworth) - 1'16"203 - Q3
4. fila
Robert Kubica (Renault R30) - 1'16"552 - Q3.
Michael Schumacher (Mercedes MGP W01) - 1'16"925 - Q3
5. fila
Felipe Massa (Ferrari F10) - 1'17"101 - Q3
Vitaly Petrov (Renault R30) - 1'17"656 - Q3
6. fila
Jenson Button (McLaren MP4/25-Mercedes) - 1'19"288 - Q2
Kamui Kobayashi (Sauber C29-Ferrari) - 1'19"385 - Q2
7. fila
Nico Rosberg (Mercedes MGP W01) - 1'19"486 - Q2
Jaime Alguersuari (Toro Rosso STR5-Ferrari) - 1'19"581 - Q2.
8. fila
Nick Heidfeld (Sauber C29-Ferrari) - 1'19"889 - Q2
Vitantonio Liuzzi (Force India VJM03-Mercedes) - 1'20"357 - Q2
9. fila
Timo Glock (Virgin VR01-Cosworth) - 1'22"130 - Q1
Jarno Trulli (Lotus T127-Cosworth) - 1'22"250 - Q1
10. fila
Heikki Kovalainen (Lotus T127-Cosworth) - 1'22"378 - Q1
Sebastien Buemi (Toro Rosso STR5-Ferrari) - 1'19"847 * - Q2
11. fila
Lucas Di Grassi (Virgin VR01-Cosworth) - 1'22"810 - Q1
Christian Klien (Hispania F110-Cosworth) - 1'23"083 - Q1.
12. fila
Adrian Sutil (Force India VJM03-Mercedes) - 1'20"830 * - Q1
Bruno Senna (Hispania F110-Cosworth) - 1'23"796 - Q1

* Piloti penalizzati di 5 posizioni

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone