21 Mag [15:14]

Montmelò - Qualifica
Webber torna in pole

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

Il sorriso ritorna sul volto di Mark Webber. L'australiano ha interrotto il dominio di Sebastian Vettel in qualifica conquistando la pole nel GP di Spagna. Webber non partiva dal "palo" da 10 GP, precisamente da Spa 2010. Vettel ha incontrato qualche problema col Kers e non ha potuto siglare la quinta pole consecutiva. Seconda fila per Lewis Hamilton con la McLaren, finito a 8 decimi dal campione del mondo. L'inglese però ha commesso un errore nel suo giro migliore ed ha rischiato di scendere al quarto posto nel finale, quando Fernando Alonso per soli tre millesimi non lo ha raggiunto. Notevole la prestazione del ferrarista che sul circuito di casa ha sfoderato il meglio di sè. Non si può dire altrettanto di Felipe Massa, solamente ottavo e preceduto da un ottimo Vitaly Petrov, sesto, e da Nico Rosberg. Bene Pastor Maldonado che dopo tanti errori e problemi meccanici è riuscito a centrare la Q3 e la nona posizione finale. Decimo Michael Schumacher che non ha neanche segnato un tempo dopo un tentativo con le gomme dure, preferendo conservare le soft per la gara. Come hanno fatto Adrian Sutil e Paul Di Resta oltre che Heikki Kovalainen. Sfortunato Nick Heidfeld, rimasto ai box dopo l'incendio sviluppatosi sulla sua Renault nel terzo turno libero. Poca strada ha fatto anche Rubens Barrichello, rallentato nel Q1 da noie al cambio sulla sua Williams.

Q1
Dall'andamento delle libere e del Q2, la lotta per la pole sembra un affare tra Vettel e Webber, col tedesco che ha un problema col Kers. Webber si porta in testa con 1'20"981, Vettel è secondo in 1'21"181. Hamilton nel suo giro blocca le gomme e non fa meglio di 1'21"961. Alonso compie un ottimo lavoro ottenendo il quarto tempo davanti a Button. La stessa cosa non riesce a Massa, solo ottavo dietro a Petrov e Rosberg. Schumacher usa le dure, ma non compie un giro cronometrato completo.

Q2
Vettel e Webber si portano immediatamente sotto l'1'22". A seguire, le due McLaren e le due Ferrari. Si annuncia una battaglia vera tra Toro Rosso, Sauber, Force India e il finalmente veloce Maldonado con la Wililams (10° in Q1) per un posto nella Q3 finale. Le posizioni sembrano cristallizzate, a 4' dalla fine entrano in pista Schumacher e le due Force India, ma Maldonado e Kovalainen rimangono ai box. Forse per salvaguardare le gomme in vista del GP. Il venezuelano entra in pista a 2'30" dal termine.

Anche Kovalainen esce dalla pit-lane per compiere un giro cronometrato. Maldonado balza all'ottavo posto, Massa scende in una pericolosa decima piazza. A 1', Vettel, Webber, Button, Hamilton, Rosberg, Schumacher, Alonso, Maldonado, Petrov e Massa sono nella top ten. Ma premono le due Toro Rosso, con Buemi 11° e Alguersuari 12°. Ultimo giro per Perez, brivido per Massa, ma il messicano è 12°. Kobayashi rinuncia al suo giro finale. Massa si salva per 2 decimi su Buemi. Sutil e Di Resta non hanno montato le gomme soft sacrificando la posizione in griglia per un loro utilizzo in gara.

Q1
Nel box Renault si sta ancora lavorando sulla monoposto di Heidfeld danneggiata in mattinata dalle fiamme. I piloti entrano in pista con gomme dure. Webber è il più veloce nei minuti iniziali del Q1 con 1'23"619. Hamilton va oltre il cordolo della curva 7 mentre dietro a Webber si posizionano le Toro Rosso di Buemi e Alguersuari. Heidfeld a 5' dal termine è ancora fermo ai box, Kovalainen è brillante 13°, mentre il suo compagno in Lotus, Trulli, è fermo con problemi al cambio. Le due Hispania precedono le due Virgin con Liuzzi che non è lontanissimo dalle due Force India: 8 decimi. D'Ambrosio è in pista dopo aver dovuto affrontare problemi di natura elettrica.

Petrov con le gomme soft va in cima alla classifica con 1'23"069: con Heidfeld impossibilitato a entrare in pista, alla Renault non hanno voluto correre rischi di non entrare in Q2. Schumacher supera Petrov con 1'22"960 e abbassa il limite del 107 per cento a 1'28"767. D'Ambrosio è "salvo" per 2 decimi. Di Resta sale 13°, Trulli tornato in pista in extremis fa un ottimo giro ed è 18° davanti alla Williams di Barrichello. Glock passa davanti alle due Hispania. Kovalainen, 17°, entra in Q2. Ne sono esclusi Heidfeld, Karthikeyan, D'Ambrosio, Liuzzi, Barrichello con problemi al cambio, Trulli.

Lo schieramento di partenza

1. fila
Mark Webber (Red Bull RB7-Renault) - 1'20"981 - Q3
Sebastian Vettel (Red Bull RB7-Renault) - 1'21"181 - Q3
2. fila
Lewis Hamilton (McLaren MP4/26-Mercedes) - 1'21"961 - Q3
Fernando Alonso (Ferrari 150) - 1'21"964 - Q3
3. fila
Jenson Button (McLaren MP4/26-Mercedes) - 1'21"996 - Q3
Vitaly Petrov (Renault R31) - 1'22"471 - Q3
4. fila
Nico Rosberg (Mercedes MGP W02) - 1'22"599 - Q3
Felipe Massa (Ferrari 150) - 1'22"888 - Q3
5. fila
Pastor Maldonado (Williams FW33-Cosworth) - 1'22"952 - Q3
Michael Schumacher (Mercedes MGP W02) - no time - Q3
6. fila
Jaime Alguersuari (Toro Rosso STR6-Ferrari) - 1'23"231 - Q2
Sergio Perez (Sauber C30-Ferrari) - 1'23"367 - Q2
7. fila
Jaime Alguersuari (Toro Rosso STR6-Ferrari) - 1'23"694 - Q2
Kamui Kobayashi (Sauber C30-Ferrari) - 1'23"702 - Q2.
8. fila
Heikki Kovalainen (Lotus T129-Renault) - 1'25"403 - Q2
Paul Di Resta (Force India VJM04-Mercedes) - 1'26"126 - Q2
9. fila
Adrian Sutil (Force India VJM04-Mercedes) - 1'26"571 - Q2
Jarno Trulli (Lotus T129-Renault) - 1'26"521 - Q1
10. fila
Rubens Barrichello (Williams FW33-Cosworth) - 1'26"910 - Q1
Timo Glock (Virgin VR02-Cosworth) - 1'27"315 - Q1
11. fila
Vitantonio Liuzzi (Hispania F111-Cosworth) - 1'27"809 - Q1.
Narain Karthikeyan (Hispania F111-Cosworth) - 1'27"908 - Q1
12. fila
Jerome D'Ambrosio (Virgin VR02-Cosworth) - 1'28"556 - Q1
Nick Heidfeld (Renault R31) - no time - Q1

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone