15 Nov [16:26]

Yas Marina - 2° turno rookie
Vergne si conferma, Bianchi secondo

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

C'è sempre una Red Bull davanti nella F.1 2011 e anche nei test rookie di Abu Dhabi la musica non cambia. Come del resto accaduto lo scorso anno quando a primeggiare con costanza fu Daniel Ricciardo con la RB6. Jean-Eric Vergne nel secondo turno ha tirato via sette decimi dal tempo della mattina confermando la prima posizione in 1'40"011. Il vice campione della Formula Renault 3.5 ha percorso in totale 83 tornate mostrando un ottimo feeling con la RB7 campione del mondo e lavorando molto sulle gomme Pirelli 2012: "Mi sono gustato ogni giro e se penso che potrò guidare questa vettura ancora per due giorni, non posso che sorridere", ha affermato Vergne.

Jules Bianchi, terzo nella GP2 di questa stagione, ha confermato la seconda piazza togliendo 1"7 dal crono del 1° turno. Il programma della giornata riservato al francese era sostanzialmente imperniato su due punti: da una parte una serie di misurazioni aerodinamiche, ottenute anche grazie all’ausilio di particolari strumentazioni allestite per l’occasione; dall’altra, si è lavorato sulla ricerca del miglior assetto della vettura per adattarlo alle sue caratteristiche di guida. Alla fine della prova, Bianchi ha commentato: “E’ bello tornare a guidare una Ferrari su una pista vera. Ero già stato al volante di questa vettura in occasione di prove di aerodinamica, ma farlo in un test vero e proprio è tutta un’altra cosa. Ora mi aspettano altri due giorni di prove e speriamo di continuare così come abbiamo iniziato, con tanti chilometri percorsi e senza alcun problema".

Notevoli passi avanti rispetto alla sessione di stamane li ha compiuti Robert Wickens con la Renault. Il fresco campione della Formula Renault 3.5 si è migliorato di 2"3 chiudendo al terzo posto assoluto. Non male considerando che il canadese ha partecipato a una vera prova con una monoposto di F.1 soltanto venerdì scorso, nel primo turno libero del GP di Abu Dhabi, al volante della Virgin. Alan Permane, ingegnere Renault: "All'inizio della giornata abbiamo sofferto un problema alla sospensione anteriore, poi risolto. Robert ha guidato molto bene e fornito le corrette indicazioni ai tecnici".

Stesso discorso per Fabio Leimer, ottimo quarto con la Sauber-Ferrari. Lo svizzero impegnato in GP2 si è migliorato di 2". "Leimer ha svolto molto bene il programma di lavoro impostato utilizzando quattro treni di gomme soft e uno di super soft. L'unico inconveniente è derivato dalla radio che non ha sempre funzionato a dovere", ha commentato l'ingegnere della Sauber Giampaolo Dall'Ara.
Con la McLaren-Mercedes, ha girato nel pomeriggio Gary Paffett, storico tester della squadra di Woking. L'inglese che milita nel DTM ha preso il posto di Oliver Turvey che aveva provato al mattino. Paffett ha segnato un buon tempo considerando i pochi giri percorsi.

Buon sesto Max Chilton, da due stagioni in GP2, con la Force India-Mercedes. L'inglese ha ottenuto il suo miglior tempo (1'43"016) all'ultimo giro prima della bandiera a scacchi scavalcando nella classifica Valtteri Bottas. "Chilton ha lavorato bene raccogiendo dati importanti per il prossimo GP del Brasile, concentrandosi anche sullo sviluppo delle gomme 2012. Un problema al Kers gli ha impedito di fare ancora meglio", ha sostenuto Oliver Knighton, ingegnere della squadra.

Bottas ha dovuto attendere un po' prima di poter scendere in pista nel pomeriggio. Sulla sua Williams si è verificato un problema al cambio, sostituito. Nonostante ciò, il campione della GP3 ha girato forte segnando 1'43"118 e precedendo la Mercedes di Sam Bird. Bottas ha dichiarato: "Ho provato alcune cose per il futuro del team. Fisicamente guidare una F.1 è molto dura, ma ero ben allenato ed ho potuto concentrarmi esclusivamente sulla guida".

Bird, altro pilota della GP2, ha ripreso confidenza con la guida di una vettura della massima formula e risolti i problemi alla trasmissione emersi nel mattino sulla sua Mercedes, ha potuto provare alcuni particolari per il 2012 ottenendo il tempo finale di 1'43"548. Le gomme del prossimo anno le testerà a partire da domani.

Con la Lotus-Renault ha completato ben 87 giri Rodolfo Gonzalez. Il venezuelano è risultato decimo: "Ho notato una gran differenza tra la T128 che avevo guidato lo scorso anno e la T129 che ho provato oggi. Sicuramente il motore Renault ha dato un notevole contributo alla crescita delle prestazioni", ha detto il venezuelano che rispetto al mattino ha tolto 1" al suo limite fermandosi sull'1'44"022. "I suoi tempi sono migliorati durante tutto il giorno", ha spiegato Jody Egginton, ingegnere Lotus.

A seguire, la Toro Rosso-Ferrari di Stefano Coletti. Il monegasco ha tolto 1"8 rispetto al crono del mattino: "Al mattino abbiamo raccolto numerosi dati aerodinamici provando alcune soluzioni che potrebbero tornarci utili nel 2012. Nel pomeriggio ci siamo dedicati ad una valutazione delle gomme Pirelli versione 2012. Stefano ha svolto un ottimo lavoro comparando diverse specifiche degli pneumatici", ha affermato Laurent Mekies, ingegnere del team faentino.

Vicino alla Toro Rosso ha terminato la Hispania condotta da Dani Clos, tre anni di GP2, staccato di soli 51 centesimi: "Abbiamo provato tante cose aerodinamiche anche in ottica 2012 oltre alle nuove Pirelli e il pilota si è ottimamente comportato", ha specificato Xavier Marcos, ingegnere. "Poter guidare, da spagnolo un team della mia nazione è stato qualcosa di eccezionale. Spero di aver gettato solide basi per il mio futuro".

A chiudere la lista dei tempi, Charles Pic, salito sulla Virgin-Cosworth che al mattino era stata utilizzata da Adrian Quaife-Hobbs. Il francese della GP2 saliva per la prima volta su una monoposto di F.1: "È stato tutto nuovo per me, oggi mi sono limitato a prendere confidenza con ogni aspetto della vettura. Ci sarebbero state alcune cose da modificare, ma avrebbero richiesto tempo, così abbiamo preferito salvare un treno di gomme per domani quando mi aspetta una serie di comparazione con gli nuovi pneumatici Pirelli", ha spiegato Pic. Il francese, come già riportato, è molto vicino a firmare per il team di John Booth per correre il prossimo anno. Che la trattativa sia a buon punto lo conferma il fatto che Pic ha cancellato la prova che aveva ad Abu Dhabi anche con la Lotus.

Nella foto, Jean Eric Vergne

Martedì 15 novembre 2011, 2° turno

1 - Jean Eric Vergne (Red Bull RB7-Renault) - 1'40"011 - 50 giri
2 - Jules Bianchi (Ferrari 150) - 1'40"960 - 51
3 - Robert Wickens (Renault R31) - 1'42"217 - 49
4 - Fabio Leimer (Sauber C30-Ferrari) - 1'42"331 - 33
5 - Gary Paffett (McLaren MP4/26-Mercedes) - 1'42"912 - 41
6 - Max Chilton (Force India VJM04-Mercedes) - 1'43"016 - 39
7 - Valtteri Bottas (Williams FW33-Cosworth) - 1'43"118 - 24
8 - Sam Bird (Mercedes MGP W02) - 1'43"548 - 39
9 - Rodolfo Gonzalez (Lotus T129-Renault) - 1'44"022 - 43
10 - Stefano Coletti (Toro Rosso STR6-Ferrari) - 1'45"278 - 45
11 - Dani Clos (Hispania F111-Cosworth) - 1'45"329 - 29
12 - Charles Pic (Virgin VR02-Cosworth) - 1'46"930 - 30

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone