3 Dic [17:55]

Yas Marina, 4° turno
Latifi la sorpresa

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Yas Marina – Antonio Caruccio – Photo Pellegrini

A sorpresa, Nicholas Latifi è stato il pilota più concreto e costante in queste prove GP2. Dopo due giorni ormai, il canadese schierato da Dams si è dimostrato non soltanto competitivo sul giro secco, ma sempre al vertice della classifica, andandosi a prendere il primato in 1’47”860. “Sapevamo di dover puntare tutto sulla prestazione in questo test e che avremmo dovuto impressionare”, dicono dal management di Latifi, e sino a questo momento ci sono riusciti.

Secondo tempo per un’altra coppia francofona, formata da Norman Nato che è salito alla guida della Dallara del team ART, comunque distaccato di 175 millesimi dalla vetta. Ancora protagoniste le vetture del team Rapax, che hanno visto Sergey Sirotkin chiudere terzo ed Andrè Negrao sesto. I due piloti, a mezzora dalla fine occupavano la seconda e terza piazza, salvo vedersi scavalcare quando gli altri hanno montato un altro set di gomme nuove.



Quarto tempo per Alex Lynn, che ha preceduto il connazionale Nick Yelloly, in chiusura di top-5 con il team MP. Quarta fila virtuale per il team Russian Time, con Pierre Gasly a precedere Artem Markelov, che domani vedrà come compagno di squadra l’italiano Andrea Caldarelli. Un po’ attardati invece gli alfieri tricolori in serata, con Antonio Giovinazzi diciottesimo al debutto assoluto e Luca Ghiotto ventunesimo, che come Sirotkin ieri ha faticato ad adattarsi al meglio alla vettura della Racing Engineering, su cui sono anche state fatte alcune prove di set-up.

Una bandiera rossa è stata esposta per l’uscita di Felix Rosenqvist causata da problema tecnico ai freni della Dallara Prema che lo ha visto finire contro le barriere della curva diciassette, a lato dell’hotel Viceroy. Lo svedese campione della Formula 3 Europea ha riportato la rottura dell’ala anteriore contro le barriere, interrompendo di fatto la sua sessione. Non ha girato invece Zoel Amberg in Trident, per il riacutizzarsi dei problemi di salute che lo avevano già colpito questa estate.

Giovedì 3 dicembre 2015, 4° turno

1 - Nicholas Latifi – DAMS – 1’47”860 – 27 giri
2 - Norman Nato – ART – 1’48”035 - 28
3 - Sergey Sirotkin – Rapax – 1’48”108 - 24
4 - Alex Lynn – DAMS – 1’48”265 – 25
5 - Nick Yelloly – MP – 1’48”297 - 19
6 - André Negrao – Rapax – 1’48”347 - 27
7 - Pierre Gasly – Russian Time – 1’48”356 – 31
8 - Artem Markelov – Russian Time – 1’48”696 – 21
9 – Mitch Evans – Campos – 1’48”754 - 29
10 - Jordan King – Racing Engineering – 1’48”769 - 16
11 - Jimmy Eriksson – Arden – 1’48”769 - 21
12 - Marlon Stockinger – ART – 1’48”887 - 27
13 - Dean Stoneman – Carlin – 1’49”060 - 26
14 – Alex Fontana – Status GP – 1’49”119 - 26
15 - Oliver Rowland – Prema – 1’49”156 - 17
16 - Richard Gonda – MP – 1’49”278 - 22
17 - Felix Rosenqvist – Prema – 1’49”296 - 11
18 - Antonio Giovinazzi – Carlin – 1’49”363 - 31
19 - Gustav Malja – Arden – 1’49”378 - 22
20 - Sean Gelael – Campos – 1’49”549 – 31
21 - Luca Ghiotto – Racing Engineering – 1’49”570 - 26
22 - Artur Janosz – Trident – 1’49”759 - 23
23 - Philo Armand – Status GP – 1’50”834 - 28

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone