11 Mag [10:07]

Buriram, gara 1
Sasahara vince senza intoppi

Jacopo Rubino

Giornata perfetta per Ukyo Sasahara a Buriram: il pilota giapponese si è aggiudicato gara 1 della F3 Asia, sulla scia della doppia pole-position ottenuta nelle qualifiche. E grazie al best lap di 1'34"869, si è garantito la possibilità di scattare davanti a tutti anche in gara 2 di domani. Nella corsa di oggi il portacolori del team Hitech ha tenuto a bada la minaccia del compagno Jack Doohan in partenza, in un corpo a corpo durato per buona parte del primo giro. Ma Sasahara ha saputo far valere la propria legge e sulla distanza ha saputo creare un buon margine tra sé e l'australiano, ora a -14 in classifica generale. Fin qui i loro risultati sono speculari: tre vittorie e un secondo posto per il nipponico, tre secondi posti e una vittoria per il figlio dell'ex motociclista Mick.

Dietro di loro, il gradino più basso del podio se lo è preso Daniel Cao: il cinese ha confermato la posizione che aveva in griglia, ma ha dovuto rimediare ad un avvio poco brillante in cui era scivolato settimo. Al giro 8 l'alfiere del team Absolute è tornato terzo, superando la macchina gemella di Eshan Pieris, rimasto invece a difendere la quarta piazza dal neozelandese Brendon Leitch.

Sesto posto al debutto per Ayrton Simmons (Pinnacle), in arrivo dalla British F3, settimo per Miki Koyama che sembra aver fatto buoni progressi rispetto alla precedente tappa di Sepang. Un po' del merito, forse, va anche all'esperienza in W Series che gli ha permesso di conoscere meglio la vettura Tatuus-Autotecnica utilizzata anche qui nella F3 Asia.

Nonostante una buona Q1, Tom Beckhauser ha invece terminato a mani vuote: il ceco ha compromesso la propria situazione con un testacoda al giro 2 mentre era quinto, in bagarre con Simmons e Cao, poi ha tagliato il traguardo undicesimo, molto staccato. A completare la top 10 sono stati così Yu Kanamaru e Akash Gowda. Subito fuori gioco Thomas Smith per un problema tecnico, sorte simile nelle fasi finali per il gentleman Thomas Luedi.

Aggiornamento: penalità di 10" a tre piloti
Tenuti sotto stretta osservazione sul circuito di Buriram, viste le ampie vie di fuga, i track limits sono costati 10" di penalità a tre piloti in gara 1: Brendon Leitch, Miki Koyama e James Yu. Il provvedimento dei commissari è in realtà ininfluente per il neozelandese Leitch, che ha mantenuto la quinta posizione, ma costa qualche punto a Miki Koyama e James Yu. La ragazza giapponese, settima al traguardo, è retrocessa infatti nona davanti al cinese. A precederli nell'ordine d'arrivo ufficiale, anche Yu Kanamaru e Akash Gowda.

Sabato 11 maggio 2019, gara 1 (aggiornata)

1 - Ukyo Sasahara - Hitech - 19 giri 30'13"219
2 - Jack Doohan - Hitech - 4"068
3 - Daniel Cao - Absolute - 14"124
4 - Eshan Pieris - Absolute - 17"885
5 - Brendon Leitch - BlackArts - 28"389 *
6 - Ayrton Simmons - Pinnacle - 29"308
7 - Yu Kanamaru - Super License - 37"521
8 - Akash Gowda - M-Sport Asia - 38"422
9 - Miki Koyama - B-Max - 44"211 *
10 - James Yu - ZEN - 46"802 *
11 - Tom Beckhauser - BlackArts - 1'37"322
12 - Paul Wong - 852 Challengers - 1 giro

Giro più veloce: Ukyo Sasahara 1'34"869

Ritirati
18° giro - Thomas Luedi
1° giro - Thomas Smith

Il campionato (aggiornato)
1.Sasahara 93 punti; 2.Doohan 79; 3.Leitch 49; 4.Cao 48; 5.Pieris 40; 6.Takahashi 27; 7.Kanamaru 22; 8.Chadwick 18; 9.Gowda 10; 10.Simmons 8