11 Lug [15:34]

Monza, gara
Panis Racing domina,
sei Ferrari davanti a tutti in GT

Da Monza - Mattia Tremolada

È andata in archivio la 4 ore di Monza, quarto appuntamento della stagione della European Le Mans Series e antipasto della 6 ore del FIA WEC che andrà in scena la prossima settimana sempre sul circuito brianzolo. Il team Panis Racing ha ottenuto il primo successo nella serie dopo l’uscita di scena del socio Fabien Barthez, per la soddisfazione dell’ex pilota di Formula 1, presente nella veste di team principal e dei fratelli Simon e Sarah Abadie, che ricoprono il ruolo di team manager e di fatto prestano l’assistenza tecnica con Tech1 Racing. A portare in trionfo la squadra francese sono stati Will Stevens, James Allen e Julien Canal, che formano un equipaggio molto equilibrato e competitivo, già sul podio nella corsa inaugurale di Barcellona.

Scattato dall’ottava posizione, Canal è risalito in seconda piazza verso la fine della prima ora, sfruttando alla perfezione l’ingresso della safety car. Anticipando il pit stop, la vettura di Panis Racing ha fatto un grande balzo in avanti, portandosi alle spalle del leader Phil Hanson (United Autosport), che dopo 35 minuti di gara aveva scavalcato Roman Rusinov, scattato dalla pole grazie al tempo fatto segnare da Franco Colapinto in qualifica. Dopo aver ceduto la testa a Hanson e Yifei Ye, il pilota russo di G-Drive ha invece preferito rimanere in pista più a lungo dei rivali, ma è stato tradito da un apparente problema al sensore del carburante, che lo lasciato senza benzina all’ingresso della corsia box.

Provvidenziale l’intervento del compagno di squadra Richard Bradley, che lo ha spinto fino alla piazzola. La manovra è però costata ad entrambi 5” di penalità da scontare al pit stop successivo, oltre ad uno stop&go di 10” per la vettura di Rusinov che senza carburante ha lasciato troppo spazio tra sé e la safety car, bloccando l’intero gruppo. Un velocissimo Colapinto, autore del giro più rapido della gara, ha così dovuto scontare la doppia penalità, scivolando in 23esima posizione assoluta. L’argentino e il compagno Mikkel Jensen sono poi riusciti a risalire fino all’ottavo posto, recuperando uno dei due giri persi.

Nel corso della seconda ora, Panis Racing ha preso la leadership ai danni di United Autosport, presente con una sola LMP2 dopo lo stop forzato dell’equipaggio dell’esemplare gemello, con Job Van Uitert risultato positivo al Covid-19 alla vigilia della corsa. La squadra di Zak Brown e Richard Dean non è più riuscita a rimontare sui rivali, accontentandosi del secondo posto. Alle loro spalle sono arrivati ai ferri corti Jazeman Jaafar e Louis Deletraz, in lotta per la terza piazza. Il pilota del team Jota, presente per preparare la 6 ore del WEC, l’ha spuntata, regalando al compagno Sean Gelael il terzo gradino del podio davanti ai leader di campionato. Chiude la top-5 il team Duqueine, che ha preceduto il secondo equipaggio di G-Drive, vincitore in classe LMP2 Pro-Am con Roberto Mehri, John Falb e Rui Andrade, che hanno battuto i rivali del Racing Team Turkey (TF Sport). A lungo terzo assoluto, il team italiano BHK Motorsport di Francesco Dracone è stato punito con un uno stop&go di 1 minuto per aver effettuato la sosta in regime di safety car.

Successo del team DKR in classe LMP3, con Laurens Horr che dimezza il proprio distacco in classifica dai leader di Cool Racing, solo quarti dopo che all’ultimo giro Niklas Krutten è stato beffato da un bravo Ugo De Wilde, che regala a Mattia Pasini il primo podio in un campionato internazionale a quattro ruote dopo i successi nel motomondiale. Seconda posizione, proprio come in LMP2, per United Autosport, in recupero dopo un inizio di stagione che stranamente li ha visti in affanno nella categoria cadetta. Diverse le uscite di pista dei prototipi della classe di mezzo, che hanno causato tutte e tre le Full Course Yellow che hanno spezzato il ritmo della gara.

L’ingresso della safety car, che ha poi deciso le sorti della corsa, è stato invece forzato dall’uscita di pista del titolare di Proton Competition Christian Ried, finito in testacoda alla seconda di Lesmo in solitaria. Il pilota tedesco è poi ripartito, ma nemmeno Gimmi Bruni è riuscito a schiodare la Porsche in livrea WeatherTech dall’ultima posizione di una classe GT che mai quanto oggi ha parlato italiano. L’Aston Martin di TF Sport e le due Porsche di Proton sono infatti state relegate nelle ultime tre posizioni, lasciando la top-6 interamente nelle mani delle Ferrari.



A giocarsi la vittoria sono state le 488 GTE di Spirit of Race, Iron Lynx e AF Corse. Nel primo stint Rino Mastronardi è stato autore di una spettacolare rimonta, che lo ha portato dall’ultima posizione alla prima di classe. Non gli ha però reso la vita facile Francois Perrodo, che ha però pagato uno stint centrale di Emanuel Collard poco brillante. Nulla ha quindi potuto Alessio Rovera per recuperare i due leader David Perel e Miguel Molina, con il pilota spagnolo che ha tagliato il traguardo nella scia del rivale, senza però mai riuscire ad affondare l’attacco decisivo. Cameron, Perel e un sempre velocissimo Alessandro Pier Guidi hanno così colto il primo successo della stagione, dedicandolo in coro a Matt Griffin, assente in seguito alla scomparsa del padre. ‍

Domenica 11 luglio 2021, gara 

1 - Canal/Stevens/Allen (Oreca 07-Gibson) - Panis - 125 giri in 4h00'56"924
2 - Hanson/Aberdein/Gamble (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 5"131
3 - Jaafar/Gelael (Oreca 07-Gibson) - Jota - 34"420
4 - Delétraz/Kubica/Ye (Oreca 07-Gibson) - WRT - 41"783
5 - Gommendy/Binder/Rojas (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 1 giro
6 - Falb/Andrade/Merhi (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 1 giro
7 - Yoluc/Eastwood/Sargeant (Oreca 07-Gibson) - R.T. Turkey - 1 giro
8 - Rusinov/Colapinto/Jensen (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 1 giro
9 - Lafargue/Chatin/Pilet (Oreca 07-Gibson) - Idec - 1 giro
10 - Menchaca/Habsburg/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1 giro
11 - Lahaye/Lahaye/Heriau (Oreca 07-Gibson) - Ultimate - 1 giro
12 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 2 giri
13 - Van Eerd/Van der Garde (Oreca 07-Gibson) - Racing Team Nederland - 2 giri
14 - Garcia/Duval (Oreca 07-Gibson) - Realtime - 2 giri
15 - Merriman/Tilley/Dalziel (Oreca 07-Gibson) - Idec - 3 giri
16 - Capillaire/Robin/Robin (Oreca 07-Gibson) - Graff - 3 giri
17 - Hedman/Hanley/Montoya (Oreca 07-Gibson) - Dragonspeed - 3 giri
18 - Dracone/Campana/Pommer (Oreca 07-Gibson) - BHK - 3 giri
19 - Hörr/De Barbuat (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 6 giri
20 - Boyd/Cauhaupe/Wheldon (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 6 giri
21 - Hippe/De Wilde/Pasini (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 6 giri
22 - Maulini/Bell/Kruetten (Ligier JS P3-Nissan) - Cool - 6 giri
23 - Hodes/Grist/Crews (Ligier JS P3-Nissan) - Team Virage - 7 giri
24 - Cresp/Lavergne/Chila (Ligier JS P3-Nissan) - MV2S - 7 giri
25 - Zug/Kaprzyk/Creed (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 7 giri
26 - Bressan/Laskaratos/Fioravanti (Ligier JS P3-Nissan) - 1 AIM Villorba - 7 giri
27 - Benham/Kapadia/Jakobsen (Ligier JS P3-Nissan) - RLR - 8 giri
28 - McGuire/Tappy/Bentley (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 8 giri
29 - Cameron/Pier Guidi/Perel (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race - 8 giri
30 - Cressoni/Mastronardi/Molina (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 8 giri
31 - Perrodo/Rovera/Collard (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 8 giri
32 - Hauser/Hauser/Cloet (Duqueine M30-Nissan) - Racing Experience - 8 giri
33 - Fannin/Fontana/Sales (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 8 giri
34 - Schiavoni/Sernagiotto/Ruberti (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 8 giri
35 - Frey/Gatting/Gostner (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 8 giri
36 - Adcock/McCusker/Koebolt (Ligier JS P3-Nissan) - Nielsen - 8 giri
37 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 9 giri
38 - Hartshorne/Gunn/Hancock (Aston Martin Vantage AMR) - TF Sport - 10 giri
39 - Ried/MacNeil/Bruni (Porsche 911 RSR) - Proton - 10 giri
40 - Trouillet/Droux/Page (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 14 giri
41 - Kaiser/Penttinen (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 26 giri

Ritirati
Wells/Noble (Ligier JS P3-Nissan) - Nielsen

Non partiti
Van Uitert/Jamin/Maldonado (Oreca 07-Gibson) - United Autosport
Dromedari/Baratto/Alders (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational ‍