16 Lug [13:28]

Silverstone, libere
Ticktum primo, crash Pourchaire

Jacopo Rubino

Prove libere terminate per la Formula 2 a Silverstone, quarta tappa della stagione: il miglior tempo che apre il weekend lo ha segnato il pilota di casa Dan Ticktum, vincitore di una delle quattro gare disputate qui nel 2020. Il portacolori del team Carlin ha fermato i cronometri in 1'41"750, superando di 230 millesimi Oscar Piastri della Prema insieme a cui è stato l'unico a scendere sotto il muro del minuto e 42.

In questa sessione il livello di aderenza è apparso ancora basso, situazione accentuata dall'utilizzo delle gomme Pirelli a mescola hard: ne sa qualcosa soprattutto Theo Pourchaire, che dopo pochi minuti ha picchiato contro le barriere della curva Luffield, perdendo il controllo della vettura accelerando a bassa velocità. È servita una breve fase di bandiera rossa per rimuovere la sua Dallara-Mecachrome, con il francese che di fatto ha perso l'intero turno. Pourchaire, tra l'altro, ne veniva dall'infortunio al braccio sinistro rimediato per il contatto a Baku causato proprio da Ticktum. Una seconda bandiera rossa, a circa 16' dalla fine, è stata invece chiamata dal testacoda di Alessio Deledda alla curva Club, quella che precede il traguardo.

Alla ripresa sono maturati i principali riferimenti cronometrici, con Juri Vips, grande protagonista in Azerbaijan, che ha concluso terzo seguito da Richard Verschoor e Jehan Daruvala. Sesto il leader della classifica generale Guanyu Zhou, davanti di un soffio a Christian Lundgaard e a Lirim Zendeli, protagonista di un bloccaggio in frenata nel finale.

Completano la top 10 Liam Lawson e il ferrarista Robert Shwartzman, sull'altra monoposto targata Prema. 17esimo Matteo Nannini, che continua l'impegno con il team Campos, 19esimo Jack Aitken che da Montecarlo lo ha sostituito nella line-up HWA per la categoria cadetta.

Venerdì 16 luglio 2021, libere

1 - Dan Ticktum - Carlin - 1'41"750 - 17 giri
2 - Oscar Piastri - Prema - 1'41"980 - 17
3 - Juri Vips - Hitech - 1'42"060 - 14
4 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'42"100 - 17
5 - Jehan Daruvala - Carlin - 1'42"220 - 16
6 - Guanyu Zhou - Virtuosi - 1'42"333 - 14
7 - Christian Lundgaard - ART - 1'42"337 - 17
8 - Lirim Zendeli - MP Motorsport - 1'42"451 - 16
9 - Liam Lawson - Hitech - 1'42"501 - 16
10 - Robert Shwartzman - Prema - 1'42"536 - 16
11 - Roy Nissany - DAMS - 1'42"605 - 17
12 - Ralph Boschung - Campos - 1'42"707 - 16
13 - Marcus Armstrong - DAMS - 1'42"707 - 15
14 - Marino Sato - Trident - 1'42"741 - 16
15 - Bent Viscaal - Trident - 1'42"933 - 16
16 - Felipe Drugovich - Virtuosi - 1'43"015 - 15
17 - Matteo Nannini - Campos - 1'43"101 - 17
18 - David Beckmann - Charouz - 1'43"154 - 17
19 - Jack Aitken - HWA - 1'43"480 - 16
20 - Guilherme Samaia - Charouz - 1'43"930 - 17
21 - Alessio Deledda - HWA - 1'48"804 - 13
22 - Theo Pourchaire - ART - 2'09"466 - 3