8 Nov [13:14]

WSK Final Cup a Sarno
Nella Junior brilla Olivieri

L’intenso weekend della prima prova della WSK Final Cup al Circuito Internazionale Napoli si è concluso con un eccellente spettacolo agonistico nelle finali di domenica 6 novembre, grazie anche al ritorno del bel tempo che ha contribuito a dare condizioni perfette all’evento di Sarno dopo un inizio condizionato dalla forte pioggia. Ad aggiudicarsi questo primo round, che ha contato 190 piloti verificati provenienti da 46 nazioni, sono stati nella MINI il panamense Gianmatteo Rousseau (Alonso Kart by Kidix/Alonso-Iame-Vega), nella OK-Junior l’italiano Emanuele Olivieri (IPK Official Team/IPK-TM Racing-Vega), nella KZ2 l’olandese Senna Van Walstijn (CPB Sport/Sodikart-TM Racing-Vega), nella OK il cinese Yuanpu Cui (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont). Ma fra pochi giorni si torna già in pista a Lonato per la seconda e conclusiva prova della WSK Final Cup, nell’appuntamento finale del 9-13 novembre al South Garda Karting, che si annuncia con un elenco iscritti provvisorio di oltre 290 piloti.

LE PREFINALI

MINI. Alquanto combattuta la prima Prefinale-A dove si aggiudica la vittoria in volata Vladimir Ivannikov (Gamoto/EKS-TM Racing-Vega) sul romeno Bogdan Cosma-Cristofor (BabyRace/Parolin-Iame). Il vincitore delle manches, l’italiano Filippo Sala (Team Driver/KR-Iame), nelle ultime battute scivola ottavo. Con una gran volata si conclude anche la Prefinale-B dove prevale l’australiano William Calleja (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) sul poleman turco Iskender Zulfikari (BabyRace Driver Academy/Parolin-Iame).
OKJ. Nella Prefinale-A si impone il vincitore delle manches, lo scozzese Zac Drummond (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing-Vega), sul colombiano Salim Hanna Hernandez (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex). La Prefinale-B premia con la vittoria lo sloveno Aleksandar Bogunovic (DPK Racing/KR-Iame) davanti al tedesco Taym Saleh (KR Motorsport/KR-Iame).
KZ2. Alquanto combattuta la Prefinale della KZ2, conclusa in volata con la vittoria del francese Emilien Denner (CPB Sport/Sodikart-TM Racing-Vega), vincitore anche nelle manches, davanti al compagno di squadra l’olandese Senna Van Walstijn. Terzo Giuseppe Palomba (BirelART Racing/BirelART-TM Racing) dopo aver condotto per gran parte della gara.
Nella Prefinale-A domina l’inglese Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-LeCont), già vincitore delle manches, su Anatoly Khavalkin (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing). Nella Prefinale-B ha la meglio il giamaicano Alex Powell (KR Motorsport/KR-Iame) sull’americano Luis James Egozi (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex).

LE FINALI

MINI – Vince il panamense Rousseau nel rush finale 
La finale della MINI prometteva battaglia e così è stato. Giusto all’ultimo giro il panamense Gianmatteo Rousseau (Alonso Kart by Kidix/Alonso-Iame-Vega) sovverte i pronostici e va a vincere su Vladimir Ivannikov (Gamoto/EKS-TM Racing-Vega), che si era portato in testa nelle ultime battute, e sull’italiano Filippo Sala (Team Driver/KR-Iame) in testa nella prima parte. Nei giri iniziali era stato il turco Iskender Zulfikari (BabyRace Driver Academy/Parolin-Iame) a portarsi al comando, ma alla fine si deve accontentare della quarta posizione.
MINI Finale
Gianmatteo Rousseau (PAN)
Vladimir Ivannikov
Filippo Sala (ITA)

OKJ – L’italiano Olivieri centra il successo nella OKJ
Entusiasmante anche il finale della OKJ, dove è l’italiano Emanuele Olivieri (IPK Official Team/IPK-TM Racing-Vega) a spuntarla da metà gara concludendo la sua performance in prima posizione dopo aver vinto il duello sullo scozzese Zac Drummond (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing-Vega). Il terzo posto in volata va allo sloveno Aleksandar Bogunovic (DPK Racing/KR-Iame). Alle spalle dei tre piloti che conquistano il podio, il quarto posto è del tedesco Taym Saleh (KR Motorsport/KR-Iame), mentre lo svizzero Kian Fardin (Energy Corse/Energy-TM Racing) conclude quinto davanti allo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing).
OKJ Finale
Emanuele Olivieri (ITA)
Zac Drummond (SCO)
Aleksandar Bogunovic (SVN)

KZ2 – Bella vittoria dell’olandese Van Walstijn 
In KZ2 è l’olandese Senna Van Walstijn (CPB Sport/Sodikart-TM Racing-Vega) a sbaragliare il campo dopo un avvio che aveva visto coinvolti nel duello di testa anche il suo compagno, il francese Emilien Denner, e Giuseppe Palomba (BirelART Racing/BirelART-TM Racing). Dal terzo giro Van Walstijn conquista il comando e non lo lascia più fino all’arrivo, mentre in un contatto con Palomba, Denner è costretto al ritiro. Sorprendente l’eccellente prova dello svedese Noah Milell (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) che negli ultimi giri si fa sotto a Van Walstijn fino a cercare di insidiargli la prima posizione. Terzo si piazza Egor Nosov (IPK Official Racing Team/IPK-TM Racing) al termine di una bella gara. Palomba conclude quarto davanti al compagno di squadra Cristian Bertuca.
KZ2 Finale
Senna Van Walstijn (NLD)
Noah Milell (SWE)
Egor Nosov

OK – Sorprendente successo del cinese Cui nella OK
Finale sorprendente nella OK, dove a spuntarla è il cinese Yuanpu Cui (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont) in rimonta dalla terza fila e vincitore del duello ingaggiato con l’inglese Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), che era restato in testa fino a tre giri dal termine, e il giamaicano Alex Powell (KR Motorsport/KR-Iame). A un giro dal termine Powell è costretto al ritiro, mentre Cui conclude con la vittoria davanti a Turney. Il secondo posto va però a Anatoly Khavalkin (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) per una penalizzazione inflitta a Turney, terzo passa il francese Jimmy Helias (Ward Racing/Tony Kart-Vortex). Ottima la prova dell’inglese Nathan Tye (Sodikart/Sodikart-TM Racing), quarto al termine di una rimonta di 16 posizioni, e del pilota della Lettonia Tomass Stolcermanis (Energy Corse/Energy-TM Racing) che si piazza quinto.
OK Finale
Yuanpu Cui (CHN)
Anatoly Khavalkin
Jimmy Helias (FRA).