1 Dic [18:30]

Yas Marina - 4° turno
Il rookie Albon sorprende tutti

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

Su una Dallara GP2 non ci era mai salito prima di mercoledì. Impara in fretta Alexander Albon che dopo appena quattro sessioni ha già scalato la classifica andando a strappare la bandierina del primo tempo del quarto turno, dell'intera seconda giornata, ma per due decimi lascia il miglior crono dei due giorni a Raffaele Marciello (1'48"937 ottenuto nel 2° turno). L'anglo-thailandese non scherza per niente e in un finale di sessione elettrizzante ha conquistato la prima posizione precedendo di un soffio Marciello con 1'49"086 e l'altro rookie terribile Charles Leclerc in 1'49"092.

Marciello e Trident rimangono sempre ancorati al vertice mentre piacevolmente vi si è portato anche il neo campione GP3 Leclerc con una Prema che dopo una mattinata sofferta ha ritrovato la migliore verve. E Leclerc, come Albon, ha già capito dove "mettersi" in GP2. Tra i protagonisti, Jordan King con MP Motorsport, buon quarto davanti a Johnny Cecotto con la Rapax che ha piazzato anche il debuttante Nyck De Vries al decimo posto. In crescita Louis Deletraz, sesto con Racing Engineering mentre dopo aver occupato la prima piazza stamane, Oliver Rowland (DAMS) al calar del tramonto non si è ripetuto.

Antonio Fuoco con Prema è nono dopo una uscita di pista alla curva 20. Luca Ghiotto è dodicesimo: montate le gomme nuove non è riuscito a migliorare, problema già evidenziato ieri da Antonio Giovinazzi sulla stessa vettura. Solo quattordicesimo Callum Ilott con la vettura della ART, ma quella odierna era pur sempre la sua prima giornata in GP2. Da rilevare una seconda bandiera rossa, dopo quella per Fuoco, chiamata per Mahaveer Raghunathan fermo alla curva 7.

Giovedì 1 dicembre 2016, 4° turno

1 - Alexander Albon - ART - 1'49"062 - 28 giri
2 - Raffaele Marciello - Trident - 1'49"086 - 19
3 - Charles Leclerc - Prema - 1'49"092 - 19
4 - Jordan King - MP Motorsport - 1'49"152 - 14
5 - Johnny Cecotto - Rapax - 1'49"210 - 20
6 - Louis Deletraz - Racing Engineering - 1'49"414 - 18
7 - Oliver Rowland - DAMS - 1'49"432 - 26
8 - Nicholas Latifi - DAMS - 1'49"440 - 19
9 - Antonio Fuoco - Prema - 1'49"582 - 23
10 - Nyck De Vries - Rapax - 1'49"594 - 23
11 - Gustav Malja - Racing Engineering - 1'49"606 - 13
12 - Sean Gelael - Arden - 1'49"664 - 12
13 - Luca Ghiotto - Arden - 1'49"772 - 17
14 - Callum Ilott - ART - 1'49"847 - 23
15 - Sergio Camara - MP Motorsport - 1'49"945 - 16
16 - Egor Orudzhev - Campos - 1'50"044 - 27
17 - Artem Markelov - Russian Time - 1'50"200 - 13
18 - Patric Armand - Trident - 1'50"362 - 18
19 - Felix Serralles - Carlin - 1'51"302 - 4
20 - Daniel Juncadella - Campos - 1'51"549 - 28
21 - Mahaveer Raghunathan - Carlin - 1'51"800 - 29
22 - Chris Hoher - Russian Time - 1'52"070 - 25

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone