28 Ago [11:48]

Le Castellet, gare
Fenestraz OK, incubo Shwartzman

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Silvano Taormina

Quello di Le Castellet poteva essere il weekend perfetto per Robert Shwartzman, invece si è trasformato in un incubo. Il russo del team R-Ace, transitato per primo sotto la bandiera a scacchi in entrambe le gare, per ben due volte si è visto sottrarre la vittoria a motori spenti. Il tutto a vantaggio di Sacha Fenestraz, il quale consolida la propria leadership in campionato agguantata nel precedente appuntamento di Spielberg. Proprio un episodio che ha coinvolto il francese del Kaufmann Racing ha determinato l'esito di gara 1. Fenestraz, avviatosi perfettamente dalla pole position, sin dai primi metri si è involato al comando. Diversamente Shwartzman ha esitato dalla seconda piazzola in griglia cedendo il passo anche a Defourny.

Sbarazzatosi del compagno di squadra dopo una decina di minuti, si è portato alla caccia del leader Fenestraz raggiungendolo nell'ultimo giro. Nella chicane che spezza il lungo rettilineo del Mistral il fattaccio che ha deciso la gara. Shwartzman ha azzardato un unico tentativo d'attacco all'interno che ha spedito a testa in giù il rivale che già pregustava la vittoria. I venticinque secondi di penalità inflitti al russo hanno eletto Defourny quale vincitore della corsa. Sul podio hanno trovato spazio anche Yifei Ye e Will Palmer, a lungo in lotta con Richard Verschoor che ha chiuso quarto davanti a Max Fewtrell.

Una irregolarità tecnica, riscontrata dai commissari nel serbatoio dell'olio, ha negato a Shwartzman la gioia di una nuova vittoria nella prova domenicale. Eppure aveva svolto il proprio compito alla perfezione, esibendosi in un flag-to-flag dopo aver centrato la pole in Q2. Fenestraz, il quale per tutta la gara si è ritrovato ad inseguire, eredita così la vittoria venendo in qualche modo ricompensato dell'ingiustizia subita il giorno prima. Alle sue spalle ha terminato un aggressivo Defourny che, a conti fatti, si è rivelato il più consistente nell'arco dell'intero weekend. Il podio lo ha completato Gabriel Aubry, sfortunato in gara 1 a causa di un problema tecnico che lo ha relegato a centro gruppo. Con il quarto posto conquistato davanti a Daniel Ticktum, Will Palmer si porta in seconda posizione in campionato. Una classifica piloti che, quando mancano i soli appuntamenti di Spa e Barcellona, vede Fenestraz al comando con un margine di sicurezza proprio su Palmer e Shwartzman che d'ora in poi non possono più permettersi passi falsi.

Sabato 26 agosto, gara 1

1 - Max Defourny - R-Ace - 13 giri in 28'41''132
2 - Yifei Ye - Kaufmann - 0''439
3 - Will Palmer - R-Ace - 1''066
4 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1''663
5 - Max Fewtrell - Tech 1 - 2''379
6 - Charles Milesi - R-Ace - 2''906
7 - Neil Verhagen - MP Motorsport - 3''647
8 - Alexander Vartanyan - JD Motorsport - 3''886
9 - Thomas Randle - AVF - 4''050
10 - Zane Goddard - Arden - 4''463
11 - Jarno Opmeer - MP Motorsport - 4''861
12 - Raul Guzman - R-Ace - 6''554
13 - Thomas Maxwell - Tech 1 - 6''713
14 - Michael Benyahia - R-Ace - 6''946
15 - Gabriel Aubry - Tech 1 - 7''531
16 - Thomas Neubaher - Tech 1 - 8''217
17 - Theo Coicaud - R-Ace - 8''649
18 - Luis Leeds - Kaufmann - 9''325
19 - Xavier Lloveras - AVF - 9''851
20 - Jean-Baptiste Simmenauer - JD Motorsport - 10''716
21 - Sun Yue Yang - JD Motorsport - 10''926
22 - Frank Bird - Fortec - 21''739
23 - Robert Shwartzman - R-Ace - 24''584*
24 - Sacha Fenestraz - Kaufmann - 1 giro
25 - Alex Peroni - Fortec - 1 giro

Giro più veloce: Robert Shwartzman 2'06''986

Ritirati
9° giro - Najiy Razak
9° giro - Julia Pankiewicz
6° giro - Daniel Ticktum
3° giro - Henrique Chaves
1° giro - Presley Martono
1° giro - Alex Matus

Non partito
Alexey Korneev

Domenica 27 agosto, gara 2

1 - Sacha Fenestraz - Kaufmann - 13 giri 27'29''124
2 - Max Defourny - R-Ace - 0''702
3 - Gabriel Aubry - Tech 1 - 10''885
4 - Will Palmer - R-Ace - 11''667
5 - Daniel Ticktum - Arden - 12''891
6 - Max Fewtrell - Tech 1 - 14''122
7 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 17''107
8 - Yifei Ye - Kaufmann - 17''582
9 - Charles Milesi - R-Ace - 18''333
10 - Thomas Randle - AVF - 20''091
11 - Jarno Opmeer - MP Motorsport - 21''077
12 - Neil Verhagen - MP Motorsport - 21''863
13 - Raul Guzman - R-Ace - 22''831
14 - Thomas Neubaher - Tech 1 - 27''284
15 - Axel Matus - AVF - 27''717
16 - Michael Benyahia - R-Ace - 28''600
17 - Thomas Maxwell - Tech 1 - 30''109
18 - Luis Leeds - Kaufmann - 30''81
19 - Xavier Lloveras - AVF - 31''837
20 - Jean-Baptiste Simmenauer - JD Motorsport - 36''884
21 - Theo Coicaud - R-Ace - 37''438
22 - Najiy Razak - Fortec - 38''814
23 - Alexey Korneev - Fortec - 38''638
24 - Sun Yue Yang - JD Motorsport - 41''468
25 - Frank Bird - Fortec - 42''057
26 - Julia Pankiewicz - Burdett - 47''290
27 - Presley Martono - Burdett - 1'30''849
28 - Zane Goddard - Arden - 2 giri

Giro più veloce: Max Defourny 2'06''363

Ritirati
7° giro - Alexander Vartanyan
3° giro - Alex Peroni
1° giro - Henrique Chaves

Squalificato
Robert Shwartzman

* 25 secondi di penalità sul tempo finale per condotta antisportiva

Il campionato
1. Fenestraz 260; 2. Palmer 233; 3. Shwartzman 208; 4. Defourny 193; 5. Aubry 168; 6. Fewtrell 127; 7. Ticktum 122; 8. Ye 86; 9. Peroni 67; 10. Verschoor 51.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone