11 Ott [11:55]

Honda non ci sta
«Noi vicini alla Renault»

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Stefano Semeraro

La Honda tira fuoro l'orgoglio, anche se la penalità monstre rimediata il venerdì da Fernando Alonso a Suzuka (35 posizioni), quindi nella gara di casa per la Casa giapponese, evidentemente brucia ancora. «Da quando abbiamo introdotto la specifica 3.5 a Spa le prestazioni del nostro motore sono molto simili a quelle del Renault», ha dichirato Yasuke Hasekawa, capo progetto per la F.1 del colosso giapponese.

«È dall'inizio dell'anno che stiamo migliorando, non solo in termini di prestazioni, ma anche di affidabilità. Ora non posso dire che abbiamo superato la Renault, l'importante è che la nostra power unit sia molto più affidabile. Non siamo ancora abbastanza vicini ai nostri concorrenti, ma il distacco è molto piccolo se paragonato a quello dello scorso anno o dell'inizio di questa stagione».

La differenza per il futuro è che Honda per il 2018 non tenterà l'ennesimo stravolgimento nella concezione del suo propulsore, ma cercherà di svilupparlo sulla base attuale. «Il nostro concetto ora è molto simile a quello di Renault, Ferrari e Mercedes. Abbiamo fiducia che la strada sia giusta e non vediamo perché non potremmo ottenere le stesse loro performance con questo tipo di motore. Il guaio ad Alonso (una perdita idraulica)? Me ne sono vergognato. Il team ha deciso di sostituirlo invece di provare a ripararlo, ma non è stato un problema fondamentale, non riguarda il progetto e il fatto positivo è che il team ha potuto poi lavorare con tranquillità sulle regolazioni».

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone