30 Ott [14:37]

Gare a Montmelò: Venturini campione

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Giovanni Venturini è il campione 2017 dell'International GT Open. Il pilota vicentino si è imposto al termine di una stagione tirata ma che l'ha sempre visto, prima insieme a Thomas Biagi e poi con Marco Mapelli, come favorito per il successo finale. Venturini ha messo a segno insieme al compagno di colori una spettacolare vittoria nella prima corsa. Tutta dominata dalla vettura dell'autocarrozzeria Imperiale la manche d'apertura che, anche grazie all'alternanza degli handicap e a due situazioni di safety-car, ha visto chiudere al secondo posto la Ferrari di Mikkel Mac e Miguel Ramos seguita dalla Lexus dei fratelli Farnbacher.

La lotta con la BMW di Fran Rueda e Victor Bouveng, ultimi rivali rimasti in gioco col quarto posto di gara 1, è stata spettacolare, in particolare nella manche domenicale. Mentre il duo Lexus composto da Albert Costa e Phillip Frommenwiler, ritirato al sabato, volava al comando grazie all'assenza di penalità ai box, Venturini e Mapelli gestivano al meglio l'handicap guadagnando più posizioni possibili e chiudendo alle spalle dei compagni Postiglione-Engelhart.

Nulla da fare per Rueda-Bouveng. Lo spagnolo e lo svedese avevano potenzialmente la chance di puntare al successo, ma mentre la vettura gemella di Da Costa-Da Veiga si preparava a farli passare, l'attacco di Christian Engelhart ha visto i due venire a contatto anche se ciò non ha impattato sull'esito della stagione. Mapelli ha chiuso alle spalle di Engelhart, mentre Bouveng ha terminato quinto. Alla fine, il divario in classifica è stato di 8 punti. Da sottolineare anche l'incidente che ha visto, nelle prime fasi, ha messo KO Johnny Mowlem con la Ferrari dell'FF Corse, anche in questo caso causando la safety-car.

Sabato 28 ottobre 2017, gara 1

1 - Mapelli/Venturini (Lamborghini Huracan) - Imperiale - 37 giri
2 - Mac/Ramos (Ferrari 488) - Spirit of Race - 1"083
3 - Farnbacher/Farnbacher (Lexus RC F) - Farbacher - 7"475
4 - Rueda/Bouveng (BMW M6) - Teo Martin - 9"451
5 - daCosta/DaVeiga (BMW M6) - Teo Martin - 10"675
6 - Gianmaria/Biagi (Lamborghini Huracan) - Imperiale - 12"731
7 - Engelhart/Postiglione (Lamborghini Huracan) - Imperiale - 15"170
8 - Caldarelli/Fu (Ferrari 488) - SF Racing - 15"602
9 - Ledogar/West (McLaren 650 S) - Garage 59 - 33"477
10 - Bell/Balfe (McLaren 650 S) - Balfe - 33"752
11 - Onslow-Cole/Pierburg (Mercedes AMG GT3) - SPS - 34"732
12 - Cioci/Perazzini (Ferrari 488) - AF Corse - 36"682
13 - Figueiredo/Basso (Mercedes AMG GT3) - Sports and You - 38"489
14 - Borisov/Salikhov (Ferrari 488) - Rinaldi - 40"907
15 - Tappy/Benham (McLaren 650 S) - Garage 59 - 42"872
16 - Wilkinson/Ellis (Audi R8 LMS) - Optimul - 46"061
17 - Mowlem/Dunbar (Ferrari 488) - FF Corse - 46"664
18 - Silva/Coimbra (Mercedes AMG GT3) - Sports and You - 49"600
19 - Gonda/Knoll (BMW M6) - Senkyr - 1'08"978
20 - Scheuschner/Still (Lamborghini Huracan) - Konrad - 1 Lap.
21 - Khodair/Hahn (Mercedes AMG GT3) - Drivex School - 7 Lap.

Giro più veloce: Bouveng/Rueda - 1'46"575

Ritirati
25° giro - Costa/Frommenwiler
11° giro - Witt/Meadows
2° giro - Hamaguchi/Liuzzi
1° giro - Dolby/Morris

Domenica 29 ottobre 2017, gara 2

1 - Costa/Frommenwiler (Lexus RC F) – Frey - 32 giri
2 - Da Veiga/Da Costa (BMW M6) - Teo Martin - 11"990
3 - Farnbacher/Farnbacher (Lexus RC F) – Farnbacher - 15"330
4 - Biagi/Gianmaria (Lamborghini Huracan) – Imperiale - 15"811
5 - Bouveng/Rueda (BMW M6 GT3) - Teo Martin - 18"240
6 - Postiglione/Engelhart (Lamborghini Huracan) – Imperiale - 19"624
7 - Venturini/Mapelli (Lamborghini Huracan) – Imperiale - 30"474
8 - Witt/Meadows (Bentley GT3) – Jordan - 33"093
9 - Ellis/Wilkinson (Audi R8) – Optimum - 36"962
10 - Borisov/Salikhov (Ferrari 488) – Rinaldi - 39"846
11 - Balfe/Bell (McLaren 650 S) – Balfe - 40"591
12 - Perazzini/Cioci (Ferrari 488) - AF Corse - 41"103
13 - Hamaguchi/Liuzzi (Lamborghini Huracan) – FFF - 47"860
14 - Pierburg/Onslow Cole (Mercedes AMG GT3) - 53"131
15 - Knoll/Gonda (BMW M6) – Senkyr - 56"702
16 - Still/Scheuschner (Lamborghini Huracan) – Konrad - 59"507
17 - Ledogar-West (McLaren 650 S GT3 2015) – Garage 59 - 1'22"273
18 - Basso/Figueiredo (Mercedes AMG GT3) - Sports and You - 1'32"290
19 - Coimbra/Silva (Mercedes-AMG GT3) – Sports&You - 1'33"148
20 - Fu/Caldarelli (Ferrari 488) – SF Racing - 1 giro
21 - Khodair/Hahn (Mercedes-AMG GT3) – Drivex - 3 giri

Giro più veloce: Costa/Frommenwiler - 1'46"538

Ritirati
10° giro - Benham/Tappy
1° giro - Dunbar/Mowlem

Il campionato finale
1. Venturini 114; 2. Rueda-Bouveng 106; 3. Costa-Frommenwiler 98; 4. Biagi 92; 5. Ramos-Mac 90.


Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone