12 Nov [18:53]

La Ferrari torna protagonista
Grande rimonta di Hamilton

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa - Photo 4

Una gara tiratissima quella di San Paolo ben interpretata da Sebastian Vettel e la Ferrari tutta. Un ritorno alla vittoria importante per il pilota tedesco e il team italiano, che scaccia un periodo piuttosto negativo. Una vittoria di forza, al millimetro. Vettel ha fatto una gran partenza che gli ha permesso di battere alla prima curva Valtteri Bottas. Dopo di che, il confronto tra loro due è stato serrato, con la Mercedes che ha tentato di sorprendere la Ferrari anticipando il pit-stop del finlandese. Poco dopo si è fermato Vettel che è stato perfetto nel gestire il difficile momento: Sebastian è infatti rientrato davanti a Bottas per pochissimi metri ed è riuscito a tenerlo alle spalle. Non era facile. Bottas ha svolto un buon lavoro, mettendo pressione a Vettel per tutti i 71 giri in programma, ma non è riuscito mai ad organizzare un attacco.

Bella la corsa di Kimi Raikkonen, meritatamente terzo. Gli ultimi giri sono stati veramente difficili per lui in quanto ha dovuto contenere uno scatenato Lewis Hamilton. L'inglese, partito dalla pit-lane, ma subito in coda al gruppo per la safety-car entrata al 1° giro causa incidenti multipli, è praticamente sempre stato in qualifica tanto che alla fine della corsa era esausto. Una rimonta la sua che ha ricordato quella di Vettel a Città del Messico e conclusa nella stessa posizione: la quarta. Hamilton ha ben sfruttato le gomme supersoft nella parte finale della corsa, ma un po' per il tempo perso con i doppiati e un po' per il naturale consumo degli pneumatici, arrivato dietro a Raikkonen ha trovato un muro impossibile da passare.

Ruolo di comprimaria per la Red Bull-Renault. Lo si era capito già dalle prove che la velocità mostrata in Messico era già un ricordo. Max Verstappen ha navigato bene in quarta posizione, ma nulla ha potuto per resistere ad Hamilton negli ultimi giri. Poi, un pit-stop non previsto per una gomma che l'olandese riteneva troppo dura e lo metteva in difficoltà. La sosta è avvenuta in tranquillità perché il suo vantaggio su Daniel Ricciardo era tale da non mettere in discussione la sua quinta piazza. L'australiano che già partiva dietro, si è girato alla curva 2, suo errore, e così ha dovuto inventarsi un bel recupero.

Felipe Massa ha salutato il suo pubblico offrendo una prestazione maiuscola, settimo con la Williams-Mercedes e per tutta la corsa in lotta con Fernando Alonso. Un duello incredibile, risoltosi praticamente in volata e al quale ha partecipato anche Sergio Perez. Soddisfazione in casa McLaren-Honda per la consistente prova di Alonso, forse non troppo felice Perez che solitamente le Williams e le McLaren le mette dietro. L'ultimo punto lo ha preso Nico Hulkenberg con una Renault non troppo convincente e che ha visto Carlos Sainz undicesimo.

Pierre Gasly ha corso bene con la Toro Rosso-Renault chiudendo dodicesimo davanti alle due Sauber-Ferrari. Romain Grosjean ha deluso con la Haas-Ferrari sbagliando al 1° giro e trascinando nel suo errore Esteban Ocon, subito costretto al ritiro, il primo del 2017. Corsa incomprensibile di Lance Stroll, sempre nelle ultime posizioni. Peccato per Stoffel Vandoorne, eliminato alla curva 2 da Kevin Magnussen. Sfortunato Brendon Hartley, ancora una volta tradito dal motore.

Domenica 12 novembre 2017, gara

1 - Sebastian Vettel (Ferrari) - 71 giri
2 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 2"762
3 - Kimi Raikkonen (Ferrari) - 4"600
4 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 5"468
5 - Max Verstappen (Red Bull-Renault) - 32"940
6 - Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) - 48"691
7 - Felipe Massa (Williams-Mercedes) - 1'08"882
8 - Fernando Alonso (McLaren-Honda) - 1'09"363
9 - Sergio Perez (Force India-Mercedes) - 1'09"500
10 - Nico Hulkenberg (Renault) - 1 giro
11 - Carlos Sainz (Renault) - 1 giro
12 - Pierre Gasly (Toro Rosso-Renault) - 1 giro
13 - Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) - 1 giro
14 - Pascal Wehrlein (Sauber-Ferrari) - 1 giro
15 - Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 2 giri
16 - Lance Stroll (Williams-Mercedes) - 2 giri

Ritirati
Brendon Hartley
Esteban Ocon
Kevin Magnussen
Stoffel Vandoorne

Il campionato piloti
1.Hamilton 345; 2.Vettel 302; 3.Bottas 280; 4.Ricciardo 200; 5.Raikkonen 193; 6.Verstappen 158; 7.Perez 94; 8.Ocon 83; 9.Sainz 54; 10.Massa 42; 11.Stroll 40; 12.Hulkenberg 35; 13.Grosjean 28; 14.Magnussen 19; 15.Alonso 15; 16.Vandoorne 13; 17.Palmer 8; 18.Wehrlein, Kvyat 5.

Il campionato costruttori
1.Mercedes 625; 2.Ferrari 495; 3.Red Bull-Renault 358; 4.Force India-Mercedes 177; 5.Williams-Mercedes 82; 6.Toro Rosso 53; 7.Renault 49; Haas 47; 9.McLaren 28; 10.Sauber 5

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone