dtm
29 Nov [16:02]

DTM al lavoro per il 2018
Dieci round, uno in Italia?

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Come sarà il DTM in salsa 2018? La prossima edizione, l'ultima che vedrà assieme Mercedes, Audi e BMW, potrebbe caratterizzarsi per alcune novità: innanzitutto nel calendario, che quasi sicuramente avrà un round aggiuntivo portando il totale a dieci. All'orizzonte c'è un gradito ritorno in Italia, dove la serie teutonica manca dal 2010 quando fece tappa sul circuito di Adria. A spezzare in parte l'attesa sono stati i test invernali dello scorso marzo a Vallelunga, ma la meta prescelta per l'anno prossimo sarebbe Misano nel mese di agosto: una collocazione affatto casuale, perché potrebbe consentire di "intercettare" i tantissimi turisti che dalla Germania si riversano sulla riviera romagnola durante le vacanze estive.

Salutando senza rimpianti il Moscow Raceway, mai davvero amato, si lavora invece per andare di nuovo in Gran Bretagna dopo cinque anni di assenza: le soluzioni considerate sono Brands Hatch e Donington Park, in lizza per essere addirittura l'appuntamento inaugurale a fine aprile, come riporta Autosport. Sarebbe un grosso strappo alla tradizione, perché sin dalla sua rinascita avvenuta nel 2000 il DTM ha sempre preso il via da Hockenheim. Che questa volta slitterebbe come secondo evento in programma.

In queste settimane si è parlato anche di un approdo sulla storica pista di Salisburgo, dove nelle ultime stagioni si sono già misurate le vetture di WTCC e TCR riuscendo a dare grande spettacolo. L'ipotesi sarebbe piaciuta molto al boss Gerhard Berger, si dice, ma è tramontata: l'impianto avrebbe avuto bisogno di interventi troppo onerosi, anche a livello di infrastrutture, e l'unica sortita in Austria resterà quella di Spielberg. Almeno per adesso. A sorpresa, dovrebbe essere confermato pure il Lausitzring, nonostante la vendita al colosso Dekra che sembrava rappresentare la fine delle attività agonistiche su questo tracciato.

Per quanto riguarda il regolamento tecnico, invece, si attende una riduzione di peso per le macchine: secondo Motorsport-Total ci saranno dieci chili in meno rispetto al 2017, scendendo a 1115 con il pilota a bordo. Una decisione che potrebbe contribuire, seppur di poco, ad abbassare i tempi sul giro e a migliorare la gestione delle gomme Hankook.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone