7 Gen [9:49]

Daytona - 2° giorno
Dominio Cadillac, Alonso arranca

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Balzo in avanti deciso delle Cadillac nel secondo giorno di prove collettive IMSA 2018. Con un tempo velocissimo nella sessione pomeridiana, Felipe Nasr ha piazzato la sua DPI VR in testa, scendendo sotto il minuto e 37 e mantenendo così al vertice l'Action Express Racing con la vettura gemella rispetto a quella al comando ieri. Il secondo posto è stato tutto per la vettura gemella del team Taylor. Ryan Hunter-Reay ha chiuso staccato di otto centesimi dalla testa. Il terzo tempo assoluto dei test è stato staccato dal compagno di scuderia Ricky Taylor.

Filipe Albuquerque, col tempo del primo giorno, ha mantenuto la terza posizione per la numero 5 dell'Action Express, mentre Eddie Cheever Jr. ha positivamente impressionato con la più nuova delle Cadillac by Dallara, la numero 90 del team Spirit of Daytona. Anche per quanto riguarda la prima delle "altre" vetture, l'Oreca CORE, è restato in classifica il riscontro del venerdì di Colin Braun: il tempo del texano, è stato l'unico dei primi 11 non segnato con una Cadillac. A seguire nella classifica per team, Il team di Jacky Chan con Alex Brundle mentre Juan Pablo Montoya è stato il migliore del team Penske.

Tredicesima posizione per Fernando Alonso e Lando Norris, con lo spagnolo che ha segnato il miglior tempo di equipaggio a poco più di un secondo dalla vetta: inizio in salita anche se la Ligier del team United Autosport è stata la migliore tra le barchette realizzate dalla francese Onroak. In difficoltà nuovamente anche le Riley, sia quella "liscia" del team Ave, sia quella in vesti Mazda di Joest.

In classe GTLM, due Ford GT hanno chiuso al top la giornata e la graduatoria generale, coi giri veloci rispettivamente di Sebastien Bourdais e Ryan Briscoe, mentre Laurens Vanthoor, con la prima delle Porsche, ha mantenuto il giro del venerdì. Poco staccato il solitario Alessandro Pier Guidi, con la Ferrari Risi, mentre Gianmaria Bruni ha messo a segno il secondo crono della sessione finale, in notturna. Ancora una volta, Corvette e BMW un po' staccate, con rispettivamente Antonio Garcia e Augusto Farfus più veloci.

In GT Daytona, hanno retto molti dei migliori tempi della prima giornata, eccetto per Matteo Cairoli, che ha migliorato il secondo posto assoluto dei test con la Porsche del team Manthey. Grande prevalenza dei costruttori del gruppo Volkswagen: al top è rimasto il team Grasser con Rolf Ineichen, mentre la seconda vettura ufficiale Lambo si è piazzata terza seguita dall'Audi Land dei fratelli Van Der Linde. A margine della sessione, da riportare la decisione da parte di Scott Pruett di ritirarsi dalle competizioni dopo Daytona. Il campione americano, storico rivale di Max Angelelli, ha corso nel 2017 con poche soddisfazioni in GTD con una Lexus. Al suo posto correrà Kyle Marcelli.

Da segnalare anche un brutto incidente che ha coinvolto nel campionato Continental Michael Johnson. Il ventitreenne statunitense, paralizzato a 12 anni in un incidente in moto, è finito frontalmente contro le barriere con la sua Audi RS3 TCR. È stato trasportato in ospedale per controlli.

Sabato 6 gennaio, classifica finale 2° giorno

1 - Nasr/Curran/Conway/Middleton (Cadillac DPi) - AXRacing - 1'36"973
2 - Taylor/Van Der Zande/Hunter-Reay (Cadillac DPi) – Taylor - 1'37"056
3 - Barbosa/Albuquerque/Fittipaldi (Cadillac DPi) – AXRacing - 1'37"196
4 - McMurry/Vautier/Cheever (Cadillac DPi) – SDR - 1'37"230
5 - Bennett/Braun/Dumas/Duval (ORECA LMP2) – CORE - 1'37"303
6 - Tung/Brundle/Felix da Costa/Habsburg (ORECA LMP2) - Jackie Chan - 1'37"510
7 - Cameron/Montoya/Pagenaud (Acura DPi) – Penske - 1'37"669
8 - Miller/Cullen/Drumwright (Multimatic/Riley LMP2) – Bar1 - 1'37"739
9 - Stroll/Rosenqvist/Juncadella/Frijns (ORECA LMP2) - Jackie Chan - 1'37"850
10 - French/Masson/O'Ward (ORECA LMP2) – Perf"Tech - 1'37"884
11 - Van Overbeek/Derani/Lapierre (Nissan DPi) – ESM - 1'37"917
12 - Castroneves/Rahal/Taylor (Acura DPi) – Penske - 1'37"951
13 - Hanson/Norris/Alonso (Ligier LMP2) – United - 1'38"072
14 - Jarvis/Nunez/Rast (Mazda DPi) – Joest - 1'38"120
15 - Sharp/Dalziel/Pla (Nissan DPi) – ESM - 1'38"140
16 - Trummer/Alon/Cindric/DeFrancesco (ORECA LMP2) – JDC-Miller - 1'38"354
17 - Owen/de Sadeleer/Di Resta/Senna (Ligier LMP2) – United - 1'38"573
18 - Bomarito/Pigot/Tincknell (Mazda DPi) – Joest - 1'38"876
19 - Saavedra/Yacaman/Gonzalez/Boulle (Ligier LMP2) – PR1 - 1'39"272
20 - Miller/Cullen/Drumwright (Multimatic/Riley LMP2) – Bar1 - 1'40"589
21 - Briscoe/Westbrook/Dixon (Ford GT) – Ganassi - 1'43"980
22 - Vanthoor/Bamber/Bruni (Porsche 911 RSR) – Porsche - 1'44"065
23 - Pier Guidi// (Ferrari 488 GTE) – Risi - 1'44"122
24 - Pilet/Tandy/Makowiecki (Porsche 911 RSR) – Porsche - 1'44"141
25 - Hand/Mueller/Bourdais (Ford GT) – Ganassi - 1'44"167
26 - Magnussen/Garcia/Rockenfeller (Chevrolet Corvette C7R) – Corvette - 1'44"483
27 - Gavin/Milner/Fassler (Chevrolet Corvette C7R) – Corvette - 1'44"614
28 - Krohn/Edwards/Catsburg/Farfus (BMW M8 GTLM) – Rahal - 1'45"551
29 - Sims/De Phillippi/Auberlen/Eng (BMW M8 GTLM) – Rahal - 1'45"564
30 - Ineichen/Bortolotti/Perera/Breukers (Lamborghini Huracan GT3) – Grasser - 1'47"104
31 - Smith/Walls/Proczyk/Muller (Porsche 911 GT3 R) – Manthet - 1'47"125
32 - Van Splunteren/Perez Companc/Engelhart/Lenz (Lamborghini Huracan GT3) – Grasser - 1'47"364
33 - Van Der Linde/van der Linde/Mies/Schmidt (Audi R8 LMS GT3) – Land - 1'47"388
34 - Marks/Aschenbach/Farnbacher/Ledogar (Acura NSX GT3) – Shank - 1'47"425
35 - Potter/Lally/Davis/Winkelhock (Audi R8 LMS GT3) – Magnus - 1'47"457
36 - Lindsey/Bergmeister/Pappas (Porsche 911 GT3 R) - Park Place - 1'47"537
37 - Sellers/Snow/Caldarelli/Miller (Lamborghini Huracan GT3) – Miller - 1'47"570
38 - Keating/Bleekemolen/Christodoulou/Stolz (Mercedes-AMG GT3) – Riley - 1'47"652
39 - Hawksworth/Heinemeier Hansson/Pruett/Farnbacher (Lexus RCF GT3) – 3GT - 1'47"663
40 - Long/Nielsen/Renauer/Jaminet (Porsche 911 GT3 R) – Wright - 1'47"696
41 - Baumann/Marcelli/Junqueira (Lexus RCF GT3) – 3GT - 1'47"703
42 - Legge/Parente/Hindman/Allmendinger (Acura NSX GT3) – Shank - 1'47"749
43 - Dalla Lana/Lamy/Lauda/Serra (Ferrari 488 GT3) - AF Corse - 1'47"752
44 - Klingmann/Yount/Kvamme (BMW M6 GT3) – Turner - 1'47"770
45 - Perez de Lara/Fuentes/Creel/Molina (Ferrari 488 GT3) – Risi - 1'47"887
46 - MacNeil/Balzan/Jeannette/Segal (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 1'48"135
47 - Sweedler/Bell/Montecalvo/Bird (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 1'48"226
48 - Koch/Foley III/Perez/Spinelli (Mercedes-AMG GT3) – P1 - 1'48"274
49 - Habul/Jaeger/Engel/Grenier (Mercedes-AMG GT3) – Riley - 1'48"294
50 - Gilsinger/Eversley/Rayhall/Falb (Acura NSX GT3) – Hart - 1'48"783

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone