2 Mar [19:59]

WS a Le Castellet – 1° giorno
Saravia dopo il diluvio

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Le Castellet – Antonio Caruccio – Foto Speedy

Si è conclusa la prima giornata di test della Winter Series per il GT Open a Le Castellet. Nonostante l’allarme meteo che ha paralizzato l’Europa, gli sforzi di GT Sport e dei suoi uomini hanno reso possibile il regolare svolgimento dell’evento. A dispetto delle assenze di lusso, che hanno così perso l’opportunità di preparare la gara che, dopo l’apertura di Estoril il 15 aprile, vedrà il GT Open tornare in Francia per il secondo appuntamento dell’anno il 6 maggio, le quindici vetture presenti hanno portato avanti il lavoro programmato in tranquillità.

Il miglior tempo a fine giornata è andato nelle mani della BMW M6 GT3 del Teo Martin Motorsport condotta da Andres Saravia, che ha svettato in 2’02”245, d’un soffio più rapido, soli 33 millesimi, della Mercedes AMG GT3 di Marcelo Hahn ed Allam Khodair. Molto bene le Ferrari 488 del neonato Luzich Racing, che hanno schierato Michele Rugolo, Alexander West e Marco Cioci al fianco di Mikkel Macl, col romano che domani cederà il volante ad Alessandro Pierguidi.

Ottima, sesta, anche la Ferrari della new-entry di casa Rinaldi, Kogay-Perel, con il rientro di Kessel Racing con tre vetture. Da segnalare invece, per i colori italiani, il debutto stagionale della VSR, e l’altra Lamborghini di casa Ombra. La compagine dei fratelli Mazzoleni ha portato in pista Fernando Rees, affiancato dal romano, e debuttante, Damiano Fioravanti. A dispetto dei soli 21 anni, Damiano ha già corso in Formula 3 e World Series, e sembra quest’anno orientato al passaggio alle ruote coperte.

Venerdì 2 marzo 2018, 1° giorno

1 – Saravia (BMW M6 GT3) – TMM – 2’02”345
2 – Kodhair-Hann (Mercedes AMG GT3) – Drivex – 2’02”378
3 – Mac-Cioci (Ferrari 488) – Luzich – 2’02”489
4 – West-Rugolo (Ferrari 488) – Luzich – 2’02”722
5 – Salikhov-Schwager (Ferrari 488) – Rinaldi – 2’03”054
6 – Ulrich- Mediani (Ferrari 488) – Spirit – 2’03”180
7 – Kogay-Perel (Ferrari 488) – Rinaldi – 2’03”238
8 – Schiavoni-Piccini (Ferrari 488) – Kessel – 2’03”506
9 – Rees-Fioravanti (Lamborghini Huracan) – Ombra – 2’04”098
10 – Plachutta-Jaeger (Mercedes AMG GT3) – Lechner – 2’04”500
11 – Borlengui-Costa-Ling (Lamborghini Huracan) – VSR – 2’04”517
12 – Hartshorne-Hancock (Ferrari 488) – Kessel – 2’04”782
13 – Basso-Mauro (BMW M6) – TMM – 2’05”711
14 – Sultanov-Seefried (Ferrari 488) – Spirit – 2’06”134
15 – Mann-Cressoni (Ferrari 488) – Spirit – 2’40”677

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone