4 Mar [0:09]

Città del Messico - Gara
Abt trionfa in solitaria

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Alessandro Bucci - Photo4

Audi torna alla vittoria dopo un periodo buio grazie al bellissimo successo di Daniel Abt, bravo a sfruttare i guai occorsi al poleman -e a lungo leader della gara- Felix Rosenqvist. Il tedesco della casa dalle quattro anelle ha centrato il primo trionfo nella categoria dinanzi ad un pubblico degno delle grandi occasioni, riscattando il deludente Eprix del Cile finito contro le barriere di protezione. Problemi per lo svedese della Mahindra dicevamo, ma in realtà il quinto round del campionato s'è trasformato in un vero e proprio incubo per la squadra indiana, con anche Nick Heidfeld in panne per problemi tecnici sulla vettura.

Ad oltre sei secondi di distacco dal vincitore tedesco del team Audi troviamo il pilota NIO Oliver Turvey, protagonista di un buon weekend e in particolare di una corsa solida. Il britannico è scattato dalla prima fila in seguito ad una penalizzazione comminata ad Antonio Felix Da Costa (secondo in qualifica), la cui vettura è stata trovata sottopeso dopo le qualifiche.
A chiudere il podio Sébastien Buemi del team Renault e.dams, autore di una corsa tutt’altro che semplice. Lo svizzero, infatti, non solo s’è dovuto difendere dagli attacchi di Daniel Abt nelle fasi iniziali quando occupava la terza piazza, ma ha subito anche un sorpasso dal tedesco al 21° passaggio, in seguito ad un piccolo lungo.

Sette giri dopo, a cambio macchina avvenuto, l’ex pilota della Toro Rosso ha affilato gli artigli utilizzando il fan boost superando Jean-Eric Vergne in curva 1 e inscenando un bel duello con Turvey sino alle fasi conclusive della corsa. Eprix messicano positivo per la scuderia Jaguar, con Nelsinho Piquet quarto e Mitch Evans sesto, mentre il team Techeetah, in seguito alla doppietta ottenuta in terra cilena, non può certo dirsi molto soddisfatta per il risultato incamerato a Città del Messico.

Jean-Eric Vergne, attuale leader della classifica, ha chiuso quinto ad oltre sette secondi e mezzo dal vincitore, mentre il compagno di squadra Andre Lotterer, apparso un po’ su di giri nell’arco dell’intera giornata, ha concluso tredicesimo con un distacco ingente da Abt, rischiando di ferire gravemente un meccanico durante le delicate e frenetiche fasi del cambio macchina. L’uomo Techeetah è stato colpito dalla fiancata della vettura mentre il pilota tedesco usciva dal box, riportando un brutto colpo ed accasciandosi a terra per il dolore. In apertura sottolineavamo l’importanza per Audi della vittoria colta dal tedesco, ma la storica casa teutonica può felicitarsi anche per il nono posto del campione in carica Lucas Di Grassi, scattato dall’ultima posizione e bravo a recuperare sino alla zona punti.

Per quanto concerne i piloti italiani, grandissima remuntada per Edoardo Mortara, partito dal fondo dello schieramento con la sua Venturi e giunto ottavo sotto la bandiera a scacchi, effettuando bei sorpassi nell’arco della gara e dimostrando un grande passo oltre che una guida pulita ed al contempo aggressiva. Ora il driver ginevrino occupa l’ottava posizione nel campionato piloti, a 53 punti di distacco dal leader Vergne. Quanto al pilota NIO Luca Filippi, i problemi riscontrati in qualifica nel gruppo 1 (con la pista sporchissima) hanno in parte minato le possibilità del nostro di ben figurare sulla pista di Città del Messico in gara, con l’ex pilota Indycar purtroppo distante dal compagno Turvey e penalizzato da un contatto con Maro Engel nelle retrovie.

La Formula E tornerà in scena il 17 marzo in Uruguay, sul tracciato cittadino di Punta del Este.

Sabato 3 marzo 2018, gara

1 - Daniel Abt (Audi) - Audi – 47 giri
2 - Oliver Turvey (NextEV) - NIO – 6’’398
3 - Sebastien Buemi (Renault) - Renault e.dams – 6’’615
4 - Nelson Piquet (Jaguar) - Jaguar – 7’’015
5 - Jean-Eric Vergne (Renault) - Techeetah – 7’’546
6 - Mitch Evans (Jaguar) - Jaguar – 9’’050
7 - Antonio Felix da Costa (Andretti) - Andretti – 17’’157
8 - Edoardo Mortara (Venturi) - Venturi – 26’’511
9 - Lucas Di Grassi (Audi) - Audi – 29’’208
10 - Alex Lynn (DS Virgin) - DS Virgin – 29’’515
11 - Jerome D'Ambrosio (Penske) - Dragon – 30’’418
12 - Jose Maria Lopez (Penske) - Dragon – 31’’859
13 - Andre Lotterer (Renault) - Techeetah – 36’’206
14 - Luca Filippi (NextEV) - NIO – 38’’336
15 - Tom Blomqvist (Andretti) - Andretti – 38’’592
16 - Maro Engel (Venturi) - Venturi – 44’’689
17 - Sam Bird (DS Virgin) - DS Virgin – 44’’982

Ritirati
27° giro – Nick Heidfeld
34° giro – Felix Rosenqvist
36° giro – Nicolas Prost

Il campionato
1.Vergne 81 punti; 2.Rosenqvist 69; 3.Bird 61; 4.Buemi 52; 5.Piquet Jr 45; 6.Abt 37; 7.Evans 29; 8.Mortara 28; 9.Turvey 26; 10.Heidfeld 21.


Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone