9 Mar [11:11]

Il ritorno della Mygale
Presentato il progetto di F3 Regionale

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

La Mygale è pronta a tornare nel mondo della Formula 3: l'azienda francese, l'ultima ad aver realmente impensierito il lungo monopolio Dallara, riuscendo a vincere il titolo italiano 2011 con Riccardo Agostini e la JD Motorsport, ha svelato lo studio di una monoposto concepita per i regolamenti della futura F3 regionale.

Il riassetto dell'intera categoria voluto dalla FIA, come noto, porterà alla nascita dell'International F3 Championship nel 2019 (di fatto una fusione tra la GP3 e l'attuale serie europea), al di sotto del quale ci sarà spazio per un livello intermedio che possa accogliere i piloti in arrivo dalle varie F4 nazionali. Seguendone il modello, per ogni campionato di F3 regionale gli organizzatori adotteranno un pacchetto tecnico comune a tutti gli iscritti.

Le immagini 3D mostrano una vettura concepita secondo i trend più recenti, a cominciare dall'installazione obbligatoria dell'Halo per proteggere l'abitacolo, passando per il muso basso, la pinna laterale in stile F1 e un'ala posteriore con le paratie laterali proiettate in avanti. Rispetto alle Formula 3 conosciute sino ad oggi, il telaio sembra caratterizzato da un passo più lungo e da una larghezza maggiore. Il propulsore, sovralimentato, sarà sviluppato dalla Oreca ed avrà una potenza attorno ai 270 cavalli, in linea con i valori richiesti dalla Federazione. Secondo quanto stabilito nei mesi scorsi, la F3 internazionale si attesterà invece un po' più in alto, a quota 350.



Mygale è il terzo costruttore a presentare il progetto per una F3 Regionale: ad aprire la strada è stata a novembre la Onroak, selezionata come fornitore del campionato americano, mentre la nostrana Tatuus ha già in cantiere la macchina per il torneo asiatico che scatterà a luglio. Sono ancora da scoprire i dettagli di eventuale serie in Europa.

La factory transalpina peraltro è già coinvolta su larga scala in F4, equipaggiando i campionati di Gran Bretagna, Australia, Sud-Est Asiatico, Cina, Danimarca, America Centrale e adesso anche nella stessa Francia, dove è avvenuta l'adesione agli standard FIA.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone