7 Mag [13:15]

Dover, gara: Harvick cala il poker

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Ha rischiato grosso dopo aver vinto due primi traguardi intermedi Kevin Harvick a Dover. Sul corto ed insidioso tracciato in cemento del Delaware, il pilota della Ford e del team Stewart Haas, ha comandato per ampi tratti la corsa ma, proprio in uno dei rari casi in cui non si trovava al comando, un forte acquazzone rischiato di farvi perdere il successo. Ha sperato il suo compagno di squadra Clint Bowyer, che approfittando di una defaillance al re-start precedente causata dai piloti fuori sequenza box si era issato al comando. Tuttavia, in meno di un'ora è stata ripristinata l'aderenza della pista così da far disputare i piloti anche gli ultimi 80 giri.

A quel punto per Harvick c'è stato solo da infilare Bowyer e scappare verso la vittoria, la sua quarta della stagione. La scuderia di Tony Stewart e Gene Haas ha festeggiato una bella doppietta, mentre Daniel Suarez si è guadagnato il miglior piazzamento in carriera in terza posizione. Il campione Martin Truex, problemi ai box a parte, ha sofferto tantissimo di assetto ma ha miracolosamente chiuso quarto ("Gli altri dovevano essere messi proprio male..." ha spiegato scherzando), davanti alla terza vettura dello Stewart-Haas in top-5, quella di Kurt Busch. Caduta finale per Brad Keselowski, che era apparso a tratti in grado di impensierire vincitore. Il portacolori di Penske, poco dopo il riavvio delle ostilità, ha avuto un pit troppo lento da cui non ha più rimontato.

Gara sfortunata per l'altro plurivincitore del 2018, Kyle Busch, che ha sofferto da subito per un guaio alla trasmissione che l'ha infine portato al ritiro. Ancor meno lineare la giornata di Kyle Larson. Il portacolori del team Ganassi, dopo aver segnato la pole, si era visto squalificare per non aver passato le verifiche, col suo capo macchina espulso dalla pista (stesso problema per Alex Bowman).

Partito dal fondo, con una strategia creativa si è portato alle spalle dei leader, cosa che però l'ha portato a ri-fermarsi in regime di bandiera verde, prendendo anche una penalità. Incredibilmente, Larson non si è fatto scoraggiare ma ha ripreso terreno, concludendo in top-10 poco alle spalle di Jimmie Johnson. Il team Hendrick ha mostrato altri segnali di recupero, pur se sempre molto lontano dalla forma abituale: comunque, solo Johnson e Larson sono riusciti a portare il marchio Chevrolet nei primi dieci a significare una difficoltà generalizzata per le nuove Camaro che fa da contraltare alla superiorità di Ford e Toyota.

Domenica 6 maggio 2018, gara

1 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart-Haas - 400 giri
2 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart-Haas - 400
3 - Daniel Suarez (Toyota) – Gibbs - 400
4 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Furniture Row - 400
5 - Kurt Busch (Ford) – Stewart-Haas - 400
6 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 400
7 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 400
8 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 400
9 - Jimmie Johnson (Chevrolet) – Hendrick - 400
10 - Kyle Larson (Chevrolet) – Ganassi - 400
11 - Aric Almirola (Ford) – Stewart-Haas - 400
12 - Chase Elliott (Chevrolet) – Hendrick - 400
13 - Joey Logano (Ford) – Penske - 400
14 - William Byron (Chevrolet) – Hendrick - 399
15 - Ricky Stenhouse Jr. (Ford) – Roush - 399
16 - Jamie McMurray (Chevrolet) – Ganassi - 399
17 - Kasey Kahne (Chevrolet) – Leavine - 399
18 - Erik Jones (Toyota) – Gibbs - 399
19 - Trevor Bayne (Ford) – Roush - 398
20 - Chris Buescher (Chevrolet) – JTG - 398
21 - AJ Allmendinger (Chevrolet) – JTG - 397
22 - Michael McDowell (Ford) - Front Row - 397
23 - Alex Bowman (Chevrolet) – Hendrick - 397
24 - Ty Dillon (Chevrolet) – Germain - 396
25 - Darrell Wallace Jr. (Chevrolet) – Petty - 396
26 - Austin Dillon (Chevrolet) – Childress - 395
27 - David Ragan (Ford) - Front Row - 395
28 - Ross Chastain (Chevrolet) – Premium - 393
29 - Matt DiBenedetto (Ford) – GoFas - 392
30 - Gray Gaulding (Toyota) – BK - 386
31 - Landon Cassill (Chevrolet) – StarCom - 385
32 - Reed Sorenson (Chevy) – Premium - 382
33 - Ryan Newman (Chevrolet) – Childress - 377
34 - Paul Menard (Ford) - Wood Brothers - 354
35 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 271
36 - Cody Ware (Chevrolet) – Ware - 244
37 - Derrike Cope (Chevrolet) – StarCom - 144
38 - Corey LaJoie (Chevrolet) – TriStar - 20

Il Campionato
1. Kyle Busch 466; 2. Logano 444; 3. Harvick 426; 4. Bowyer 380; 5. Keselowski 365.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone