26 Giu [19:35]

F4 spagnola a Valencia
Gonzalez e Ptacek i vincitori

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Cancellata la precedente tappa a Jarama per mancanza di iscritti, la F4 spagnola si è rimessa in moto a Valencia per quello che si è trasformato nel secondo round stagionale: con 11 vetture, la griglia ha riacquistato un po' di ossigeno. Javier Gonzalez, attulmente impegnato nella serie italiana e lo scorso anno quinto classificato, al suo rientro è stato il principale protagonista con le vittorie di gara 1 e gara 2 sotto le insegne del team Drivex. Guillem Pujeu è riuscito invece conservare la leadership in graduatoria, ma era assente lo svedese Isac Blomqvist, suo avversario ad Alcaniz.

Nella prima manche, disputata sabato, Gonzalez si è trovato subito al comando grazie alle partenze disastrose del poleman Amaury Cordeel e di Petr Ptacek che scattava al suo fianco: il belga è rimasto inchiodato al semaforo, il ceco è stato sanzionato per essersi mosso in anticipo (tradito da un difetto della frizione), e ha poi abbandonato per conservare i pneumatici in vista della domenica. Jump start anche per Pujeu, scivolato sesto con la sanzione dei commissari: lo stesso Cordeel ha guadagnato così la piazza d'onore, Nazim Azman il terzo gradino del podio.

Gonzalez ha concesso il bis in gara 2, beffando Ptacek al via per tenerlo alle sue spalle, con il malese Azman di nuovo terzo. Bella rimonta fino alla quarta posizione per Pujeu: nella Q2 del mattino il pilota catalano ha patito guai al propulsore che lo avevano relegato in coda allo schieramento, e si è reso autore di sette sorpassi.

In gara 3, Ptacek si è preso la meritata rivincita conservando la prima posizione ottenuta in qualifica e rifilando un distacco di 3" al messicano Gonzalez. Il ceco ha regalato il primo successo alla neonata squadra di casa Formula de Campeones, creata come scuola addestrativa con base proprio sul tracciato "Ricardo Tormo". A supportare Ptacek ci sono però gli ingegneri della BhaiTech, con cui milita nella F4 tricolore.

Nella scia di Gonzalez è giunto Cordeel, terzo, seguito da Azman che ha ridotto a 6 lunghezze il ritardo in campionato da Pujeu: il portacolori della FA Racing questa volta ha dovuto alzare bandiera bianca all'ottava tornata, per il ripresentarsi dei problemi al motore.

Sabato 23 giugno 2018, gara 1

1 - Javier Gonzalez - Drivex - 17 giri 26'51"998
2 - Amaury Cordeel - MP Motorsport - 5"660
3 - Nazim Azman - Drivex - 6"702
4 - Patrick Schott - MP Motorsport - 10"969
5 - Lazslo Toth - MP Motorsport - 18"909
6 - Guillem Pujeu - FA Racing - 26"706
7 - Benjamin Goethe - Drivex - 33"665
8 - Rafael Villanueva - Drivex - 33"958
9 - Rui Andrade - Drivex - 37"899
10 - Filip Kaminiarz - Drivex - 45"907

Giro più veloce: Javier Gonzalez 1'33"978

Ritirati
12° giro - Petr Ptacek

Domenica 24 giugno 2018, gara 2

1 - Javier Gonzalez - Drivex - 13 giri 20'29"250
2 - Petr Ptacek - Formula de Campeones - 0"479
3 - Nazim Azman - Drivex - 1"495
4 - Guillem Pujeu - FA Racing - 7"274
5 - Rafael Villanueva - Drivex - 16"974
6 - Lazslo Toth - MP Motorsport - 23"910
7 - Filip Kaminiarz - Drivex - 26"948
8 - Rui Andrade - Drivex - 30"004
9 - Patrick Schott - MP Motorsport - 1'05"852
10 - Benjamin Goethe - Drivex - 1'06"881
11 - Amaury Cordeel - MP Motorsport - 1 giro

Giro più veloce: Amaury Cordeel 1'33"681

Domenica 24 giugno 2018, gara 3

1 - Petr Ptacek - Formula de Campeones - 17 giri 26'44"257
2 - Javier Gonzalez - Drivex - 3"630
3 - Amaury Cordeel - MP Motorsport - 3"912
4 - Nazim Azman - Drivex - 4"448
5 - Rafael Villanueva - Drivex - 15"492
6 - Patrick Schott - MP Motorsport - 16"254
7 - Lazslo Toth - MP Motorsport - 21"288
8 - Benjamin Goethe - Drivex - 31"225
9 - Rui Andrade - Drivex - 38"039

Giro più veloce: Petr Ptacek 1'33"530

Ritirati
8° giro - Guillem Pujeu
6° giro - Filip Kaminiarz

Il campionato
1.Pujeu 81 punti; 2.Azman 75; 3.Gonzalez 58; 4.Ptacek 57; 5.Cordeel 51; 6.Blomqvist 48; 7.Schott 46; 8.Villanueva 44; 9.Toth 20; 10.Goethe 11

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone