8 Lug [21:13]

Townsville, gare
Triple Eight sugli scudi

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Silvano Taormina

Il tracciato cittadino di Townsville ha riportato sugli scudi il team Triple Eight che, grazie a Jamie Whincup e Shane Van Gisbergen, ha colto due doppiette che rilanciano le quotazioni in campionato dei suoi due alfieri. Il campione in carica Whincup ha fatto sua la gara del sabato, cogliendo il suo decimo successo personale sul circuito ricavato all'interno di Ried Park, mentre Van Gisbergen si è imposto in quella domenicale. Risultati che permettono ai due portacolori della compagine diretta da Tim Edwards di accorciare il gap in campionato dal leader Scott McLaughlin.

Quest'ultimo, avendo intuito che il weekend in corso non era dei più favorevoli, si è concentrato nel portare a casa punti pesanti in attesa di giornate migliori. I due terzi posti messi in saccoccia gli danno ragione e lo mantengono ben saldo in vetta. Eppure il neozelandese del DJR Penske prometteva bene grazie alla pole nelle qualifiche del sabato. In gara, però, è riuscito a tenere il ritmo solo per poche tornate fino a quando Whincup lo ha infilato alla prima curva. Poco dopo si è dovuto arrendere anche a Van Gisbergen, che la posizione l'ha guadagnata grazie al gioco dei pit-stop. Nel finale McLaughlin si è dovuto guardare alle spalle dal terzo pilota del Triple Eight, Craig Lowndes, a sua volta impegnato a contenere Fabian Coulthard che ha completato la top-five.

In gara 2 la storia non è stata molto diversa, con Van Gisbergen e Whincup che hanno invertito l'ordine del giorno prima. Il kiwi, forte della pole position centrata in Q2, ha condotto il primo stint prima di subire il ritorno del compagno di squadra che ha tratto vantaggio dal primo valzer dei pit-stop. Van Gisbergen si è riappropriato della leadership in pista, sopravanzando l'esacampione al giro 43. Il gradino più basso del podio lo ha calcato ancora una volta McLaughlin, esibitosi in una bella risalita dalla settima piazzola in griglia. Anche questa volta nei giri conclusivi ha dovuto contenere Lowndes, il quale ha preceduto un ottimo Chaz Mostert in recupero dalla sesta fila. Solamente sesto David Reynolds, autore di un fine settimana meno brillante dei precedenti ma comunque ancora nelle zone calde della classifica piloti.

Timidi segnali di ripresa per il Tickford Racing, riapparso in top-ten con Mostert, Winterbottom e Waters ma ancora lontano dal ritmo dei primi. Questa volta è mancata la Nissan, incapace di andare oltre il settimo posto di Kelly in gara 2, che ha sofferto anche un contatto fraticida tra la De Silvestro e Caruso al via della seconda manche.

Sabato 7 luglio, gara 1

1 - Jamie Whincup (Holden Commodore) - Triple Eight - 70 giri in 1.30'53''110
2 - Shane Van Gisbergen (Holden Commodore) - Triple Eight - 2''195
3 - Scott McLaughlin (Ford Falcon) - DJR Penske - 4''933
4 - Craig Lowndes (Holden Commodore) - Triple Eight - 6''217
5 - Fabian Coulthard (Ford Falcon) - DJR Penske - 6''992
6 - Mark Winterbottom (Ford Falcon) - Tickford - 12''390
7 - David Reynolds (Holden Commodore) - Erebus - 14''043
8 - Cameron Waters (Ford Falcon) - Tickford - 14''561
9 - Will Davison (Ford Falcon) - 23Red - 15''005
10 - Nick Percat (Holden Commodore) - BJR - 16''301
11 - Tim Slade (Holden Commodore) - BJR - 16''770
12 - Andre Heimgartner (Nissan Altima) - Kelly - 17''86
13 - Chaz Mostert (Ford Falcon) - Tickford - 19''063
14 - Scott Pye (Holden Commodore) - WAU - 20''521
15 - Rick Kelly (Nissan Altima) - Kelly - 23''568
16 - Garth Tander (Holden Commodore) - GRM - 24''878
17 - James Golding (Holden Commodore) - GRM - 29''441
18 - James Courtney (Holden Commodore) - WAU - 29''505
19 - Lee Holdsworth (Holden Commodore) - Schwerkolt - 30''146
20 - Anton De Pasquale (Holden Commodore) - Erebus - 31''157
21 - Todd Hazelwood (Ford Falcon) - Stone - 33''004
22 - Jack Le Brocq (Holden Commodore) - Tekno - 1'07''354
23 - Richie Stanaway (Ford Falcon) - Tickford - 1:11.858
24 - Tim Blanchard (Holden Commodore) - BJR - 1 giro
25 - Simona De Silvestro (Nissan Altima) - Kelly - 1 giro

Giro più veloce: Chaz Mostert 1'13''287

Ritirato
1° giro - Michael Caruso

Domenica 8 luglio, gara 2

1 - Shane Van Gisbergen (Holden Commodore) - Triple Eight - 70 giri in 1.31'05''678
2 - Jamie Whincup (Holden Commodore) - Triple Eight - 0''782
3 - Scott McLaughlin (Ford Falcon) - DJR Penske - 8''534
4 - Craig Lowndes (Holden Commodore) - Triple Eight - 9''312
5 - Chaz Mostert (Ford Falcon) - Tickford - 9''877
6 - David Reynolds (Holden Commodore) - Erebus - 11''278
7 - Rick Kelly (Nissan Altima) - Kelly - 13''182
8 - Fabian Coulthard (Ford Falcon) - DJR Penske - 13''409
9 - Cameron Waters (Ford Falcon) - Tickford - 14''102
10 - James Courtney (Holden Commodore) - WAU - 15''233
11 - Jack Le Brocq (Holden Commodore) - Tekno - 16''400
12 - Andre Heimgartner (Nissan Altima) - Kelly - 17''125
13 - Mark Winterbottom (Ford Falcon) - Tickford - 17''424
14 - Nick Percat (Holden Commodore) - BJR - 17''826
15 - Tim Slade (Holden Commodore) - BJR - 18''729
16 - Lee Holdsworth (Holden Commodore) - Schwerkolt - 19''161
17 - James Golding (Holden Commodore) - GRM - 19''691
18 - Anton De Pasquale (Holden Commodore) - Erebus - 21''581
19 - Garth Tander (Holden Commodore) - GRM - 1 giro
20 - Richie Stanaway (Ford Falcon) - Tickford - 1 giro
21 - Scott Pye (Holden Commodore) - WAU - 1 giro
22 - Simona De Silvestro (Nissan Altima) - Kelly - 1 giro
23 - Todd Hazelwood (Ford Falcon) - Stone - 1 giro
24 - Tim Blanchard (Holden Commodore) - BJR - 2 giri
25 - Will Davison (Ford Falcon) - 23Red - 3 giri

Giro più veloce: Scott McLaughlin 1'13''351

Ritirato
60° giro - Michael Caruso

Il campionato
1. McLaughlin 2033; 2. Van Gisbergen 1902; 3. Reynolds 1646; 4. Whincup 1630; 5. Lowndes 1602; 6. Coulthard 1430; 7. Pye 1384; 8. Kelly 1372; 9. Mostert 1286; 10. Courtney 1236

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone