30 Lug [7:44]

Mid-Ohio, gara: Rossi alla... Dixon

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Un Alexander Rossi alla... Scott Dixon ha conquistato il suo secondo successo dell'anno in IndyCar nell'appuntamento svolto a Mid-Ohio. Il californiano del team Andretti ha effettuato una sosta in meno di tutti gli altri, gestendo al meglio gomme e carburante, E riuscendo anche a stare davanti in pista agli avversari che cercavano di raggiungerlo o di beffarlo in uscita box. In una gara che ha visto nuovamente le nuove Dallara grandi protagoniste, con tantissimi sorpassi all'interno e all'esterno di un tracciato notoriamente non noto per la facilità nell'effettuare attacchi, Rossi ha tenuto alle sue spalle Robert Wickens, migliore interprete della strategia a due soste ma rallentato, nel secondo stint, quello decisivo, dal troppo traffico. Will Power si è piazzato terzo.

L'alfiere del team Penske ha ammesso di non avere avuto il passo sufficiente per andare all'attacco dei leader, e ha così massimizzato i punti a disposizione. Calo finale anche per Newgarden che, ad inizio corsa, aveva preso perfino la testa con un sorpasso entusiasmante ai danni di Rossi. Quinto Dixon, che continua a condurre in campionato con 44 punti di vantaggio. Anche per lui c'è mancato poco, in uscita box, quando ha attaccato Rossi, ma l'americano ha rintuzzato l'assalto e il traffico ha fatto il resto. Spaziale poi Sebastien Bourdais che, con niente da perdere dopo essere partito dal fondo, ha messo in scena un'aggressività eccezionale, passando avversario dopo avversario fino al sesto posto.

In difficoltà Ryan Hunter Reay e Simon Pagenaud, così come Graham Rahal che non riesce a trovare il giusto set-up quest'anno. Fuori dalla top-10 James Hinchcliffe, così come Takuma Sato: quest'ultimo è stato spedito in testacoda nelle prime fasi.

Domenica 29 luglio 2018, gara

1 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 90 giri
2 - Robert Wickens (Dallara-Honda) – SPM - 12"8285
3 - Will Power (Dallara-Chevy) – Penske - 14"7086
4 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 18"0065
5 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 18"9382
6 - Sebastien Bourdais (Dallara-Honda) – Coyne - 19"5312
7 - Ryan Hunter-Reay (Dallara-Honda) – Andretti - 21"4614
8 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) – Penske - 21"8246
9 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – RLL - 23"3494
10 - Zach Veach (Dallara-Honda) – Andretti - 24"3930
11 - Marco Andretti (Dallara-Honda) – Andretti - 36'5906
12 - Jordan King (Dallara-Chevy) – ECR - 41"4002
13 - Spencer Pigot (Dallara-Chevy) – ECR - 43"3340
14 - James Hinchcliffe (Dallara-Honda) – SPM - 1'04"0882
15 - Ed Jones (Dallara-Honda) – Ganassi - 1'07"1156
16 - Charlie Kimball (Dallara-Chevy) – Carlin - 1 giro
17 - Takuma Sato (Dallara-Honda) – RLL - 1 giro
18 - Tony Kanaan (Dallara-Chevy) – Foyt - 1 giro
19 - Matheus Leist (Dallara-Chevy) – Foyt - 1 giro
20 - Jack Harvey (Dallara-Honda) – SPM - 1 giro
21 - Rene Binder (Dallara-Chevy) – Juncos - 1 giro
22 - Conor Daly (Dallara-Chevy) – Harding - 2 giri
23 - Pietro Fittipaldi (Dallara-Honda) – Coyne - 2 giri
24 - Max Chilton (Dallara-Chevy) – Carlin - 2 giri

Il campionato
1. Dixon 494; 2. Rossi 448; 3. Newgarden 434; 4. Power 407; 5. Hunter-Reay 399.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone