10 Set [23:42]

Indianapolis, gara
Keselowski brucia tutti nel finale

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Prima vittoria per il team Penske alla Brickyard 400 di Indianapolis. Grazie ad un sorpasso spettacolare con tanto di sportellate ripetute ai danni di Denny Hamlin, Brad Keselowski ha regalato al Capitano il secondo successo consecutivo, il 499° in totale. Pur non avendo la vettura migliore, Keselowski ha posticipato la sua ultima sosta, sfruttando tutta la "fuel window". Inizialmente, sembrava ormai aver perso troppe posizioni per riuscire ad attaccare. Invece, due caution nel finale l'hanno rimesso in gioco. In particolare quella finale, per un incidente tra Landon Cassill e Jeffrey Earnhardt, l'ha visto affrontare il re-start al terzo posto, con 25 giri in meno sulle gomme.

Keselowsi ha subito lasciato sul posto Clint Bowyer, e si è lanciato addosso a Denny Hamlin. Dopo avere inseguito il pilota del Joe Gibbs Racing, autore di ottimi re-start, Keselowski si è fatto strada non senza qualche piccola toccata ben assestata. Alle sue spalle si è issato Erik Jones, anche lui con gomme migliori rispetto al resto del gruppo. Hamlin e Bowyer, che avevano lottato per buona part della giornata, si sono rispettivamente piazzati terzo e quinto, separati da Kevin Harvick. Deluso Jamie McMurray, che aveva cercato disperatamente un successo che l'avrebbe portato ai playoff. Il pilota del team Ganassi, "appiedato" proprio oggi per il 2019, ha terminato settimo. Alle sue spalle, Kyle Busch, che dopo aver perso posizioni per una sosta sfortunata in termini di strategia. Ancora più nera la giornata di Martin Truex, fermato dall'esplosione di un disco freno al giro 41. Brutto finale per una settimana che già aveva visto l'annuncio della chiusura del suo team.

Altro punto fondamentale del weekend era quello di delineare la parte bassa dello schieramento per i playoff che partiranno la prossima settimana a Las Vegas. Gli ultimi due piloti a passare il "taglio" sono stati Jimmie Johnson e Alex Bowman. Per il sette volte campione, è quasi disonorevole accedere alla fase finale senza vittorie, e all'ultimo round utile...

Lunedì 10 settembre, gara

1 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 160
2 - Erik Jones (Toyota) – Gibbs - 160
3 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 160
4 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart-Haas - 160
5 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart-Haas - 160
6 - Kurt Busch (Ford) – Stewart-Haas - 160
7 - Jamie McMurray (Chevrolet) – Ganassi - 160
8 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 160
9 - Paul Menard (Ford) - Wood Brothers - 160
10 - Ryan Newman (Chevrolet) – Childress - 160
11 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 160
12 - Matt Kenseth (Ford) – Roush - 160
13 - Joey Logano (Ford) – Penske - 160
14 - Kyle Larson (Chevrolet) – Ganassi - 160
15 - Chase Elliott (Chevrolet) – Hendrick - 160
16 - Jimmie Johnson (Chevrolet) – Hendrick - 160
17 - Michael McDowell (Ford) - Front Row - 160
18 - Daniel Suarez (Toyota) – Gibbs - 160
19 - William Byron (Chevrolet) – Hendrick - 160
20 - Regan Smith (Chevrolet) – Leavine - 160
21 - Ty Dillon (Chevrolet) – Germain - 160
22 - Austin Dillon (Chevrolet) – Childress - 160
23 - Aric Almirola (Ford) – Stewart-Haas - 159
24 - David Ragan (Ford) - Front Row - 159
25 - Chris Buescher (Chevrolet) – JTG - 158
26 - Ross Chastain (Chevrolet) – Premium - 158
27 - Corey LaJoie (Chevrolet) – TriStar - 158
28 - Reed Sorenson (Chevy) – Premium - 158
29 - JJ Yeley (Chevrolet) – StarCom - 157
30 - BJ McLeod (Chevy) – Premium - 157
31 - Landon Cassill (Chevy) – Premium - 150
32 - Jeffrey Earnhardt (Chevrolet) – Cope - 150
33 - Alex Bowman (Chevrolet) – Hendrick - 142
34 - Ricky Stenhouse Jr. (Ford) – Roush - 136
35 - Timmy Hill (Chevrolet) – Rick Ware - 124
36 - Matt DiBenedetto (Ford) – GoFas - 89
37 - AJ Allmendinger (Chevrolet) – JTG - 66
38 - Darrell Wallace Jr. (Chevrolet) – Petty - 57
39 - David Starr (Chevrolet) – Premium - 57
40 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Furniture Row - 41

Il campionato - Inizio Playoff
1. Kyle Busch 2050; 2. Harvick 2050; 3. Truex 2035; 4. Keselowski 2019; 5. Bowyer 2015; 6. Logano 2014; 7. Kurt Busch 2014; 8. Elliott 2008; 9. Blaney 2007; 10. Jones 2005; 11. Dillon 2005; 12. Larson 2005; 13. Hamlin 2003; 14. Almirola 2001; 14. Johnson 2000; 15. Bowman 2000.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone