14 Set [16:25]

Singapore - Libere 2
Raikkonen precede Hamilton di 0"011

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Alessandro Bucci - Photo 4

È calata la notte sul fantasmagorico tracciato di Singapore, sede del 15° round del Campionato del Mondo 2018 di Formula 1. In occasione del secondo turno di prove libere, ad avere la meglio sulla concorrenza è stato il ferrarista Kimi Raikkonen, bravo ad issare la sua SF71-H al primo posto bloccando il crono in 1'38'699 (record provvisorio seppur non ufficiale del circuito), unico pilota a scendere sotto il muro dell'1'39'' assieme al leader del campionato Lewis Hamilton, con il pilota Mercedes staccato di appena 11 millesimi. Quanto ai piloti Red Bull-Renault, dominatori delle FP1, terza e quarta posizione nel turno serale (pomeridiano per gli spettatori italiani ndr), rispettivamente con Max Verstappen e Daniel Ricciardo, bravi a precedere Valtteri Bottas della Mercedes (apparso poco brillante) ad oltre sei decimi dal battistrada. Resta ora da capire il reale potenziale del team austriaco sul tracciato singaporese.

Ancora prestazioni incoraggianti per il team Renault sulla tortuosa pista della "Città del Leone", con entrambi i piloti nella top 10 (Carlos Sainz jr 5° e Nico Hulkenberg 10°), a loro agio con le gomme hypersoft. Queste mescole, impiegate da tutti i piloti per effettuare la miglior prestazione prima delle simulazioni gara, hanno permesso ai top driver un incremento di circa un secondo rispetto alle prestazioni messe a segno nel primo turno di prove libere, grazie all'abbassamento delle temperature ed al migliorarsi della pista a Singapore. Mentre Fernando Alonso della McLaren Renault ha stupito tutti piazzandsi ottavo ad oltre un secondo e mezzo dalla vetta, a deludere ci ha pensato Sebastian Vettel, a contatto con il muro (entrambe le ruote di destra hanno sbattuto) in uscita da curva 21 e costretto a tornare ai box per le verifiche del caso. In particolare, a destare allarme, delle perdite di liquido dal retrotreno della SF71-H numero 5, segnali che potrebbero ricondurre ad un guasto nell'impianto idraulico.

Il tedesco, out nel corso del suo primo giro con hypersoft, ha completato solamente dodici tornate vedendo il suo programma fortemente penalizzato in vista della complessa giornata di domani. Un tonfo che, assolutamente, non ci voleva per il leader del Cavallino Rampante. E dire che Seb aveva iniziato il secondo turno di libere con grande determinazione, duellando con Ricciardo e il compagno Raikkonen su ultrasoft per le prime posizioni, salvo effettuare poi un breve stint di gara con la suddetta mescola. A mezz'ora dal termine delle FP2 i piloti hanno montato le hypersoft con il pieno di benzina e Hamilton si è dimostrato più veloce del poleman provvisorio Raikkonen.

Venerdì 14 settembre 2018, libere 1

1 - Kimi Raikkonen (Ferrari) - 1'38''699 - 35 giri
2 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'38''710 - 20
3 - Max Verstappen (Red Bull-Renault) - 1'39''221 - 28
4 - Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) - 1'39''309 - 33
5 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'39''368 - 33
6 - Carlos Sainz (Renault) - 1'40''274 - 36
7 - Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 1'40''384 - 33
8 - Fernando Alonso(McLaren-Renault) - 1'40''459 - 31
9 - Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'40''633 - 12
10 - Nico Hulkenberg (Renault) - 1'40''668 - 35
11 - Sergio Perez (RP Force India-Mercedes) - 1'40''774 - 30
12 - Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) - 1'40''812 - 37
13 - Esteban Ocon (RP Force India-Mercedes) - 1'40''870 - 33
14 - Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) - 1'41''062 - 37
15 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'41''154 - 32
16 - Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) - 1'41''164 - 32
17 - Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) - 1'41''542 - 38
18 - Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) - 1'41''615 - 36
19 - Lance Stroll (Williams-Mercedes) - 1'42''141 - 17
20 - Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) - 1'42"181 - 36

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone