28 Ott [18:24]

Portimao, gara: tripletta Ligier
La seconda di Albuquerque-Hanson

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Seconda vittoria consecutiva per il team United Autosports nell’ultimo appuntamento dell’European Le Mans Series. La gara ha regalato un duello ricco di emozioni, dovuto in parte anche alle difficili condizioni ambientali: la pioggia della notte aveva infatti tolto la gommatura dalla pista, mentre il forte vento ha disturbato le ostilità (addirittura è stata necessaria una Virtual Safety Car per un “lollipop” volato in pista). La battaglia è stata estremamente accesa e ha visto più vetture contendersi la testa. Alla fine, Filipe Albuquerque ha resistito al ritorno di Will Stevens con la Ligier del team Panis-Barthez, dividendosi il successo col compagno Phil Hanson. Il pilota britannico schierato dal team dell'ex "bleu" ha rimontato nel finale dalla quarta piazza, mentre al terzo posto si è issata la seconda vettura United, di Owen-De Sadeleer-Boyd. Per le Ligier si è trattato di una tripletta, risultato importante dopo la prevalenza delle Oreca nelle prime fasi del campionato (e anche in qualifica in Portogallo).

Quarta l’Oreca G-Drive di Rusinov-Vergne-Pizzitola, già matematicamente campioni piloti nel precedente round a Spa e spedita a fondo gruppo da un contatto nelle fasi iniziali. Decisiva per il podio è stata anche una penalità data al francese per avere abusato dei limiti della pista mentre lottava con i rivali di casa United. Quinto posto per il team Racing Engineering con Nato-Pla-Petit, davanti a Aubry-Chatin-Rojas per l’IDEC Sport.

Da dimenticare la gara per i poleman del team Duqueine, fermati dalla rottura di una sospensione sulla loro Oreca. Penalità anche per i team Villorba e AVF. Felipe Nasr, che con una gran rimonta nelle fasi iniziali aveva preso anche la testa, è stato fermato per aver quasi colpito una GT in ingresso box, mentre la squadra di Adrian Valles si è vista fermare ai box addirittura due minuti per una tamponata di Konstantin Tereschenko ai danni di due vetture LMP3.

Nella categoria minore, grazie a un quinto posto in classifica, John Farano, Job van Uitert e Rob Garofall si sono laureati campioni anche grazie al vantaggio in classifica, dovuto alle due vittorie nelle prime tre gare e alla piazza d’onore di Spa. Soprattutto, a contare molto è stato il guaio al cambio che ha messo fine alle speranze del team 360 racing. Alla fine, Farano, van Uitert e Garofall hanno terminato quinti, a causa di uno sfortunato (in termini di strategia) intervento della safety-car nel finale. La vittoria in gara è andata al team Inter Europol Competition, con Jakub Smiechowski e Martin Hippe. I migliori rappresentanti per i colori italiani nella categoria sono stati Francesco Dracone e Jacopo Baratto, undicesimi di classe per il team BHK.

In classe LMGTE, campioni si sono laureati Giorgio e Gianluca Roda, col team Proton, con Matteo Cairoli eccezionale protagonista della stagione pur non avendo disputato una gara. Nonostante una toccata iniziale ricevuta dalla Ferrari di Duncan Cameron, la Porsche numero 88 ha centrato il terzo posto in gara, sufficiente per trionfare nell'assoluta. A vincere la corsa, con ampio margine, la seconda 911 Proton, quella del trio Ried-Dienst-Olsen. Secondo posto per la Ferrari JMW con Alex MacDowall, Liam Griffin e Miguel Molina: per loro secondo posto anche in graduatoria, importante per garantire l’invito alla prossima 24 Ore di Le Mans.

Domenica 28 ottobre 2018, gara

1 - Hanson/Albuquerque (Ligier JSP217-Gibson) - United Autosports - 140 giri
2 - Buret/Canal/Stevens (Ligier JSP217-Gibson) - Panis Barthez - 0”520
3 - Owen/De Sadeleer/Boyd (Ligier JSP217-Gibson) - United Autosports - 14”647
4 - Rusinov/Pizzitola/Vergne (Oreca 07-Gibson) - G-Drive Racing - 15”185
5 - Nato/Pla/Petit (Oreca 07-Gibson) - Racing Engineering - 1'23.913
6 - Aubry/Chatin/Rojas (Oreca 07-Gibson) - IDEC Sport - 1 giro
7 - Allen/Falchero/Enqvist (Oreca 07-Gibson) - G-Drive Racing - 1 giro
8 - Cougnaud/Hirschi/Gommendy (Oreca 07-Gibson) - Graff - 1 giro
9 - Andersen/Fjordbach (Dallara P217-Gibson) - High Class Racing - 2 giri
10 - Smiechowski/Hippe (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 8 giri
11 - Patterson/De Jong/Kim (Ligier JSP217-Gibson) - Algarve - 8 giri
12 - Noble/Kapadia/Olsen (Ligier JS P3-Nissan) - Ecurie Ecosse - 8 giri
13 - Falb/Andrews (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosports - 8 giri
14 - Boguslavskiy/Chuklin/Pronenko (Ligier JS P3-Nissan) - Speed Factory - 8 giri
15 - Farano/Uitert/Garofall (Ligier JS P3-Nissan) - RLR MSport - 9 giri
16 - Talkanitsa/Talkanitsa/Jensen (Ligier JS P3-Nissan) - AT Racing - 9 giri
17 - Wells/Grist/Bell (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosports - 9 giri
18 - Scheuschner/Müller-Crepon (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol Competition - 9 giri
19 - Vaglio/Klein (Norma M 30-Nissan) - DKR Engineering - 9 giri
20 - Ried/Dienst/Olsen (Porsche Porsche 911 RSR) - Proton Competition - 10 giri
21 - Droux/Légeret/Benham (Norma M 30-Nissan) - M. Racing - YMR - 10 giri
22 - Griffin/Macdowall/Molina (Ferrari F488 GTE) - JMW Motorsport - 11 giri
23 - Dracone/Baratto (Ligier JS P3-Nissan) - BHK Motorsport - 11 giri
24 - Roda/Roda/Cairoli (Porsche Porsche 911 RSR) - Proton Competition - 11 giri
25 - Lacorte/Sernagiotto/Nasr (Dallara P217-Gibson) - Villorba - 11 giri
26 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE) - Spirit of Race - 11 giri
27 - Dayson/Meshcheriakov/Demarchi (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 12 giri
28 - Lahaye/Lahaye/Heriau (Norma M 30-Nissan) - Ultimate - 12 giri
29 - Cullen/Newey/Menezes (Oreca 07-Gibson) - APR - Rebellion Racing - 13 giri
30 - Krohn/Jönsson/Bertolini (Ferrari F488 GTE) - Krohn Racing - 13 giri
31 - Coigny/Alexander/Borga (Ligier JS P3-Nissan) - Cool Racing - 13 giri
32 - Mateu/Mendez/Ponzio (Norma M 30-Nissan) - Oregon Team - 25 giri
33 - Woodward/Kaiser (Ligier JS P3-Nissan) - 360 Racing - 35 giri
34 - Millara/Bihel (Ligier JS P3-Nissan) - M. Racing - YMR - 38 giri
35 - Hedman/Hanley/Lapierre (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 40 giri
36 - Mondini/Van Berlo/Berlo (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 55 giri
37 - Babini/Pera/Giraudi (Porsche Porsche 911 RSR) - Ebimotors - 58 giri
38 - Tereschenko/Chaves (Dallara P217-Gibson) - AVF - 72 giri
39 - Ragues/Jamin/Panciatici (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 88 giri

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone