29 Ott [9:48]

Martinsville, gara
Scintille finali, vince Logano

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

E’ stato un finale duro, vecchio stile, probabilmente ingiusto quello della tappa di Martinsville della NASCAR. Sul tracciato a forma di graffetta della Virginia, Joey Logano ha centrato uno dei quattro posti per puntare al titolo nella finalissima di Homestead. Passato in maniera correttissima da Martin Truex Jr con un attacco stupendo, durato svariati giri, Logano, che aveva delle gomme in condizioni non perfette, ha invece cercato il tutto per tutto, “pizzicando” il rivale e spostandolo a forza. Truex, che ha tentato di restituire il favore anche se era ormai troppo tardi, ha terminato terzo, passato anche da Denny Hamlin. Ha già minacciato... vendetta.

Il portacolori di Gibbs è stato parte di un pacchetto che si è confrontato al vertice, separato da pochi millesimi, per tutti i 500 giri in programma, e che ha incluso anche Brad Keselowski. Quest’ultimo, rimasto fuori dalla lotta per il titolo, è stato “morbido” col compagno in Penske Logano mentre battagliava per la vetta, arrivando alla fine addirittura quinto, alle spalle di Kurt Busch. Kurt Busch si è piazzato sesto, seguito da Chase Elliott, Ryan Newman e Daniel Suarez. Decimo e undicesimo posto rispettivamente per Kevin Harvick e Aric Almirola: il team Stewart-Haas, Kurt Busch a parte, non ha avuto lo slancio necessario per puntare al successo.

Dodicesimo invece Jimmie Johnson dopo l’annuncio della separazione dal suo storico capo ingegnere Chad Knaus, e della nuova sponsorizzazione da parte di un’azienda finanziaria dal 2019. Il californiano ha spedito in testacoda Clint Bowyer, poi 21°. Nonostante le tante situazioni di bagarre, non ci sono stati tanti incidenti. L’unico vero KO è stato quello di William Byron, finito contro le barriere con la Chevy numero 24 del team Hendrick, mentre Kyle Larson ha rotto il motore sulla Camaro numero 42 di Chip Ganassi.



Domenica 28 ottobre 2018, gara

1 - Joey Logano (Ford) – Penske - 500 giri
2 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 500
3 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Furniture Row - 500
4 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 500
5 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 500
6 - Kurt Busch (Ford) – Stewart-Haas - 500
7 - Chase Elliott (Chevrolet) – Hendrick - 500
8 - Ryan Newman (Chevrolet) – Childress - 500
9 - Daniel Suarez (Toyota) – Gibbs - 500
10 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart-Haas - 500
11 - Aric Almirola (Ford) – Stewart-Haas - 500
12 - Jimmie Johnson (Chevrolet) – Hendrick - 500
13 - Chris Buescher (Chevrolet) – JTG - 500
14 - AJ Allmendinger (Chevrolet) – JTG - 500
15 - Ty Dillon (Chevrolet) – Germain - 500
16 - Jamie McMurray (Chevrolet) – Ganassi - 500
17 - Alex Bowman (Chevrolet) – Hendrick - 500
18 - David Ragan (Ford) - Front Row - 500
19 - Ricky Stenhouse Jr. (Ford) – Roush - 500
20 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 500
21 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart-Haas - 499
22 - Paul Menard (Ford) - Wood Brothers - 499
23 - Matt Kenseth (Ford) – Roush - 499
24 - Cole Whitt (Chevy) – TriStar - 498
25 - Michael McDowell (Ford) - Front Row - 497
26 - Erik Jones (Toyota) – Gibbs - 494
27 - DJ Kennington (Toyota) - Gaunt Brothers - 493
28 - Regan Smith (Chevrolet) - Leavine - 492
29 - Ross Chastain (Chevrolet) – Premium - 492
30 - Austin Dillon (Chevrolet) – Childress - 491
31 - JJ Yeley (Chevrolet) – StarCom - 491
32 - Landon Cassill (Chevy) – Premium - 490
33 - Jeb Burton (Chevy) – Premium - 489
34 - Darrell Wallace Jr. (Chevrolet) – Petty - 488
35 - Joey Gase (Chevrolet) – Premium - 467
36 - Matt DiBenedetto (Ford) – GoFas - 451
37 - Kyle Larson (Chevrolet) – Ganassi - 393
38 - Timmy Hill (Chevrolet) – Rick Ware - 368
39 - William Byron (Chevrolet) – Hendrick - 364
40 - Hermie Sadler (Chevy) – StarCom - 230

Il campionato
1. Logano 4074*; 2. Kyle Busch 4104; 3. Truex e Harvick 4083; 5. Kurt Busch 4058; 6. Elliott 4052M 7. Bowyer 4041; 8. Almirola 4033

* Ammesso di diritto alla fase finale.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone