13 Nov [11:27]

Abu Dhabi, sprint race: Calado vince al debutto

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

La corsa sprint della GP2 ad Abu Dhabi, ricordiamo una tappa extra campionato che si è concluso a Monza lo scorso settembre, è stata vinta da James Calado. L'inglese della Lotus ART, partito dalla posizione del poleman grazie all'ottavo posto nella main race, ha comandato fin dal primo giro facendo felice Nicolas Todt che ha puntato su di lui per il campionato 2012. Calado, vice campione della GP3, ha sapientemente tenuto la prima posizione non innervosendosi quando Marcus Ericsson, protagonista di un buon avvio, si è installato in seconda posizione arrivando fino a prendere la scia del britannico.

Ma lo svedese, per lo sforzo compiuto, ha chiesto evidentemente troppo agli pneumatici ed ha dovuto alzare il piede nel finale lasciando tranquillo Calado. Che così, ha vinto in GP2 nel weekend del debutto, seppure sappiamo che la gara 2 (finché rimane lo schieramento ribaltato) assume una minore importanza. Nella fase iniziale della corsa, Antonio Felix Da Costa, che scattava dalla prima fila, ha cercato di dare battaglia, ma ha presto perso terreno da Calado finché nella bagarre con Luiz Razia ha tagliato la chicane. Anziché cedere la posizione al brasiliano, il pilota della Ocean ha proseguito rovinando così la sua prestazione perché la direzione gara gli ha comminato un drive through.

Razia poteva ripetere il secondo posto della main race e anche tentare di raggiungere Ericsson, ma anche lui è stato punito con un drive through per avere segnato il giro più veloce mentre erano esposte le bandiere gialle. Terzo è quindi salito Tom Dillmann, altro rookie e compagno di Ericsson. Un buon weekend per la squadra di Paul Jackson. Solida la prestazione di Jolyon Palmer, quarto per il team Addax dopo il terzo posto di sabato. Fabio Leimer, dominatore della main race, ha dimostrato di avere ancora qualche lacuna nella bagarre, già vista nel corso del 2011. Partito ottavo, ha faticato parecchio a recuperare e nel finale, nel tentativo di superare Alexander Rossi, è arrivato lungo andando poi a speronare Stefano Coletti quando è rientrato in pista.

Il monegasco schierato da Coloni è stato sospinto verso le barriere e la possibilità di chiudere tra i primi sei è svanita. Il suo compagno Kevin Ceccon dalla seconda fila è partito molto male scivolando al 13° posto. Piano piano ha recuperato e nella bagarre degli ultimi giri ha saputo conquistare la sesta posizione. Ancora una buona prova dunque per il 18enne lombardo dopo il quinto posto di sabato. Rimane però un certo amaro in bocca al team Coloni, dopo la seconda grande parte del campionato 2011 e gli ottimi risultati dei test invernali.

La cronaca

Partenza
Calado parte bene dalla prima piazza seguito da Da Costa, Ericsson, Razia, Dillmann, Palmer mentre Ceccon dalla seconda fila scatta male e viene risucchiato.

1° giro
Calado conduce seguito da Da Costa, Ericsson, Razia, Dillmann, Palmer, Coletti, Rossi, Leimer e Berthon. Ricci è 11°, Ceccon 13°, Onidi 16°.

2° giro
Urtato, si gira Kral nelle retrovie, Gutierrez ne supera quattro in un colpo solo al termine del lungo rettifilo.

3° giro
Ai box Haryanto (20°), che ha perso un pezzo di ala. Ceccon supera Ricci e sale 11°.

5° giro
Chilton si gira da solo dopo avere superato Leal per il 17° posto.
Calado ha 9 decimi di vantaggio su Da Costa che comanda un trenino che comprende Ericsson, Razia e Dillmann. Poi, Palmer, Rossi, Coletti, Leimer, Berthon, Ceccon, Ricci, Melker, Gutierrez, Onidi, Marroc, Leal, Clos, Kral, Rosenzweig, Charouz, Trummer, Richelmi, Marinescu, Chilton, Haryanto.

6° giro
Ceccon supera Berthon e sale nella top 10.

8° giro
Viene dato un drive through a Berthon, Melker e Marroc per partenza anticipata. Ericsson supera Da Costa ed è secondo.

9° giro
Da Costa sembra esssere in difficoltà. Ericsson prende subito un buon vantaggio, mentre il portoghese deve difendersi da Razia. Coletti ha la meglio su Leimer per l'ottavo posto.

10° giro
Marinescu (22°) urta il rail alla curva 3. Gran duello tra Da Costa e Razia col portoghese che taglia la chicane mentre il brasiliano lo aveva affiancato. Ericsson spinge forte e riduce il divario da Calado.

12° giro
Da Costa subisce un drive through per non avere ridato la posizione a Razia dopo il taglio di variante. Calado ha un vantaggio di 1"4 su Ericsson.

13° giro
Ericsson guadagna altri quattro decimi a Calado. Razia senza Da Costa davanti segna il gpv in 1'51"874 ed è a 5" dal leader. Poi, Dillmann, Palmer, Rossi, Coletti, Leimer, Ceccon e Ricci che deve difendersi da Gutierrez.

14° giro
Ericsson è sempre più vicino a Calado. Razia è a 3" dal leader e migliora il gpv in 1'51"551.

15° giro
Il bel recupero di Razia viene vanificato da un drive through comminatogli dalla direzione gara. Il brasiliano ha segnato i gpv quando c'erano le bandiere gialle. Drive through anche per Leal per lo stesso motivo, e per Ricci cui però viene aggiunto uno stop and go perché recidivo.

17° giro
Calado conduce su Ericsson, Dillmann, Palmer, Rossi, Coletti, Leimer. Ceccon, Gutierrez e Onidi. Duello tra Coletti e Leimer, con Ceccon alle loro spalle.

19° giro
Leimer riesce a superare Coletti e si lancia all'inseguimento di Rossi.

20° giro
Leimer attacca Rossi all'esterno, ma va sul cordolo e arriva lungo tagliando la pista. Intelligentemente, cede la posizione all'americano.

21° giro
Leimer attacca Rossi con decisione, arriva lungo, esce dalla pista ma quando rientra va a colpire Coletti che lo seguiva spedendolo contro le protezioni.

Ultimo giro
Folle ultimo giro, con i piloti in bagarre per il sesto posto che cancellano i limiti della pista e ne combinano di tutti i colori. Leimer si ritrova con una gomma a terra, Gutierrez supera Ceccon mentre Rossi perde due posizioni. Vince bene Calado che riesce a tenere a distanza Ericsson mentre terzo chiude Dillmann.

Nella foto, James Calado (Photo Pellegrini)

Domenica 13 novembre 2011, gara 2

1 - James Calado - Lotus ART - 22 giri 41'26"194
2 - Marcus Ericsson - iSport - 1"770
3 - Tom Dillmann - iSport - 7"695
4 - Jolyon Palmer - Addax - 13"040
5 - Esteban Gutierrez - Lotus ART - 27"012
6 - Kevin Ceccon - Coloni - 28"025
7 - Alexander Rossi - Air Asia - 29"909
8 - Luiz Razia - Air Asia - 30"022
9 - Dani Clos - Rapax - 30"139
10 - Fabio Leimer - Racing Engineering - 30"570
11 - Fabio Onidi - Super Nova - 33"066
12 - Josef Kral - Arden - 40"517
13 - Antonio Felix Da Costa - Ocean - 44"351
14 - Jake Rosenzweig - Addax - 45"524
15 - Simon Trummer - Arden - 45"921
16 - Max Chilton - Carlin - 46"846
17 - Jan Charouz - Carlin - 48"347
18 - Stephane Richelmi - Trident - 48"702
19 - Nathanael Berthon - Racing Engineering - 49"101
20 - Nigel Melker - Dams - 49"778
21 - Julian Leal - Trident - 50"399
22 - Nicolas Marroc - Ocean - 53"398
23 - Giacomo Ricci - Super Nova - 59"543
24 - Rio Haryanto - Dams - 1'12"642

Giro più veloce: Luiz Razia 1'51"551

Ritirati
10° giro - Mihai Marinescu
21° giro - Stefano Coletti

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone