12 Mar [11:05]

Yas Marina - 3° turno
Palmer comanda, Daly cappotta

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Con due giri veloci a fine turno, Jolyon Palmer e Stéphane Richelmi hanno dato al team DAMS un positivo 1-2 al comando della terza sessione dei test GP2 ad Abu Dhabi. Il britannico, già al top ieri, ha distanziato nettamente il resto del gruppo con un tempo di 1'50"311, relegando ad oltre sei decimi il compagno di squadra. Al terzo posto Jon Lancaster che, con la prima delle vetture dell'MP Motorsport, è stato beffato nelle battute conclusive mentre è da segnalare l'ottimo quarto posto di Kimiya Sato per il team Campos (sotto). A completare la top-5 Mitch Evans per il Russian Time, seguito dal leader di ieri mattina Rio Haryanto.

X

Top-10 per il miglior rappresentante del Trident Racing, Johnny Cecotto Jr, mentre poco più lontano, in dodicesima piazza, ha terminato Raffaele Marciello, in costante miglioramento con la Dallara di casa Racing Engineering. Più lontani gli altri. Sedicesimo Stefano Coletti, a fondo gruppo il team Hilmer che ha patito problemi tecnici: addirittura fermo a zero il contagiri di Facundo Regalia.

X

Sul tracciato di Yas Marina hanno sventolato per tre volte le bandiere rosse. La prima è stata causata dallo stop di Stoffel Vandoorne ad inizio turno, seguito da un testacoda di Axcil Jeffries (nella foto) e da un incidente che ha coinvolto Conor Daly. L'americano ha toccato una vettura che procedeva lenta in uscita box finendo per cappottare. Arrabbiatura a parte, nessuna conseguenza fisica per lui.

Photo Credits: Paolo Pellegrini

Mercoledì 12 marzo 2014, 3° turno

1 - Jolyon Palmer - DAMS - 1'50"311 - 27 giri
2 - Stéphane Richelmi - DAMS - 1'50"947 - 28
3 - Jon Lancaster - MP Motorsport - 1'51"005 - 20
4 - Kimiya Sato - Campos - 1'51"204 - 18
5 - Mitch Evans - Russian Time - 1'51"231 - 19
6 - Rio Haryanto - Caterham - 1'51"445 - 28
7 - Alexander Rossi - Caterham - 1'51"484 - 27
8 - Felipe Nasr - Carlin - 1'51"810 - 22
9 - Johnny Cecotto - Trident - 1'51"839 - 15
10 - Conor Daly - Lazarus - 1'51"846 - 12
11 - Julian Leal - Carlin - 1'51"893 - 16
12 - Raffaele Marciello - Racing Engineering - 1'52"024 - 27
13 - Arthur Pic - Campos - 1'52"215 - 27
14 - André Negrao - Arden - 1'52"268 - 22
15 - Stoffel Vandoorne - ART GP - 1'52"335 - 11
16 - Stefano Coletti - Racing Engineering - 1'52"404 - 20
17 - Takuya Izawa - ART GP - 1'52"545 - 26
18 - Nathanaël Berthon - Lazarus - 1'52"580 - 13
19 - Daniiel De Jong - MP Motorsport - 1'52"657 - 15
20 - Rene Binder - Arden - 1'52"887 - 19
21 - Axcil Jefferies - Trident - 1'53"133 - 21
22 - Adrian Quaife-Hobbs - Rapax - 1'53"162 - 18
23 - Simon Trummer - Rapax - 1'53"358 - 24
24 - Artem Markelov - Russian Time - 1'53"358 - 24
25 - Daniel Abt - Hilmer - 1'56"274 - 18
26 - Facu Regalia - Hilmer - s.t. - 0

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone