21 Mar [14:13]

Al Sakhir – 6° turno
Abt ultimo leader, Cecotto terzo

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Al Sakhir – Antonio Caruccio

Va in archivio, con il primo giorno di primavera, la sessione di test invernali della GP2. Tra il Bahrain ed Abu Dhabi, in due settimane le squadre della serie di supporto alla Formula 1 hanno messo insieme sei giornate di prove collettive, che hanno dato un’idea di come potrà essere la nuova annata che, tra una decina di giorni, prenderà ufficialmente il via proprio in Bahrain, sulla pista di Al-Sakhir. Nel pomeriggio di oggi non c’erano più molte cartucce da sparare perché le gomme nuove erano già state usate, sia morbide che dure, ed anche le prove più importanti erano così state fatte. Ci si è quindi concentrati su alcuni short-run, prove di partenza e pit-stop, al fine di essere pronti per l’inizio ufficiale della stagione in aprile.

Il miglior tempo, per la cronaca, è andato nella mani del tedesco Daniel Abt, che sembra decisamente rinato dopo una difficile stagione in ART lo scorso anno. Alle sue spalle ha chiuso l’ex-campione della GP3 Mitch Evans, davanti ad un ottimo Johnny Cecotto. Il venezuelano ha così portato la Trident al terzo posto ed insieme ad Axcil Jefferies nono, piazza entrambe le vetture nei primi dieci. Ancora non è però stato annunciato chi tra il pilota dello Zimbawe o Vittorio Ghirelli, che ha girato nei precedenti due giorni, sarà al via della stagione. Ottima anche la ripresa di Adrian Quaife-Hobbs. L’inglese, questa mattina un po’ scontento di alcune soluzioni provate sulla sua Dallara in seno al team Rapax, proprio con la squadra veneta ha conquistato il quarto tempo, mettendo a sandwich con il compagno Simon Trummer, sesto, Jolyon Palmer, portacolori di Dams.

Soddisfatto del proprio lavoro anche Raffaele Marciello: “Abbiamo avuto un ottimo passo nella simulazione gara, forse i migliori di tutti. Devo ancora migliorare un po’ nei primi giri per capire quanto posso portare al limite le gomme senza deteriorarle, ma abbiamo fatto un altro passo in avanti rispetto ad Abu Dhabi”. Ambiziose anche le sue aspettative per la stagione: “Vorrei finire tra i primi tre a fine campionato, mentre mi aspetto di poter lottare per la top-5 nella gara delle prossime settimane qui in Bahrain”.

Venerdì 21 marzo 2014, 6° turno

1 - Daniel Abt - Hilmer - 1'41"061 – 20 giri
2 - Mitch Evans - Russian Time - 1'41"272 - 36
3 - Johnny Cecotto - Trident - 1'41"290 – 30
4 - Adrian Quaife Hobbs - Rapax - 1'41"518 - 22
5 - Jolyon Palmer - Dams - 1'41"522 - 29
6 - Simon Trummer - Rapax - 1'41"584 - 31
7 - Facu Regalia - Hilmer - 1'42"191 - 20
8 - Stephane Richelmi - Dams - 1'42"662 - 37
9 – Axcil Jefferies- Trident - 1'42"670 - 24
10 - Artem Markelov - Russian Time - 1'42"944 - 44
11 - Felipe Nasr - Carlin - 1'43"498 - 39
12 - Rene Binder - Arden - 1'43"598 – 38
13 - Conor Daly - Lazarus - 1'43"639 - 40
14 - Jon Lancaster - MP - 1'43"650 – 40
15 - Arthur Pic - Campos - 1'43"651 - 39
16 - Stoffel Vandoorne - ART - 1'44"549 - 48
17 - Takuya Izawa - ART - 1'44"642 – 52
18 - Julian Leal - Carlin - 1'45"300 - 51
19 - Raffaele Marciello - Racing Engineering - 1'45"395 - 39
20 - Kimiya Sato - Campos - 1'45"395 - 42
21 - Stefano Coletti - Racing Engineering - 1'45"516 - 32
22 - Alexander Rossi - Caterham - 1'45"565 – 51
23 - Nathanael Berthon - Trident - 1'45"596 - 30
24 - Daniel De Jong - MP – 1’46”018 – 34
25 - Rio Haryanto - Caterham - 1'46"477 – 42
26 - Andre Negrao - Arden – 1’46”492 - 33

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone