8 Ott [16:20]

DUBAI - 2° GARA
Andy Priaulx vince il campionato piloti
L'Autodelta fa suo il titolo per team

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Andy Priaulx è il campione 2004 ETCC. Classe 1974, pilota della RBM che rappresenta la Bmw inglese, Priaulx si era messo in evidenza nel 2003 giungendo terzo nel campionato mentre nel 2002 aveva partecipato al BTCC classificandosi quarto con una Honda Civic. Ottimo pilota di monoposto, 6° nella F.3 inglese 2001 e terzo nel GP di Corea, Priaulx è dovuto passare alle ruote coperte per mancanza di budget. E subito ha mostrato la sua classe spezzando il dominio dei veterani della categoria. Priaulx a Dubai ha vinto il titolo grazie a due secondi posti e alla doppia pessima prova di Dirk Muller. Ma vediamo cosa è accaduto nella seconda decisiva gara.

Lo schieramento vede nella prima fila Luca Rangoni e Alex Zanardi. A seguire J.Muller e Diefenbacher, Farfus e Thompson, Priaulx e Tarquini. Dirk Muller, leader del campionato piloti con soli quattro punti su Andy Priaulx, parte dall’ultima fila. Zanardi e J.Muller vanno in testa, seguiti da Priaulx. Poi succede di tutto. Prima si toccano Farfus e Garcia. Lo spagnolo rimane fermo e fa da tappo. Lo evitano tutti tranne Rydell, Sardelli e Magnussen. La Peugeot del danese colpisce la Seat di Rydell, vola e si capota di brutto. Come una settimana fa in una gara del campionato del suo Paese. Momenti di panico, il pilota con la vitalità di un gatto sgattaiola fuori dall’abitacolo appena capisce che non vi sono più vetture che passano. Parallelamente, alla curva successiva, Zanardi tocca J.Muller che va in testa coda e coinvolge il povero Priaulx che rimedia una vettura piegata come una “banana”. Viene esposta la bandiera rossa per consentire i soccorsi ed il successivo recupero delle due vetture da rottamare. I meccanici di Priaulx fanno miracoli per riparare la sua 320 e farlo ripartire da uno schieramento che ricalca quello precedente. Partenza in fotocopia Zanardi, J.Muller, Priaulx vanno in testa davanti a Rangoni e Farfus. Thompson risale e passa J.Muller. Giovanardi dall’ultima fila arriva in 7° posizione al primo giro, mentre Rangoni pasticcia con Diefenbacher ed entrambi perdono posizioni. D.Muller è 9°. Le Alfa Romeo ufficiali attaccano Zanardi che va per “sabbie” al 3° giro. Diefenbacher, dopo aver superaro i due Muller al 4° giro, tenta di fare lo stesso anche con Farfus mentre Jorg Muller va molto largo e rientra solo in 9° posizione. Al 5° giro Tarquini va in testa ai danni di Priaulx che fa quello che può con la sua vettura. Giovanardi è 4°. Tavano guida la pattuglia dei privati. Farfus occupa tutta la pista con la portiera destra che si apre in frenata. D.Muller lo supera ed occupa la 7° posizione. I meccanici Autodelta impacchettano la vettura di Farfus come un regalo di Natale per chiudere le due portiere e rispedirlo in pista. Al 8° giro Giovanardi si ritira con il motore ammutolito. Tavano e Rangoni lottano per la vittoria tra i piloti privati. Tarquini vola a raddoppiare il successo di gara 1, seguito da Priaulx, Thompson e Diefenbacher. Il 5° posto è di Dirk Muller, ma il risultato non gli è sufficiente per mantenere la testa del campionato. Priaulx e il tedesco sono a pari punti, ma l’inglese vince per le maggiori vittorie. Il doppio primo posto di Tarquini gli consente di conquistare la terza piazza assoluta e portare all’Autodelta il titolo riservato ai team.

L'ordine di arrivo di gara 2, venerdì 8 ottobre 2004

1 - Gabriele Tarquini (Alfa 156) - Autodelta - 10 giri in 22’18”952
2 - Andy Priaulx (BMW 320i)- RBM - a 4”043
3 - James Thompson (Alfa 156) - Autodelta - a 7”770
4 - Frank Diefenbacher (Seat Toledo) - Seat - a 12”512
5 - Dirk Muller (BMW 320i) - Schnitzer - a 23”153
6 - Alex Zanardi (Bmw320i) - Ravaglia - a 27”640
7 - Salvatore Tavano (Alfa 156) - Oregon - a 27”917
8 - Michele Bartyan (Alfa 156) - Oregon - a 32”005
9 - Carl Rosenblad (BMW320i) - Crawford - a 32”656
10 - Luca Rangoni (Alfa 156) - Oregon - a 34”618
11 - Simon Harrison (Honda Civic) - GR Asia - a 38”621
12 - Jorg Muller (BMW 320i) - Schnitzer - a 43”273
13 - Sebastian Grunert (Ford Focus) - RS Line - a 52”074
14 - Tony Ruokonen (Honda Civic) - GR Asia - a 52”356
15 - Augusto Farfus (Alfa 156) - Autodelta - a 1’29”898
16 - Fabrizio Giovanardi (Alfa 156) - Autodelta - a 2 giri

Il campionato finale
1.Priaulx punti 111 (campione Europeo per il maggior numero di vittorie, cinque) e D.Muller; 3.Tarquini 106; 4.J.Muller 93; 5.Giovanardi 63; 6.Farfus 54; 7.Garcia 43; 8.Gené 39; 9.Thompson 37; 10.Diefenbacher e Rydell 29; 12.Coronel 25; 13.Mollekens 9; 14.Tavano e Zanardi 8; 16.Rangoni 6; 17.Balzan e Bartyan 3; 19.Rosenblad 2; 20.D’Aste 1.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone