27 Nov [22:43]

Redding alla scoperta dell'Aprilia
"Abbiamo il potenziale per far bene"

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Fuori il deludente Sam Lowes, tornato in Moto2, dentro Scott Redding: è lui il nuovo portacolori Aprilia in MotoGP, scelto per far coppia con Aleix Espargaro. Si preannuncia una line-up molto promettente, ma il britannico ha appena cominciato il suo adattamento alla RS-GP. "C'è ancora tanto da fare", ha sottolineato serenamente l'ex Pramac, cha ha confessato: "Me la aspettavo più facile rispetto alla Ducati". Non una critica, solo una constatazione per aver scoperto una moto dal carattere tutto suo. I test dopo il Gran Premio di Valencia, e poi quelli di Jerez, gli hanno permesso di prendere le misure e scoprire su quali aspetti bisogna lavorare.

"Abbiamo fatto alcuni progressi, iniziando ad adattare il mio stile di guida per sfruttare i punti di forza di questa moto", ha raccontato il britannico dopo la tre-giorni in Andalusia. "I ragazzi del team hanno lavorato sodo per darmi un mezzo più vicino ai miei desideri. Abbiamo sperimentato diversi assetti per capire quale direzione prendere nel 2018". Fino a qui, il cronometro non è stato un'ossessione: "Non ho guardato i tempi sul giro, per me era importante rendermi conto di cosa funziona e cosa no, dando riferimenti alla squadra".

Con il team di Noale, comunque, sembra già esserci la giusta alchimia: "Sono davvero motivato perché vedo che l'Aprilia si fida delle mie indicazioni e vuole darmi un pacchetto competitivo per la prossima stagione. C'è il potenziale per far bene". Ed è soddisfatto anche il responsabile del reparto corse, Romano Albesiano: "Abbiamo raccolto moltissime informazioni, e i margini di crescita sono ampi. Siamo contenti della strada presa, le sensazioni di Scott confermano la qualità del nostro metodo di lavoro".

Motori spenti adesso. Propositi per la pausa invernale? Redding si metterà a dieta: "Cercherò di perdere qualche chilo. Questa moto non richiede molta fisicità, posso permettermi di dimagrire un po', anche se non sarà facile..."