21 Ago [10:10]

Città di Scorzé
Cinquina per Dal Ponte

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimiliano Ruffini

Vittoria perentoria per Andrea Dal Ponte al Rally Città di Scorzè. Il driver di Thiene si è imposto per la seconda volta con Milena Danese alle note, dopo aver condotto la gara dalla prima all'ultima speciale e riuscendo ad aggiudicarsi ben nove scratch sui dodici impegni in programma. Per Dal Ponte (nella foto by M51) si tratta del quinto successo nella gara di pianura veneziana: dopo essersi imposto con vetture delle classi A7, S1600, S2000 ed RRC, quest'anno per lui la vittoria è arrivata al volante di una Peugeot 208 di categoria R5.
Gli altri equipaggi al via con top-car hanno dovuto accontentarsi della lotta per la piazza d'onore. Tra loro i migliori sono risultati Giampaolo Bizzotto e Sandra Tommasini, più veloci dei rivali in due prove e bravi a inserirsi tra le R5 con la loro 207 Super2000. Sul terzo gradino del podio, nonostante il poco allenamento con la Ford Fiesta, sono saliti Stefan-Menegon, che con un colpo di reni hanno vinto l'ultima speciale. Alle loro spalle, dopo una gara in rimonta, Colferai-Mosele.
Ritirati a metà gara Piccolotto-Cenere, ma la loro gara è stata un calvario sin dal principio, con un incidente lungo lo shakedown e una duplice rottura del differenziale in gara.
Tra le due ruote motrici, bel successo di Luca Ghegin, bravo a tenere un buon passo di gara e a portare al traguardo la vettura senza un graffio in vista del Rally del Friuli del prossimo weekend; alle sue spalle, primo di S1600, Alberto Floriani. I loro principali rivali tra le 'tuttoavanti' hanno entrambi perso tempo prezioso a causa di un paio di divagazioni: Mirko Carraro (A7) ha quindi concluso decimo assoluto, mentre Patrick Zamparini (R3) si è piazzato solo trentunesimo.

La classifica finale

1. Dal Ponte-Danese (Peugeot 208 T16 R5) in 39'56"0
2. Bizzotto-Tommasini (Peugeot 207 S2000) a 26"7
3. Stefan-Menegon (Ford Fiesta R5) a 48"6
4. Colferai-Mosele (Peugeot 207 S2000) a 1'32"2
5. Ghegin-Passeri (Renault Clio R3C) a 1'51"1
6. Floriani-Saioni (Citroën C2 S1600) a 2'08"2
7. Busetti-Russo (Renault Clio Rs) a 2'42"6
8. Agostinetto-Scopel (Subaru Impreza Sti) a 2'49"4
9. Longhin-Busatto (Peugeot 106) a 2'53"3
10. Carraro-Silotto (Renault Clio Williams) a 2'54"5

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone