16 Set [21:40]

Roma Capitale - 1. tappa
Campedelli col brivido

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Finisce con i protagonisti del Rally Roma Capitale che transitano in trasferimento e che quindi non possono lottare fino all’ultimo metro come avevano fatto in precedenza, con Simone Campedelli, Umberto Scandola, e Paolo Andreucci, in lotta serrata. Ma, a lungo, a far saltare il banco, ci aveva provato Andrea Crugnola. Il varesino con la Ford Fiesta R5 e navigato da Michele Ferrara si era aggiudicato con ampio margine le prime due prove del rally, compreso il primo passaggio sulla lunga Greci-Pico. Poi, nel tratto cronometrato successivo Crugnola, forse troppo veloce, sbagliava una staccata abbattendo un palo della luce. Un errore che voleva dire ritiro.

A vincere la prima tappa, e quindi a conquistare i primi punti in ottica campionato sono cos’ stati Simone Campedelli e Pietro Elia Ometto, che hanno preceduto Umberto Scandola e Guido D’Amore di soli tre decimi di secondo (grazie anche ad un tempo di piesse ricalcolato a suo favore dai commissari...), e il toscano Paolo Andreucci con Anna Andreussi, di cinque secondi e due decimi. I tre equipaggi hanno tenuto un passo inavvicinabile per tutti gli altri, come dimostra il distacco de giovanissimo Kalle Rovanpera, terminato quarto con la sua Peugeot 208 T16 R5. Buona la prova del reggiano Antonio Rusce, in coppia con Sauro Farnocchia, ancora una volta in grado di concludere nei primi cinque con la sua Ford Fiesta R5.  

A dare straordinario spettacolo sono stati soprattutto i giovani partecipanti allo Junior con il lombardo Damiano De Tommaso, il siciliano Marco Pollara, ed il fiorentino Tommaso Ciuffi, tutti alla guida di Peugeot 208 R2, che si sono dati battaglia terminando nell’ordina in sesta, settima e nona posizione dell’assoluta. Un risultato assolutamente straordinario. Nel Due ruote motrici, invece, punti pesanti proprio per Pollara, iscritto anche a questa serie, primo davanti all’italo svizzero Kevin Gilardoni, su Renault Clio R3T, ottavo assoluto. Tra i partecipanti al Campionato Rally R1 grande slam per le Renault Twingo R1A finite a primi tre posti di questa prima tappa con Filippo Bravi, Alberto Paris, e Emanuele Rosso. Solamente quarto e staccato il leader della serie il toscano Stefano Martinelli, Suzuki Swift Sport R1B.

La classifica assoluta - 1. tappa

1. Campedelli-Ometto (Ford Fiesta R5) in 41’27.6
2. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) a 0.3
3. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) a 5.2
4. Rovanpera-Pietilainen (Peugeot 208 T16 R5) a 59.9
5. Rusce-Farnocchia (Ford Fiesta R5) a 1’28.4
6. De Tommaso-Rocca (Peugeot 208 R2B) a 4’09.6
7. Pollara-Princiotto (Peugeot 208 R2) a 4’11.9
8. Gilardoni-Bonato (Renault Clio R3t) a 4’55.2
9. Ciuffi-Gonella (Peugeot 208 R2B) a 4’55.9
10. Mazzocchi-Gallotti(Peugeot 208 R2B) a 5’07.0
 
Classifiche di campionato
CIR Assoluto: Andreucci 78,50; Campedelli 65,50; Scandola 64; Rusce 21, 50; Rovanpera 19 Rusce 18,50.
Classifica CIR Costruttori: Peugeot 103,5; Skoda 70.
Classifica CIR 2RM: Gilardoni 78; Pollara 72.
Classifica CIR Junior: Pollara 54,50; De Tommaso 41; Bottarelli 27,5; Mazzocchi 29; Manfredi 29;
Classifica CIR R1: Martinelli 76,50; Strabello 62; Coppe 54,50; Rosso 52,5; Paris 41 ;Scalzotto 38.Bravi 37; Antonucci 22,5


Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone